• Mer. Lug 6th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Il Margine omaggia i cento anni di Edgar Morin

DiRedazione

Lug 5, 2021

CENTO ANNI DI EDGAR MORIN

I miei filosofi, L’uomo e la morte, La mia sinistra

Il Margine omaggia uno dei più grandi pensatori del nostro tempo con nuove edizioni di tre saggi imperdibili, arricchite dalle prefazioni di importanti studiosi  per rileggere le idee di Morin in modo ancora più vivo e attuale

“Il mio percorso spirituale è un’avventura durata cent’anni, in cui ho fatto della mia ricerca soggettiva originaria di verità una ricerca fuori strada, e di questa ricerca fuori strada una ricerca di me stesso”

Edgar Morin

Il rapporto con i propri ‘padri fondativi’ e l’influenza dei loro insegnamenti, la nostra relazione con la morte, il ripensamento della sinistra come via di uscita dalla spirale del capitalismo sfrenato: tre macroargomenti in grado di proporre una riflessione a tutto tondo, che indaghi e induca a riconsiderare le proprie origini di uomini, la propria fine e il senso verso cui tendono lo sviluppo e il progresso. I tre saggi che Il Margine ha scelto di riproporre ora, in occasione dei cento anni di uno dei più grandi pensatori dell’ultimo secolo, ne vogliono omaggiare la forza e l’attualità del pensiero stimolando allo stesso tempo la riflessione dell’uomo contemporaneo, introdotto a ciascuna tematica dalle prefazioni di tre importanti studiosi: il sociologo Sergio Manghi, il docente di filosofia Francesco Bellusci e il sociologo Riccardo Emilio Chesta.

I miei filosofi

Da Eraclito a Montaigne, passando per Pascal, Spinoza, Rousseau, Hegel, Marx, Freud, e ancora Jung, Heidegger, Piaget, von Foerster: Edgar Morin racconta i filosofi che più hanno contribuito a formare il suo pensiero, e non solo. Altri fari, infatti, ne hanno illuminato il cammino: da Dostoevskij a Proust, da Illich a Beethoven, per arrivare fino a Gesù e Buddha. La vocazione a connettere quel che le forze della separazione tendono a frammentare ha indotto Morin a un dialogo serrato con numerosi pensatori incontrati lungo il suo cammino, in una scommessa inesaurita sulla convivialità, la fraternità e la partecipazione alla comunità, a dispetto delle forze di disgregazione e distruzione che impazzano nel mondo così come dentro ciascuno di noi.

L’uomo e la morte

A cinquant’anni dalla sua pubblicazione, L’uomo e la morte appare un saggio oggi tanto più necessario, a fronte del processo di rimozione coatta che l’idea della morte ha progressivamente subìto negli ultimi decenni: tutto ciò che non risulti tangibilmente utile per il godimento immediato o per la realizzazione di una carriera viene rimandato al mittente. Tutto, e specialmente la morte. Non soltanto summa di tutto quanto detto, pensato e pubblicato sulla morte in secoli di pensiero, dunque, ma soprattutto orizzonte capace di ridare alla luce una consapevolezza e una sensibilità ormai moribonde, nella convinzione che la rinuncia alla riflessione non riesca ad allontanare nel concreto il pensiero della fine di ogni vita.

La mia sinistra

Via d’uscita dalle turbolenze di un’economia capitalistica scatenata, dalla degradazione della biosfera, dal montare delle paure e dei razzismi cogliendo la possibilità di una comunanza di destino e di una patria terrena comune: la sinistra di Edgar Morin guarda a mondializzare, ossia a favorire le cooperazioni economiche, sociali e culturali, e al tempo stesso demondializzare, cioè ad alimentare le vitalità locali, regionali e nazionali. Bisogna mirare alle simbiosi culturali capaci di unire ciò che ciascuna di esse ha di meglio, sostiene il sociologo, operando una metamorfosi che leghi in modo indissolubile l’unità e la diversità umane.

Edgar Morin (8 luglio 1921) è nato a Parigi, dove ha studiato storia, geografia e giurisprudenza. Filosofo, sociologo e antropologo, è tra le figure più prestigiose della cultura contemporanea. Le sue ricerche toccano temi di pertinenza del mondo dei media, della sociologia contemporanea, della vita politica del Novecento, della biologia e della fisica, nonché delle scienze umane e sociali.

I miei filosofi

Collana: Pinova

Pagine: 232

Prezzo: € 17,50

In libreria: 24 giugno 2021

L’uomo e la morte

Collana: Pinova

Pagine: 472

Prezzo: € 21,00

In libreria: 24 giugno 2021

La mia sinistra

Collana: Pinova

Pagine: 352

Prezzo: € 18,50

In libreria: 24 giugno 2021

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi