• Ven. Giu 14th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

LA STRANA COPPIA: debutta sabato la nuova produzione del Teatro Fuori Rotta (PADOVA)

DiRedazione

Mar 22, 2019

Sabato 23 marzo 2019 – ore 21

Teatro ai Colli (Via Monte Lozzo – Padova)

LA STRANA COPPIA di Neil Simon

Compagnia Fuori Rotta

Regia Gioele Peccenini

Con: Giacomo Aghergheloae, Giulio Cocchiarella, Fausto Fusto, Gioele Peccenini, Anna Scomparin, Marta Zanellato;

Scene: Marilena Fiori;

Audio luci: Paolo Canova –  Marilena Fiori

Intero: 8 € – Ridotto; 7 € Under 14: gratuito

Info e prenotazioni: 3277661425 – info@teatroaicolli.it

La compagnia teatrale Fuori Rotta ha scelto di presentare la sua ultima produzione durante la stagione di prosa del Teatro ai Colli, diventata per gli attori una seconda casa. Dopo “A piedi nudi nel parco” e “L’ultimo degli amanti focosi” è nuovamente un lavoro del commediografo Neil Simon a salire sul palcoscenico, con La strana coppia. Una scelta non casuale: Simon da una parte ha portato fortuna alla compagnia teatrale padovana, grazie al successo riscosso con le prime due pièce, e dall’altra è considerato un commediografo moderno, capace di non annoiare e non cadere mai nel banale, perché lavora sui conflitti, nel caso de La Strana Coppia gioca con l’aspetto culturale e caratteriale dei due protagonisti. “Mi piace portare in scena lavori scritti per il teatro, diventati famosi grazie alla realizzazione cinematografica – spiega il regista Gioele Peccenini – tutti ricordano l’omonimo film interpretato magistralmente da Walter Matthau e Jack Lemmon, ambientato a New York. Riportandoli sul palcoscenico diamo la possibilità al pubblico di cogliere quella bellezza e poeticità che sul grande schermo non si coglie”. La commedia, che racconta la strana convivenza di Oscar Madison, giornalista sportivo, che conduce un’esistenza da scapolo, con l’amico Felix Ungar, appena lasciato dalla moglie, ossessionato dall’ordine e dalla pulizia, non è ambientata negli anni ’60 come la versione originale, è invece molto contemporanea. “Abbiamo lavorato molto sulle scenografie e sulle musiche, che fanno da sfondo ad due scene importanti della storia, completamente riviste – continua Peccenini – così come abbiamo dato un’importanza diversa, rispetto ad altre produzioni, dei ruoli secondari, che qui diventano co-primari. La logica degli eventi e la loro evoluzione dipende anche da loro e non solo dai due protagonisti”

Le foto allegate sono della fotografa Francesca Boldrin

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE