• Gio. Mag 30th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

FORMULA 1: Il PaggellONE del GP di MONACO

DiF1 addicted

Mag 29, 2023

Il PaggellONE Piloti

M. Verstappen: Gara strabiliante per l’attuale leader del mondiale, che dopo una pole da stropicciarsi gli occhi non si lascia abbattere dalla pioggia e stravince il Gp di Monaco, rifilando ben 27 secondi ad Alonso, voto 9.5

S. Perez: Doveva riscattare una qualifica horror del sabato ma non riesce nell’impresa, anzi si complica la vita rompendo l’ala mentre cercava di risalire la classifica, voto 5

C. Leclerc: La “sfortuna” di Leclerc nella gara di casa continua e per alcuni aspetti ancora una volta non per colpa sua. Strappa un terzo posto nella qualifica del sabato ma per un errore del suo ingegnere di pista fa impeding su Norris e parte sesto. Gara complicata ma chiude come era partito, non sfruttando a dovere la pioggia, voto 5.5

C. Sainz: Prosegue la discontinuità del pilota spagnolo che delle volte si mostra competitivo ed in altre occasioni distratto e fuori forma. Non viene sicuramente aiutato dalle scelte nuovamente errate del team ma la rottura d’ala è dovuta ad una sua disattenzione. Parte quarto e chiude ottavo, non può essere solo sfortuna, voto 5

G. Russell: Sicuramente tra i due piloti Mercedes è quello che ha accusato di più il cambio vettura, come dimostrato in tutto il weekend. Tuttavia, nonostante parte ottavo chiude la gara in quinta posizione, aiutato anche da delle scelte da parte del suo team che si sono dimostrate molto precise, voto 6

L. Hamilton: è ancora presto per capire se la variante B della sua monoposto lo esalti ma di sicuro si approccia a questo cambiamento in maniera nettamente migliore di Russell. Fa una gara costante e chiude ad un passo dal podio, voto 6.5

P. Gasly: La sua prova non è malvagia ma quando il tuo compagno di squadra è ovvio che la tua prova diventi chiaroscura. Conclude la gara senza troppi patemi e porta a casa altri ottimi punti, voto 6

E. Ocon: Sorpresa del weekend grazie anche alla penalizzazione di Leclerc che gli permette di partire dalla terza casella. Si difende in maniera ottima dagli altri piloti che vogliono sottrargli il podio ma alla fine si issa sul gradino più basso del podio regalando una grande soddisfazione in casa Alpine, voto 7.5

L. Norris: Gara abbastanza tranquilla per Lando che fa il suo senza particolari problemi, portando a casa dei punti ottimi per il team McLaren, voto 6.5

O. Piastri: Chiude nell’ultima posizione utile per i punti dopo una gara molto equilibrata. Si tiene lontano dai guai che Montecarlo può regalare e come prova da rookie niente male, voto 6.5

G. Zhou: Il posizionamento non è esaltante ma la prova lo è, dal momento che risale ben sei posizioni. Certo le prestazioni dell’Alfa non sono esaltanti, voto 6

V. Bottas: Al pari del suo compagno di squadra recupera delle posizioni rispetto alla sua casella di partenza ma la sua prova, come quasi tutte le altre in questa stagione, non sono esaltanti e sembra ridursi al mero compitino, voto 5.5

F. Alonso: Poteva essere la gara che poteva regalare il gradino più alto del podio a Fernando ma l’impresa non riesce, complice anche una scelta errata da parte del team Aston quando è arrivata la pioggia. Pole persa per qualche centesimo a cospetto di una prova strabiliante di Max, voto 8.5

L. Stroll: Confronto impietoso con il suo compagno di squadra. Mentre Fernando lotta per la vittoria, Lance è ai box per un ritiro causato dalla sua ingenuità, voto 5

K. Magnussen: La gara non era esaltante ma neanche negativa ma alla fine il tabellino vede scritto zero punti a causa del ritiro a pochi giri dal termine, voto 5.5

N. Hulkenberg: Gara impalpabile da parte del tedesco che si limita a veleggiare al centro del gruppo senza particolari acuti. Prova senza pretese da parte del pilota tedesco, voto 5.5

Y. Tsunoda: Se si dovesse dare un voto per la sua generosità sarebbe un dieci, visto l’aiuto non scontato che ha dato in Emilia. La gara è ottima, come la sua qualifica, ma purtroppo per lui il team non lo aiuta e chiude la gara fuori dalla zona punti, voto 6

N. de Vries: Sulla graticola da diverse settimane oggi sfoggia una gara molto buona ed equilibrata portandosi per la prima volta a ridosso della zona punti. Sperando per lui che sia di buon auspicio, voto 6

A. Albon: Tenta in tutti i modi di portare la sua Williams a punti ma un po’ per colpa sua un po’ per i limiti della macchina non sempre questa impresa riesce, voto 5.5

L. Sargeant: Partiva sedicesimo ma chiude ultimo, al netto dei due ritiri di Magnussen e Stroll, riuscendo a farsi superare da diversi piloti in uno dei circuiti nella quale i sorpassi sono molto difficili, voto 4.5

COSTRUTTORI

Red Bull: Continua a dimostrarsi più una astronave che una autovettura su pista. Il distacco enorme che Verstappen rifila ad Alonso in un circuito come quello di Monaco dimostra quanto sia forte questa macchina e quanto il genio di Adrian Newey abbia creato un solco con le altre monoposto, voto 9

Ferrari: Il momento in casa Ferrari è nero e il ritorno delle strategie folli della scuderia non aiuta di certo. Errore del box al sabato con Leclerc, errore nella valutazione della pioggia sul tracciato che costa la posizione su Russell, in somma un altro disastro. Le voci che vedono Hamilton corteggiato dalla rossa esaltano a metà: sarebbe un onore vedere il sette volte campione del mondo vestito di rosso ma in casa Ferrari servono tecnici e non piloti, voto 5

Mercedes: Si presentano a Monaco con la variante B della loro monoposto ma è ancora presto per capire se i cambiamenti siano stati effettivamente efficaci. La prova offerta dai suoi alfieri non è malvagia e li vede subito a ridosso della zona podio, voto 6.5

Alpine: Al pari di Ocon sono la sorpresa della giornata e strappano un podio che nessuno avrebbe pronosticato. Lavorano bene anche a livello di strategie quando arriva la pioggia e si dimostrano molto concentrati, voto 7

McLaren: Finalmente un weekend positivo per la scuderia di Woking che vede entrambi i suoi piloti nella zona punti. Concentrati e attenti a sfruttare qualsiasi sbavatura degli altri team, stanno cercando di risalire pian piano la china. Nota di merito per la bellissima livrea sfoggiata oggi, voto 6.5

Alfa Romeo Racing: Sono ancora lontani dalla possibilità di ambire ad un qualcosa di diverso ma la prova di entrambi i piloti non è da buttar via, certo il posizionamento non è esaltante, voto 5.5

Aston Martin: Nonostante una stagione molto attenta oggi è arrivato un errore che ha precluso la possibilità di vittoria al povero Fernando. Reagiscono tardi alla pioggia effettuando un pit stop con un giro di ritardo perdendo il vantaggio che avrebbero avuto su Max, voto 6

Haas: Dopo i punti di Miami oggi la prova vede un ritiro ed un diciassettesimo posto. Prova non esaltante dalla scuderia americana che continua in questa stagione altalenante, voto 5.5

AlphaTauri: Erano in zona punti con Tsunoda ma l’errore commesso ha permesso alla McLaren di rubare la zona punti alla scuderia di Faenza, voto 5.5

Williams: Oggi non c’è stata mai possibilità di lottare per la zona punti considerata anche la brutta prova offerta da Albon e Sargeant, voto 5

Sintesi

Weekend di gara che oggi si sposta in uno dei circuiti storici del motorsport ed in uno dei suoi circuiti più iconici. Come al solito la prova più esaltante viene offerta il sabato dove prende luogo una qualifica bellissima. Non mancano le sorprese con Sergio Perèz subito out nel Q1 a causa di un errore commesso alla Santa Devota. La pole si decide in pochi millesimi di secondo, dopo un ottimo tempo registrato da Leclerc, Alonso si piazza in pole provvisoria di pochi millesimi di secondo ma è Super Max a prendersi la scena con un tempo ed un giro fenomenali, considerati i contatti con i muri di Monaco. Tuttavia, proprio nel giro out di Charles un mancato avviso da parte del team fa sì che lo stesso pilota monegasco commetta impeding sul povero Norris. Nonostante il pilota sia innocente, come dichiarato anche dai commissari FIA, nel tardo pomeriggio arriva la penalizzazione che costa ben tre posizioni all’alfiere Ferrari e vede salire in terza casella Ocon. La gara, come di consueto, è abbastanza tranquilla e scorre senta particolari intoppi, anche se ci sono diverse ali rotte a causa di tentati sorpassi. A scombinare le carte in tavola ci pensa la pioggia che arriva a venti giri dalla fine. Ferrari e Aston reagiscono tardi all’evento climatico , la prima commettendo ormai il classico errore di strategia nel cambiare le gomme troppo tardi e perdendo delle posizioni su Russell ; la seconda invece non sfruttando l’occasione di fare il pit stop prima della Red Bull , con l’eventuale possibilità di uscire davanti alla monoposto di Max. Dopo aver montato le gomme intermedie la gara non vede più particolari acuti , al di là dei ritiri di Magnussen e Stroll , e si conclude con Verstappen in testa , Alonso in seconda posizione e la sorpresa Ocon in terza. Weekend che vede uscire bene Red Bull, Mercedes e Alpine mentre vede sprofondare sempre più la Ferrari, in attesa degli ormai noti aggiornamenti del prossimo Gp di Barcellona della prossima settimana.

Di F1 addicted

Thomas SERAFINI

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE