• Mar. Lug 23rd, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

JESOLO B.A.M., UN’ALTRA ESTATE DI CULTURA E SPETTACOLI

DiRedazione

Lug 3, 2024

Presentata la quinta edizione del varietà in città, cinque serate in diverse location

Torna Jesolo B.A.M. il contenitore di arte, cultura e spettacolo organizzato dal Comune di Jesolo in collaborazione con Arteven e Fizzo Entertainment, con il supporto di Regione Veneto. Il “varietà in città” torna ad animare i mesi estivi con un ricco programma suddiviso in cinque giornate. Il calendario e i dettagli della quinta edizione di B.A.M. sono stati illustrati questa mattina nel corso di una conferenza stampa. L’iniziativa, nata nel 2020, propone un vero e proprio varietà “pop” nell’accezione più nobile del termine, con iniziative trasversali capaci di intercettare un pubblico ampio.

Cinque le serate in programma distribuite in vari luoghi della città nei mesi di luglio, agosto e settembre, tutte con inizio alle ore 21.00 e ad ingresso gratuito.

Il programma

La rassegna si aprirà mercoledì 17 luglio presso il Parco Grifone dove Mario Tozzi e Lorenzo Baglioni porteranno in scena il loro “Al clima non ci credo”: il primo, geologo e ricercatore del CNR, da anni volto noto del piccolo schermo; il secondo cantante, attore e matematico, cercheranno in un’ora e mezza scandita da un countdown scenico di convincere il pubblico che per arrestare i danni dei mutamenti climatici non c’è davvero più tempo.

La seconda tappa si svolgerà mercoledì 31 luglio, in piazza Mazzini, con lo spettacolo che mischia circo, teatro e cabaret grazie a Lanutti & Corbo con il loro “All’incirco varietà”: comicità, magia, acrobazia, poesia e un po’ di follia per un varietà surreal-popolare che ha come protagonisti dei personaggi bizzarri e assurdi capaci di far ridere e sognare, con la testa ma anche con il cuore.

Terza tappa sarà il JMuseo, mercoledì 7 agosto con una serata da naso all’insù grazie alla compagnia il Posto Vertical Dance Company che presenta “LoveBar”, una spettacolare danza verticale dove gli artisti si esibiranno sospesi alla parete principale del JMuseo. Uno spettacolo mozzafiato, adattamento di Marco Gnaccolini da “La Bottega del Caffè” di Carlo Goldoni. La commedia settecentesca è stata tradotta in una vera e propria partitura fisica attraverso la coreografia di danza verticale (firmata da Wanda Moretti): le parole dei personaggi trasformate in sequenze danzate, gli intrecci tra personaggi svelati in forma corporea, i rapporti tra classi sociali resi in azioni fisiche.

Mercoledì 21 agosto in piazza Torino con Emanuela Aureli e il suo “Mamma ho perso l’Aureli”, uno one-woman-show in cui l’attrice si diverte a mettere in scena i suoi tanti personaggi protagonisti negli anni in televisione e teatri.

Mercoledì 4 settembre, ultima tappa del B.A.M. in piazza Primo Maggio, con Cesare Bocci proporrà lo spettacolo “Paul McCartney e i Beatles: due leggende”, accompagnato dall’orchestra da camera Saverio Mercandante che proporrà alcuni tra i più celebri brani della band londinese, rielaborati e arrangiati per la sola orchestra, mentre a Cesare Bocci è affidato il compito di dar voce a Paul McCartney raccontando al pubblico un viaggio tra leggende e misteri dei Beatles.

Le dichiarazioni

Christofer De Zotti, sindaco di Jesolo:

“B.A.M. è un evento nato in maniera pionieristica ma che ha dimostrato subito il suo valore e per questo divenuto tappa fissa. B.A.M. rappresenta, inoltre, l’esempio tangibile del nostro impegno nell’investimento sugli appuntamenti che già esistono e possono crescere piuttosto che sul crearne innumerevoli di nuovi, arricchendo il palinsesto solamente con alcuni di mai visti e capaci di contribuire all’innalzamento della qualità, come ad esempio Festival Aqua. La rivisitazione di B.A.M., con il supporto di Regione Veneto e la collaborazione con Fizzo Entertainment e ArteVen, ci ha permesso di arrivare a una rassegna più contenuta ma molto più di spesso e capace di abbracciare interamente la città”.

Debora Gonella, assessore al turismo di Jesolo:

“Vogliamo dare voce all’arte e alla cultura in generale, per cui crediamo che B.A.M. possa essere il biglietto da visita dell’offerta cultura che poi prosegue con la rassegna teatrale invernale verso gli ospiti ma prima ancora dei residenti. Il pensiero da cui nasce B.A.M. è proprio rivolto a questi ultimi, a chi Jesolo la vive tutto l’anno, che anche in passato poteva godere di un’offerta culturale ma che forse era più frammentata e forse meno promossa”.

Luca Fizzo, Fizzo Entertainment:

“Quando B.A.M. è nato, con il supporto dell’attuale assessore regionale Francesco Calzavara, voleva rappresentare un contenitore di arte, cultura e spettacolo ‘pop’ nella sua più alta accezione. L’evento si è fatto ed è cresciuto e ora, con la nuova amministrazione e la collaborazione preziosissima di ArteVen, sta diventando proprio un vero ‘varietà futurista’”.

Giancarlo Marinelli, direttore artistico ArteVen:

“Il programma che abbiamo sviluppato ha l’obiettivo di farvi godere di quest’estate e si compone di nomi che mettono insieme il glamour, la popolarità, l’intrattenimento ma anche la profondità. Noi siamo felici di aver partecipato allo sviluppo di questo programma e dell’energia che Jesolo ci trasmette, che ci stimola e ci porterà ad essere sempre al fianco della città”.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE