• Mar. Lug 16th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Formula 1 : Il PaggellONE del BAHREIN 2024

DiF1 addicted

Mar 2, 2024

PaggellONE

M. Verstappen : Ricomincia da dove aveva lasciato. Vittoria numero cinquantacinque per il pilota olandese che rifila i suoi classici venti secondi al pilota in seconda posizione. Non sbaglia nulla , resiste al primo attacco di Leclerc in curva 1 e poi da lì inserisce il pilota automatico, voto 9

S. Perez : Inizia la stagione con un piglio diverso rispetto alla stagione passata. Attacca e difende in maniera decisa dopo una qualifica agrodolce per lui. Si sente a suo agio in questa RB20 e sembra in grado di poter essere la seconda guida affidabile che cerca la Red Bull , voto 8

G. Russell : Molto determinato ed aggressivo nei primi giri grazie anche ad una mescola che calzava perfettamente con la sua monoposto. Cala alla distanza , complice anche una mescola dura che non performa al massimo sulla Mercedes e a pochi giri dalla fine viene superato da Leclerc , scivolando in quinta posizione, voto 7.5

L. Hamilton : Sicuramente si aspettava una gara diversa il neosposo Ferrari. Già deluso dalla sua qualifica non riesce a ribaltare di molto la sua prestazione concludendo solo in settima posizione , complice anche il sedile rotto della sua monoposto e i problemi alla batteria , voto 6

C. Leclerc : Sabato da incubo per il pilota monegasco che ormai ha un conto aperto con la sfortuna. Accusa fin da subito un problema ai freni che gli causa non pochi bloccaggi. Perde molte posizioni senza però mai disperarsi e consapevole delle sue capacità riesce non solo a chiudere la gara ma facendolo comunque ad un passo dal podio dopo un bel confronto con Russell, voto 7

C. Sainz : Ottima gara da parte del pilota spagnolo che fin dai primi giri si dimostra arrembante. Molto belli i due sorpassi su Leclerc , duri ma puliti. Dimostra un bell’andare a tal punto da recuperare piano piano anche il distacco da Sergio Perèz. Sembra avere la carica giusta per battagliare lì davanti , in attesa di un nuovo sedile per il 2025 , voto 8

L. Norris : Chiude in sesta posizione subito dopo Russell dopo una gara solida in cui ha provato ad attaccare per quanto più possibile i team di testa ma comunque vincendo il confronto con i rivali dell’Aston Martin. Sembra un passetto leggermente dietro rispetto ai tre top team ma può dire la sua già a partire dal prossimo weekend, voto 6.5

O. Piastri : Chiude con due posizioni di ritardo rispetto al suo compagno di squadra dopo una gara più di difesa che di attacco. Riesce a tenere a bada un leone come Fernando Alonso ma può fare sicuramente meglio , visto il talento dimostrato l’anno scorso , voto 6

F. Alonso: Ieri si è detto sorpreso della velocità della sua monoposto rispetto ai dati raccolti dopo i test a seguito di una qualifica che comunque lo aveva visto chiudere in sesta posizione. Oggi forse ha ritrovato quelle sensazioni visto che la sua monoposto si è dimostrata quinta forza in griglia con un passo altalenante, voto 6

L. Stroll : Chiude nell’ultima posizione utile per raccogliere i punti dopo una gara votata all’attacco a seguito del suo incidente con Hulkenberg nella quale è vittima impotente, voto 6

P. Gasly : Inizio da incubo per il pilota francese che dopo esser partito come ultimo pilota in griglia chiude diciottesimo dopo una gara in gran sofferenza. La stagione è lunga ma per il pilota francese la strada è veramente dura quest’anno, voto 5

E. Ocon : Discorso simile al suo compagno di squadra. Giudicare la prestazione dei due piloti quando la macchina performa in questo modo è un compito molto difficile , voto 5

A. Albon : Prova negativa da parte del pilota thailandese da cui ci si aspettava sicuramente qualcosina in più , vista anche la crescita della sua monoposto. Si danna l’anima al centro del gruppo ma non riesce ad attaccare in maniera decisa rimanendo quindi nell’anonimato, voto 5.5

L. Sargeant: Sembra destinato ad essere il primo ritiro della stagione quando va lunga in curva 4 ma poi riesce a tornare in pista per concludere però in ultima posizione. È chiamato ad una stagione diversa rispetto a quella passata per poter ambire a mantenere saldo il suo sedile, voto 4.5

Y. Tsunoda : Le aspettative erano alte e perciò vedere la posizione finale del pilota nipponico fa storcere il naso. Fa driver swap per lasciar sorpassare Magnussen da parte di Ricciardo ma una volta visto che era impossibile non si vede restituita la posizione , voto 5.5

D. Ricciardo : Prestazione non esaltante viste anche le prove offerte nel corso delle libere. Fa molta difficoltà con il passo gara della sua monoposto e una volta ottenuta la posizione da Tsunoda non riesce a chiudere il sorpasso su Magnussen certificando quindi una prestazione grigia da parte sua, voto 5

G. Zhou : Ottima prima prova da parte del non più rookie cinese che chiude ad un passo dalla zona punti. Batte ampliamente il suo compagno di squadra e si candida per la battaglia del centro gruppo , aspirando ad essere una costante spina nel fianco, voto 6

V. Bottas : Riprende da dove ha lasciato ma a differenza di Max lo fa nelle posizioni finali dopo l’ennesima brutta prestazione da quando siede sul sedile della ormai ex Alfa Romeo. Causa probabilmente il tamponamento iniziale di Hulkenberg , voto 4.5

K. Magnussen : Sverniciato in qualifica dal suo compagno di squadra si dimostra più costante nel corso della gara battagliando molto con Zhou per poter strappare l’undicesima posizione , voto 5.5

N. Hulkenberg : Penalizzato dall’incidente con Stroll che gli causa la rottura dell’ala anteriore prova a ricostruire la sua gara ma si deve accontentare di un mesto sedicesimo posto dopo un’ottima prova in qualifica, voto 5

PaggellONE Costruttori

Red Bull: Nonostante il cambio epocale portato in pista con la RB20 tornano in pista con una doppietta esaltante. Si dimostrano più umani rispetto agli altri anni ma rimangono comunque il team da battere , nella speranza che non monopolizzino nuovamente la stagione , voto 9

Mercedes: Si dimostrano molto competitivi con la mescola morbida di questo weekend in particolar modo con George Russell che nei primi giri compie alcuni notevoli sorpassi portandosi a ridosso della seconda posizione. Molto più in difficoltà con la monoposto n.44 di Hamilton che con un assetto diverso rispetto al giovane britannico si dimostra molto più lento. Calano alla distanza e sembrano leggermente un passo indietro rispetto alla Ferrari pur potendo dire la loro , voto 7

Ferrari: Si aspettavano un weekend migliore ma devono fare i conti con la sfortuna che sembra non voler abbandonare il loro alfiere monegasco. Dimostrano su pista di essere per ora la seconda forza di questo mondiale , grazie ad un bassissimo degrado gomma , vera disgrazia delle passate stagioni, e ad una ottima guidabilità. Con la mescola dura sembrano avere il passo della Red Bull di Perèz , per quella di Verstappen serve ancora qualcosa in più , voto 7.5

McLaren: Sicuramente una prova non esaltante per il team inglese che però sapeva di approcciare una pista che non è nelle loro corde , visto che non hanno mai ottenuto né pole né vittorie qui. Ad oggi sembrano essere quarta forza , vista anche la “vittoria” ottenuta ai danni dell’Aston Martin oggi , voto 6.5

Aston Martin: Ad oggi sembrano più forti sul giro secco che sul passo gara ma partono da un ottima base con l’augurio di vederli presto battagliare insieme a Mercedes , Ferrari e McLaren per un’esaltante stagione , voto 6

Alpine: Partire peggio di così era pressoché impossibile. Ultimissimi in qualifica non hanno neanche il passo per provare a portarsi a ridosso della zona punti. Sono di gran lunga la prima delusione di questa stagione e la cosa comunque sorprende visto che l’anno scorso da metà stagione non avevano già nessun obiettivo. Hanno molto da lavorare ma la stagione sembra già compromessa, voto 4

Williams: Ci si aspettava sicuramente qualcosa di più dal team capitanato da Vowles che nei test e nelle prime libere sembrava in grado di lottare per la zona punti. Sono chiamati subito al riscatto la prossima settimana , voto 5

Visa Cash App Racing Bulls : Forse la delusione più grande del weekend. Arrivavano con i favori del pronostico per ottenere qualche punto rispetto agli altri team del centro classifica ma si ritrovano clamorosamente fuori dalla zona punti. Passo gara inferiore alle aspettative ed anche il gesto di non restituire la posizione a Tsunoda dopo che il suo compagno di squadra non era stato in grado di superare Magnussen non getta luci positive sul team di Faenza, voto 4.5

Stake F1 Team Kick Sauber : Sicuramente la loro livrea non passa inosservata ma anche il passo e la gara fatta da Zhou non sono da meno . Sembrano aver fatto un bel passo in avanti rispetto alla deludente passata stagione ma devono continuare a mantenere alta l’attenzione per evitare gli errori del passato e soprattutto devono svegliare il loro pilota di punta Bottas, voto 6

Haas: Orfani di Steiner che di sicuro non passava inosservato , dimostrano ampi margini di miglioramento sul passo gara rispetto all’anno scorso. Chiudono la prima qualifica dell’anno con un loro pilota nel Q3 il che rappresenta un’ottima base di partenza per loro, voto 5.5

Sintesi

Primo semaforo verde della stagione che prende il via come di consueto dal circuito del Bahrein per una stagione che dopo i primi test e le prime qualifiche sembra dimostrarsi più combattuta rispetto allo strapotere dimostrato dalla Red Bull nella passata stagione. Le qualifiche , svoltesi eccezionalmente di venerdì per venire incontro al Ramadan così come succederà nel prossimo weekend , vedono in pole nuovamente Max Verstappen , seguito subito dopo dal pilota monegasco della Ferrari , Leclerc che paradossalmente aveva fatto un tempo inferiore rispetto a quello della pole del pilota olandese nel corso delle Q2. A chiusura del quartetto di testa troviamo un sorprendente George Russel e l’altro pilota della Rossa Carlos Sainz, da poco lasciato senza sedile dal team di Maranello a favore del sette volte campione del mondo Lewis Hamilton. Al via della gara Leclerc cerca subito di mettersi davanti a SuperMax ma il pilota olandese è abile ad organizzare rapidamente la difesa e ad accompagnare il monegasco verso l’esterno. Da quel momento in poi la gara per il numero sedici diventa una vera e propria odissea poiché registrati problemi ai freni , uno squilibrio di circa cento gradi tra i due , accusa una serie di bloccaggi ed una monoposto comunque nervosa che lo vedono scivolare in quinta posizione. Molto più in palla il britannico Russell , che si porta subito in seconda posizione e lo spagnolo Sainz che a differenza del compagno riesce a sfruttare appieno il potenziale della SF-24 per portarsi rapidamente in terza posizione , all’inseguimento dei due alfieri Red Bull. Nelle retrovie si registra subito un incidente tra Hulkenberg e Stroll, probabilmente causato da una leggera spinta di Bottas ai danni del pilota della Haas, che di fatto compromette la sua gara. Anche il promesso sposo della Ferrari Hamilton registra dei problemi sulla sua monoposto visto che va incontro subito ad una rottura del suo sedile ed inoltre registra qualche problema alla batteria , che non giovano per nulla al suo tentativo di rimonta iniziato anche a causa di una brutta qualifica che lo aveva costretto a scattare solo dalla nona casella. Bene i due piloti McLaren che su una pista scomoda alla loro monoposto chiudono in sesta ed ottava posizione così come è buona la prestazione dell’Aston Martin che chiude in zona punti con entrambi i piloti . Delusione del weekend è la Racing Bulls , partita come favorita per ottenere dei punti in questo weekend, viste le componenti copiate regolarmente dalla RB19 , ma che invece vede entrambi i piloti fuori dalla zona punti e in disaccordo tra di loro dopo un non driver swap poi non restituito. Ora si aspetta la prossima settimana per poter capire se quest’anno qualche team sarà in grado di battagliare ad armi pari con la Red Bull.

Di F1 addicted

Thomas SERAFINI

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE