• Mar. Lug 23rd, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

LA POESIA AL SALONE DEL LIBRO 2023: ecco il cartellone degli eventi di POESIA curati da PORDENONELEGGE

DiRedazione

Mag 15, 2023

Da LAMARQUE a RONDONI, FIORI, BERTONI, RICCARDI. Gli omaggi a NERUDA, MERINI, FARROKHZAD, gli incontri con 45 VOCI della POESIA contemporanea dal 18 al 21 maggio

In programma 16 eventi e il panel che annuncerà la Cinquina finalista del Premio Strega Poesia, venerdì 19 maggio, condotto da Neri Marcorè. Quarantacinque voci della poesia del nostro tempo, per uno spaccato, curato dal direttore artistico di pordenonelegge Gian Mario Villalta, sulle più attuali proposte editoriali di settore: dalla poetessa Premio Saba 2023 Vivian Lamarque al finalista Premio Strega Poesia Umberto Fiori, passando attraverso autori di riferimento come Antonio Riccardi, Davide Rondoni, Stefano Dal Bianco, Alberto Bertoni. Nicola Gardini ci guiderà alla riscoperta di Ovidio attraverso la lettura delle sue Metamorfosi, e in cartellone gli omaggi a Pablo Neruda con la prima traduzione italiana del suo “Plenos poderes” (Passigli), a Alda Merini con gli inediti raccolti in “Ogni volta che ti vedo fiorire” a cura di Alberto Casiraghy (Manni) e alla poetessa iraniana Forugh Farrokhzād cui è dedicato “È solo la voce che resta “ (Condò editore).

Fra i protagonisti, ancora, lo scrittore e poeta Marco Balzano, vincitore del Premio Letterario Friuli Venezia Giulia “Il racconto dei luoghi e del tempo”, e l’autrice slovena Bronja Žakelj, che dialogherà di “Confini” in un incontro verso GO!2025. E ci saranno anche Beatrice Zerbini, Alberto Bertoni, Luigi Aliprandi, Tiziano Broggiato, Guido Monti, Maria Borio e tanti altri autori e autrici in rapporto alla poesia contemporanea.

TORINO – Un cartellone di sedici incontri e 45 voci della poesia contemporanea che si incrociano fra novità editoriali, appuntamenti a tema e omaggi a grandi autrici e autori, più l’evento dedicato al Premio Strega Poesia con l’annuncio della Cinquina finalista 2023: da giovedì 18 a domenica 21 maggio, al 35° Salone del Libro di Torino torna il cartellone Poesia organizzato da Fondazione Pordenonelegge.it a cura del direttore artistico Gian Mario Villalta, in collaborazione con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. Un programma che si articolerà fra le sale istituzionali del Lingotto e la Sala della Poesia, nello stand W 162 della Regione Friuli Venezia Giulia, al Padiglione Oval. «Anche quest’anno il cartellone include la parte portante della poesia al Salone – spiega Gian Mario Villaltaper una visione ad ampio raggio delle più significative esperienze poetiche e editoriali del nostro tempo, e con presentazioni che potranno coinvolgere anche i lettori che hanno meno familiarità con la parola poetica. È un programma che rappresenta le case editrici piccole e tenaci e dà voce anche alle riviste di settore, senza dimenticare l’impegno delle “major” che ci hanno consegnano quest’anno libri e autori irrinunciabili. Uno spaccato nel segno della continuità, ma con sguardo rinnovato e l’attenzione ai grandi nomi che fanno parte della memoria poetica, da Pablo Neruda a Alda Merini».

Si parte giovedì 18 maggio, alle 18 nella Sala della Poesia, con l’inaugurazione della nuova collana di Poesia di una delle più antiche case editrice italiane, Marietti 1820: ai lettori consegnerà due titoli che parlano d’amore, entrambi in libreria dal 12 maggio: in chiave romantica “La sposa perfetta” di Luigi Aliprandi, e, sul crinale del desiderio, “A corpo vivo” di Anna Segre. Il dialogo sarà condotto da Paolo Valesio, con letture di Giuditta Cambieri. Sfogliando il programma Poesia al Salone troviamo ancora una protagonista di riferimento, la poetessa Vivian Lamarque Premio Umberto Saba 2023, che domenica 21 maggio (ore 11.45, nella Sala Rosa del Padiglione 1, converserà di “Amori e padri” con l’autrice Beatrice Zerbini. Nel dialogo echeggeranno i versi dell’ultima raccolta di Lamarque, “L’amore da vecchia” (Mondadori), fra celebrazione della vita e paura del vivere, trepidazioni, perdite e fragili attese. E ritroveremo le sfumature innovative che Zerbini ha saputo conferire al “dire d’amore”, con voce insieme ironica e profonda.

Fresco finalista al Premio Strega Poesia 2023, Umberto Fiori interverrà venerdì 19 maggio, alle 17.00 nella Sala della Poesia, per la presentazione di “Autoritratto automatico” (Garzanti), una sorta di autobiografia poetica che riflette sul carattere mutevole ed effimero dell’essere umano. Con lui dialogherà il poeta e autore Antonio Riccardi che sabato 20 maggio, alle 11.00, presenta in dialogo con Gian Mario Villalta, le sue “Poesie 1987 – 2022” (Garzanti), venate di inquietudine di fronte all’imperscrutabile ferocia della realtà. L’incontro con Nicola Gardini, venerdì 19 maggio alle 12.00 nella Sala della Poesia, sarà una ideale ‘crasi’ delle più recenti pubblicazioni Garzanti: “Consigli a un giovane poeta” e il recentissimo “Chiedimi qualunque dono”, con sei episodi delle «Metamorfosi» di Ovidio tradotti dall’autore, per guidarci nella riscoperta dell’opera e della vita misteriosa del grande poeta latino. Venerdì 19 maggio, alle 16.45 nella Sala Bianca del Lingotto, sarà invece annunciata la Cinquina finalista del Premio Strega Poesia: condurrà l’evento Neri Marcorè e saranno presenti gli autori finalisti e i componenti del Comitato scientifico Andrea Cortellessa, Elisa Donzelli, Stefano Petrocchi, Laura Pugno, Antonio Riccardi e Gian Mario Villalta.

E ancora: al Salone di Torino il cartellone Poesia schiuderà l’occasione per approfondire le ultime scelte editoriali delle Collane Gialla e Gialla Oro, firmate da Fondazione Pordenonelegge.it con Samuele Editore: ecco dunque, sabato 20 maggio alle 12, l’incontro con i giovani poeti Andrea Cozzarini, Letizia Gava, Alessandro Stoppa e Francesco Terzago, intervistati dal curatore Roberto Cescon. E alle 15 si parlerà della collana Gialla Oro con una vocedi grande rilievo della scrittura poetica italiana, Alberto Bertoni, che discuterà della sua raccolta con l’editore Alessandro Canzian.

Tre appassionati omaggi saranno dedicati a voci grandi e “assolute” della poesia: a cominciare da Pablo Neruda, con la prima traduzione italiana integrale del suo “Plenos poderes” edita Passigli: domenica 21 maggio, alle 12, l’Incontro con Guillermo Carrascón, Fabrizio Dall’Aglio e Arianna Fiore per ritrovare una storica raccolta, uscita nel 1962, e penetrare nell’universo poetico del Premio Nobel Neruda, di cui ricorre quest’anno il cinquantesimo anniversario dalla scomparsa. Sarà invece la voce della poetessa Alda Merini a palpitare dagli inediti raccolti in “Ogni volta che ti vedo fiorire”, un progetto edito Manni a cura di Alberto Casiraghy: con lui, sabato 20 maggio alle 16.00 converserà Benedetta Centovalli, in un viaggio frai temi della grande poetessa milanese, dall’amore e dalla passione all’amicizia, alla pazzia. E domenica 21 maggio, alle 15, nella Sala della Poesia si parlerà della poetessa iraniana Forugh Farrokhzād cui è dedicato “È solo la voce che resta“ (Riccardo Condò editore). La curatrice Faezeh Mardani, in dialogo con la giornalista e antropologa Tiziana Ciavardini e con il traduttore italiano della raccolta Francesco Occhetto, ripercorreràla figura di Forugh Farrokhzād (1935-1967), spirito libero, intellettuale raffinata, che sfidò i rigidi schemi culturali del suo paese, l’Iran, diventando un riferimento dei movimenti di emancipazione femminile di tutto il mondo.

Fra i protagonisti, ancora, lo scrittore e poeta Marco Balzano, vincitore del Premio Letterario Friuli Venezia Giulia 2022 “Il racconto dei luoghi e del tempo”, protagonista sabato 20 maggio alle 15 nella Sala Rosa del Padiglione 1: l’occasione per sfogliare, nell’intervista curata da Gian Mario Villalta, il racconto lungo “L’estate della neve” (Italo Svevo editore), ambientato in una Carnia da ritrovare e riscoprire. Mentre l’autrice slovena Bronja Žakelj dialogherà di “Confini” con Mauro Daltin e Elisa Copetti, sempre sabato alle 17 nella Sala della Poesia: una conversazione che ci proietterà verso l’evento GO!2025 e la celebrazione “no borders” della città di Gorizia e Nova Gorica.

A cura di Samuele editore l’incontro di venerdì 19 maggio, ore 16.00, “Come a casa. Laboratori critici e Seamus Heaney”, dedicato alla rivista semestrale di poesia e all’antologia delle poesie di Pascoli tradotte da Heaney. Converseranno Maria Borio, Leonardo Guzzo e Irene De Angelis, coordinati da Matteo Bianchi. I due nuovi libri di poesia pubblicati dalla casa editrice Le Lettere, “Le estreme conseguenze” e “Altre stanze”, saranno presentati con gli autori Andrea Donaera e Vanni Santoni sempre venerdì alle 15, presenta Riccardo Frolloni. E domenica, alle 16, si incroceranno le poesie di Tiziano Broggiato riunite nella nuova raccolta “Sorvoli” (Pellegrini 2023) e i versi di Guido Monti inseriti nella raccolta “Le stanze” (Pequod). Presenta il poeta Davide Rondoni che, sempre domenica, alle 17 converserà con Stefano Dal Bianco delle riviste ClanDestino e Scarto minimo, due riferimenti storici per le generazioni poetiche degli anni Ottanta e Novanta: sarà l’occasione per ripercorrere la serietà e la pazienza di un lavoro ultradecennale intorno alla poesia,

In copertina : Alda Merini

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE