• Sab. Lug 20th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

JESOLO : BILANCIO, GESTIONE VIRTUOSA A FRONTE DEL CARO BOLLETTE

DiRedazione

Apr 27, 2023

Questa sera in Consiglio la presentazione del documento contabile. I contributi per permessi a costruire superano gli 8,5 milioni, dall’imposta di soggiorno oltre 5,6 milioni di euro

Cautela, trasparenza, verifiche. Sono questi i pilastri sui quali l’amministrazione comunale ha impostato la gestione del conto economico e della spesa corrente del Comune, come emerge dalla relazione al bilancio che il vicesindaco e assessore alla programmazione economico finanziaria, Luca Zanotto, terrà di fronte al consiglio comunale. La gestione contabile dell’esercizio 2022 è stata caratterizzata dall’impatto negativo dei notevoli rincari energetici che hanno pesato già sulle fatture in scadenza a gennaio. L’incremento registrato nel 2022 rispetto al 2019 è stato di 984.535,03 euro (541 mila per energia elettrica e 443 per il gas). Solo da giugno lo Stato ha iniziato ad assegnare contributi finalizzati al sostegno di tali maggiori spese, che nel caso specifico sono stati utilizzati per 408.585,41 euro mentre i restanti 505.837,19 euro sono stati sostenuti con risorse proprie applicando avanzo libero.

Luca Zanotto

Il documento economico conferma la vivacità del settore edile: nel 2022 il Comune di Jesolo ha incassato 8,66 milioni di euro da contributi per permessi a costruire contro i 4,28 milioni del 2021. Escludendo le monetizzazioni urbanistiche relative agli svincoli alberghieri dalla somma incassata, nel 2022 l’ente ha introitato 6,64 milioni di euro contro i 4,28 milioni dell’anno precedente.

L’avanzo di amministrazione libero al 31 dicembre 2022 è di 12.771.313,73 euro, cifra rispetto alla quale Zanotto raccomanda l’utilizzo “con prudenza e prevalentemente per opere pubbliche come da programma elettorale”.


Il vicesindaco ha poi fornito all’Aula i dati relativi all’imposta di soggiorno, che per l’anno 2022 è stata di 5.663.532 euro. Il 77% del contributo (circa 4,3 milioni di euro) deriva dai versamenti delle strutture alberghiere, l’11% (circa 644 mila euro) da campeggi e il 12% (circa 653 mila euro) da unità abitative. “Nel corso del mese di marzo – ha ricordato Zanotto – l’amministrazione ha dotato il Comune del nuovo nucleo anti-evasione con l’obiettivo primario di informare e creare un clima di collaborazione con tutte le imprese del settore, anche con le più piccole”. L’imposta, ha evidenziato ancora il vicesindaco, “verrà utilizzata come previsto dalle norme e quindi al finanziamento di interventi in materia di turismo, tra cui quelli a sostegno delle strutture ricettive, poi quelli di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali, nonché dei relativi servizi pubblici locali”.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE