• Mer. Mag 29th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

LECCE vs UDINESE : 0-2 – Le pagelle di STERA

DiStera

Mag 13, 2024

LE PAGELLE DI STERA

LECCE vs UDINESE : 0 – 2
Lucca (U), Samardzic (U)


13/05/2024

OKOYE (BETTINA): 6
Quando serve lui c’è. Si fa sempre trovare pronto e attento dando alla squadra la sensazione di avere le spalle coperte. Per chi ancora si chiede perché lui e non Silvestri, forse sarebbe ora di farsene una ragione.
I N D I S C U T I B I L E

PEREZ (CLAUDIA): 7
Al rientro dopo la squalifica, si fa subito notare per la precisione nelle chiusure e la scelta delle posizioni in campo. Diagonali difensive perfette, grinta e sostanza. Non è un nazionale argentino per caso…
I M P E C C A B I L E

KRISTENSEN (JANE): 6
Si, qualche leggerezza la compie, ma sa anche usare la giusta tecnica e fisico quando le cose si mettono male. Meno pulito dei suoi compari di difesa, ma con un potenziale ancora tutto da scoprire.
V E N T U R O

BIJOL (IRENA): 6,5
Concreto, preciso, deciso! Una risorsa imprescindibile per questa squadra. In area comanda lui.
P E R S U A S I V O

EHIZIBUE (BLESSING): 6
Partita giocata di slancio dall’olandese. Bravo nel fare valere le sue lunghe leve, un po meno preciso nei passaggi. Esce per Festy.
P O D I S T A

KAMARA (KARIDJA D.): 5,5
Non brilla per stile e non si fa notare per giocate di rilievo. Ma resta tutta la partita in campo, dando il suo costante contributo alla vittoria friulana.
A B B O Z Z A T O

WALACE (ALINE): 6
Attento e ordinato si prende il controllo del centrocampo con chiusure precise e decisive. Manca però ancora nella fase del: cosa faccio con il pallone tra piedi? Esce per Zarraga.
A D E G U A T O

SAMARDZIC (LJILJANA): 6,5
Partita più di sostanza che di forma per il giocatore serbo. Arricchisce la sua prestazione con la rete del raddoppio. Esce per Ferreira.
C O S P I C U O

PAYERO (ALEJANDRA): 5,5
Non particolarmente brillante, si occupa invece di limitare l’avversario. Prova anche la via del goal, ma i risultati dicono che forse servirebbe un gommista per rivedere la convergenza dei suoi piedi. L’assist per Concetta però è da manuale del calcio! Un controsenso tecnico!
R I S T R E T TO

LUCCA (CONCETTA): 6,5
Lotta riuscendo a crearsi anche i giusti spazi, anche se spesso è troppo isolato. Sfrutta al meglio stazza e coordinazione per realizzare il suo ottavo goal in campionato. Esce per Davis.
K I L L E R

SUCCESS (OSARUGUE): 6
Scelto titolare dopo la rete contro il Napoli, si dimostra in forma e voglioso di dare il suo contributo. Sfortunata una sua conclusione a rete. Esce per Pereyra.
R I N V I G O R I T O


DAVIS (JENNIFER): 6
Entra al posto di Lucca e dalla sua caparbietà esce il raddoppio bianconero.
PEREYRA (ROSA): 6
Dentro per Success. Tocca pochi palloni, ma si rivelano preziosi.
FESTY (LYDIA): 5,5
Da il cambio a Ehizibue senza riuscire a imporsi.
FERREIRA (LUCIA): s.v.
Subentra a Samardzic.
ZARRAGA (EGAÑA): s.v.
Quinto cambio per Walace.

IL MISTER: 7
Sceglie Success titolare al fianco di Lucca non potendo contare su un Pereyra in forma, con Payero preferito a Zarraga. Con i primi cambi sceglie di fare forma diversa al suo attacco con Pereyra e Davis. Finalmente un allenatore che sa leggerea la partita. E finalmente arriva la prima vittoria in Serie A.
D I S T I N T O

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI
Tifosi al seguito : 8
Non regge l’idea che comunque è una gran bella gita. Questi tifosi sono il cuore e l’anima di questa squadra. Meritano di più!


LA PARTITA:
Lecce già salvo, in virtù dei risultati maturati nel fine settimana, in questa 35^ giornata di campionato. Bianconeri che possono provare a fare valere le motivazioni di salvezza, che vedono i friulani attualmente a due punti dalla salvezza che si trova a 32 punti, occupati ora da Empoli e Frosinone, che saranno anche le ultime due sfide per gli uomini di Cannavaro. Fatto curioso oggi per i bianconeri: il nome stampato sulle magliette è quello della propria mamma, per onorare la festa della mamma dello scorso week-end. Hanno aderito alla proposta pensata e ideata dal Milan e poi proposta a Lega Serie A, oltre ai bianconeri ovviamente i rossoneri, Cagliari, Genoa, Torino, Verona e i salentini. Arbitra Massa, coadiuvato da Imperiale e Preti, quarto uomo Marchetti, al VAR Di Paolo e Serra.

STATISTICHE:
Solo un pareggio nelle precedenti sfide tra le due formazioni in Via del Mare. Negli ultimi cinque incroci invece 1V Udinese, 2V Lecce e 2 pareggi. Quanto alle reti segnate in questo torneo, siamo 33 a 32 per il Lecce. Si affrontano, poi, due delle peggiori squadre per passaggi riusciti, con i friulani fanalino di coda.

SINTESI: Attenti e cinici!
Minuto di silenzio in ricordo delle vittime di Casteldaccia (PA), costato la vita a 5 operai morti sul posto di lavoro. Si sfidano Gotti e Cannavaro, che per il tecnico dei salentini ha un significato particolare, visto l’affetto speciale che lo tiene legato ai bianconeri e alla gente friulana grazie alla sua esperienza in terra friulana. Squadre in campo con le divise ufficiali, in una bella giornata che volge al tramonto. Lecce subito aggressivo. Chiusura decisiva di Perez al 4^ su Krstovic. Friulani contratti in questi minuti iniziali. Ancora pericoloso Krstovic al 10^, la difesa salva in corner. Punizione di Samardzic al 17^, pallone deviato in corner dalla barriera. Sul cross dalla bandierina di Samardzic, Kristensen anticipa l’uscita di Falcone ma colpendo male, con la spalla, manda alto sulla traversa. Payero calcia, piuttosto male, al volo dal limite dell’area, palla alta sulla traversa al 21^. Bijol salva su Krstovic lanciato a rete al 22^. Bravo Success a crearsi lo spazio per calciare dal limite dell’area, palla alta al 24^. Ci prova Perez dal limite al 30^, pallone che sfila sul fondo. Su cross di Ehizibue al 33^ Samardzic manca l’impatto con la palla in area, con l’azione che sfuma. Lucca fa otto in campionato! Sul cross al bacio di Payero svetta la testa di Concetta (Lucca) e pallone in rete per il vantaggio friulano. Ancora Lucca al 37^, tiro dalla distanza abbondantemente a lato. Un minuto di recupero. Indeciso Okoye che regala un corner ai salentini. Primo tempo che finisce con i friulani avanti di una rete. Nessun cambio di formazioni al rientro dagli spogliatoi. Kristensen, con il fisico, limita Almquist facendo svanire l’azione del #7 in area friulana. Payero esagera cercando la porta dalla distanza al 50^, imprecisa la conclusione esce a lato. Ehizibue al 54^ conclude altissimo dalla distanza. Primi cambi, Gotti manda in campo Berisha e Pierotti al 55^. Ammonito Dorgu per fallo su Ehizibue al 57^. Giallo a Payero al 59^ per fallo su Berisha. Pongracic arriva al limite dell’area, dopo aver trovato spazi salendo palla al piede dal centrocampo, calcia a lato al 65^. Cannavaro manda in campo Davis e Pereyra al 68^. Resta a terra Ehizibue al 69^ dopo un duro contrasto di gioco. Samardzic servito da Davis conclude a lato dalla distanza al 71^. Altri due cambi per Gotti al 72^, dentro Gonzalez e Oudin. Okoye si oppone ad una conclusione dal limite di Pierotti al 72^. Di nuovo a terra Ehizibue. Deve uscire il #19, al suo posto Festy. Baschirotto svetta in area e di testa colpisce trovando Okoye attento a far suo il pallone al 77^. I cambi di Cannavaro hanno di fatto abbassato i bianconeri, che ora non riescono a prendere in mano le redini del gioco. Samardzic!!! Cross di Pereyra per Davis che impegna Falcone, pallone che arriva all’accorrente Ljiljana, che scarica con rabbia e potenza nel sacco leccese il raddoppio friulano. Cinque i minuti di recupero comminati da Massa. Pronti ad entrare Zarraga e Ferreira al 90^. Al 91^ arriva alla conclusione dal limite Payero, palla a lato. Finisce al Via del Mare, risultato che regala punti preziosi e nuove speranze alla truppa di Mister Cannavaro.

ANALISI: Con cuore, anima e cervello, si può tutto…
Partono a mille i pugliesi, gasati dalla salvezza già raggiunta con ancora tre partite da giocare. Bianconeri inizialmente contratti e impauriti, che riescono a prendere le misure agli uomini di Mister Gotti spostando di fatto il baricentro del gioco verso l’area opposta. Lucca fa valere le sue doti migliori e di testa porta avanti i friulani, che si dimostrano compatti e ben registrati in ogni reparto reggendo il ritorno dei giallo-rossi fino al fischio del Signor Massa. Secondo tempo che riparte con le stesse note del primo, anche se i cambi salentini spostano pericolosamente il baricentro del gioco verso l’area friulana. Bravo Okoye prima a farsi trovare pronto. Barvo poi Cannavaro a leggere la partita e fare i cambi giusti che portano al secondo goal e alla vittoria tanto agognata. Raggiunto il Cagliari al 15^ posto, i bianconeri ora dovranno lavorare per tenersi dietro Empoli e Frosinone distaccate di un punto e prossime avversarie.


LECCE: FALCONE 6, BASCHIROTTO 4.5, DORGU 5.5 (OUDIN 5.5), GALLO 5, GENDREY 5, PONGRACIC 5.5, BLIN 5.5 (PIEROTTI 5.5), RAFIA 5.5 (BERISHA 5.5), RAMADANI 5.5, ALMQUIST 6 (GONZALEZ 6), KRSTOVIC 5.5

Di Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE