• Mar. Lug 5th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Martedì 7 settembre, ore 18.30 alla CHIESA DEI SERVI lo Stabat Mater di Alessandro Acarlatti per Vicenza in Lirica

DiRedazione

Set 5, 2021

Festival Vicenza in Lirica 2021

“L’Opera è Giovane”

Vicenza 28 agosto – 12 settembre 2021

Martedì 7 settembre, ore 18.30 alla CHIESA DEI SERVI lo Stabat Mater di Alessandro Scarlatti  interpretato da  Costanza Cutaia (soprano, in foto di copertina), Antonia Salzano (contralto), Ensemble barocco del festival Vicenza in Lirica,Carlo Steno Rossi (concertatore al cembalo) nell’ambito del cartellone del Festival Vicenza in lirica 2021.

Ingresso gratuito

Nel giorno che precede la festa patronale della città dedicata a Maria, il Festival Vicenza in Lirica propone al suo pubblico Martedì 7 settembre, ore 18.30 alla CHIESA DEI SERVI,  una straordinaria meditazione in musica, lo Stabat Mater di Alessandro Scarlatti, eseguito dalle due giovani soliste Costanza Cutaia, soprano, e Antonia Salzano, contralto, accompagnate dall’Ensemble Barocco del Festival, concertatore al cembalo Carlo Steno Rossi.

Per rendere ancora più toccante e coinvolgente la straordinaria sequenza dello Stabat Mater, verranno inserite alcune letture con relative proiezioni curate dai giovani allievi del Liceo “Guarino Veronese” di San Bonifacio (Verona) che dal 2019 collabora con il Festival. Uno degli obiettivi principali del Festival è sempre stato quello di creare un dialogo con i giovani per far conoscere loro la straordinaria ricchezza offerta dal mondo dell’opera lirica e del teatro in generale.

Il Festival, ideato e promosso dall’associazione Concetto Armonico, con la direzione artisticadi Andrea Castello, gode del sostegno del Ministero della Cultura, della collaborazione, sostegno e patrocinio del Comune di Vicenza, della collaborazione di AGSM AIM, del patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Vicenza, dell’Archivio storico Tullio Serafin, del Teatro La Fenice. Gode dell’alto patrocinio del Parlamento Europeo per la serata benefica del 29 agosto e si sviluppa grazie all’appoggio fondamentale di sponsor privati, partner e collaborazioni.

Inoltre è inserito nel cartellone “Vicenza estate 2021 – cultura, spettacoli, divertimento” dell’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza.

Informazioni, biglietti e prevendite:

Biglietteria in prevendita nel circuito vivaticket.com Prenotazioni biglietteria@vicenzainlirica.it Biglietteria del Teatro Olimpico, dal 24 agosto al 12 settembre, orari 10-12/15-17 (lunedì chiuso).

Biglietto unico € 10,00 (da destinare alle borse di studio per i giovani solisti)

Martedì 7 settembre, ore 18.30

CHIESA DEI SERVI

Stabat Mater

di Alessandro Scarlatti.
Interpreti:

Costanza Cutaia (soprano), Antonia Salzano (contralto), Ensemble barocco del festival Vicenza in Lirica, Carlo Steno Rossi (concertatore al cembalo).

Ingresso gratuito

Profili

Costanza Cutaia, soprano

Componente del Coro di Voci bianche dell’Accademia di Santa Cecilia, debutta giovanissima nel contemporaneo come Voce nella colonna sonora realizzata dal M° Arturo Annecchino per il film Nessuno si salva da solo (2015) del regista Sergio Castellitto, candidata come migliore canzone al Premio David di Donatello. Successivamente inizia gli studi del canto lirico e si diploma nel 2020 con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Statale di Teramo, sotto la guida del M° Valentina Marraffa e del M° Alessandro Luciano. Partecipa come soprano solista ai concerti organizzati dall’Accademia d’Ungheria di Roma presso Palazzo Falconieri e nel 2020 al concerto di Natale “Bach&Händel” con l’Orchestra da camera Europa Muisca a Pomezia nella Chiesa di San Benedetto e a Ciampino nella Chiesa Gesù Divino Operaio, eseguendo arie dal Messiah di Händel. Ha seguito numerose Masterclass con i Maestri: Giuseppe Sabbatini, Renata Lamanda, Stefano Giannini, Alessandro Benigni, Donato Renzetti. Attualmente frequenta il biennio di Canto lirico presso il Conservatorio Gioacchino Rossini di Pesaro sotto la guida del M° Anna Vandi. Ad agosto 2021 debutterà in occasione dell’OPERNFEST della Berlin Opera Academy a Kamdersteg nell’opera “Hansel unt Gretel” di Engelbert Humperdinck nel ruolo di “Sandman”.

Antonia Salzano, mezzosoprano

Antonia Salzano

Nata a Napoli nel 1991 inizia gli studi di canto nel 2006. Nel 2015 si accosta allo studio del canto lirico presso l’associazione Estri Armonici, sotto la guida di Aminta De Luca. Nel 2016 è allieva presso il Conservatorio di Musica Domenico Cimarosa di Avellino sotto la guida di Maria Grazia Schiavo, conseguendo la laurea di primo livello con il massimo dei voti. Attualmente frequenta la magistrale al Conservatorio S. Cecilia di Roma, sotto la guida di Sara Mingardo.

Ha frequentato diverse masteclass, fra cui si segnalano quelle di Canto Barocco con Sara Mingardo, di canto lirico di Antonio Juvarra, e a quella di musica antica di Richard Paul Crab. Durante il percorso formativo in Conservatorio ha svolto un’intensa attività concertistica da solista, affrontando opere di Handel (Ariodante), A. Scarlatti (La Giuditta), Rossini (L’italiana in Algeri; Tancredi; Petite Messe Solennelle) Pergolesi (Stabat Mater).

Ha preso parte ai concerti con musiche di Durante, diretti dal musicologo e critico d’opera Dario Ascoli. Nell’Ottobre 2016 debutta nel ruolo di Maestra delle novizie, e nel ruolo della Suora Infermiera nell’opera “Suor Angelica” di Giacomo Puccini sotto la direzione del M° Massimo Testa al “State Opera Rousse” a Ruse in Bulgaria. Nel 2018 si esibisce come solista alla Rassegna Nazionale di Teatro Scuola Pulcinellamente XX, in occasione del conferimento del premio Pulcinellamente a Maria Grazia Schiavo, in arie di Durante, Jommelli e Cimarosa. Per l’Associazione A. Scarlatti, esegue come solista, la Messa di Santa Cecilia di Scarlatti, sotto la direzione del M° Antonio Spagnolo, presso la Chiesa di S. Giovanni Maggiore a Napoli. Nel 2019 per il concerto “Villanella e Canzone – Napoli si racconta”, e al concerto “Poi mi parea volare – Villanelle, fantasie, canzonette, madrigali del XVI e XVIII secolo” sotto la direzione del M* Rosario Totaro, direttore anche “dell’Ensemble Madrigalistico del Cimarosa”, nato da un progetto didattivo. L’ensemble ha partecipato a numerosi concerti, e i consensi del pubblico hanno dato luogo alla realizzazione di un progetto discografico, pubblicazione prevista per giugno 2021.

Partecipa al Gran Galà lirico “Le più belle arie d’opera” presso l’Abbazia dei Santi Pietro e Paolo a Pescasseroli, nel ruolo di Smeton dall’opera Anna Bolena di Donizetti. Si esibisce nel ruolo di Cherubino, dell’opera “Le Nozze di Figaro” di Mozart, per il Nola Opera Festival. Nel Dicembre dello stesso anno, per l’Associazione A. Scarlatti, si esibisce al concerto delle Cantate Sacre di J.S. Bach insieme al Soprano Maria Grazia Schiavo, sotto la direzione del M° Leonardo Muzii. Nell’Ottobre 2020 si esibisce in un suo recital, a Viterbo, per il concerto “Viterbo in Musica – Festival di Musica Classica”, con L’associazione “I bemolli sono blu” con Musiche di Cenci, Landi, Monteverdi, Caccini.

E’ stata selezionata per il ruolo di Melissa nell’opera “La liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina” di Francesca Caccini, che si terrà a Luglio, a Brighton, per il Brighton Early Music Festival 2021; ed inoltre e’ stata selezionata dal direttore d’orchestra Dmitri Jurowski per il ruolo di Paoluccia nell’opera “La buona figliuola” di Niccolò Piccinni, che verrà rappresentata a Roma nell’autunno 2021 e successivamente a Novosibirsk e a San Pietroburgo.

CARLO STENO ROSSI, clavicembalo

Dopo aver conseguito il diploma di Pianoforte presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste ed il diploma in Clavicembalo presso il Conservatorio “F. A. Bonporti” di Trento con il massimo dei voti, ha frequentato la Schola Cantorum di Basilea al fine di approfondire l’esecuzione con criteri filologici della musica antica e barocca, con particolare attenzione al repertorio per clavicembalo, organo e fortepiano.

Tiene costantemente concerti sia come solista all’organo ed al clavicembalo che come continuista con diverse orchestre ed ensemble specializzate nell’esecuzione di musica antica e barocca su strumenti originali partecipando a Festival e Stagioni concertistiche nazionali ed internazionali in Italia ed all’estero. Costante è la collaborazione con l’ensemble La Stagione Armonica diretta da Sergio Balestracci con il quale suona anche in Duo.

Ha partecipato in qualità di continuista al cembalo alla realizzazione di prime esecuzioni in tempi moderni di varie opere ed oratori (Atenaide di A. Vivaldi – Radio Rai 3; Marc’antonio e Cleopatra di J.A. Hasse – Rai 5; L’Olimpiade di B. Galuppi – DVD Dynamic; Vespro della Beata Vergine di O. Tarditi – Radio Rai 3; La Passione di Gesù Cristo Oratorio per Soli, Coro e orchestra di F. Paër – CD CPO).

All’attività concertistica affianca quella di trascrittore e revisore di partiture di opere, oratori e musica strumentale: L’Olimpiade di B. Galuppi ed Il Crociato in Egitto di G. Meyerbeer per la Fondazione Teatro La Fenice di Venezia (2007); La Cecchina di Niccolò Piccinni per la Fondazione Teatro Donizetti di Bergamo (2011) ed il Teatro Comunale “Mario Del Monaco” di Treviso (2017); i componimenti drammatici Amor Prigioniero di Luca Antonio Predieri e di G. Bonno ed il Dialogo tra la Vera Disciplina ed il Genio di Antonio Caldara, che ha diretto in prima esecuzione nei tempi moderni con Venetia Antiqua Ensemble nell’ambito delle Stagioni di Musica Barocca organizzate da Venice Music Project (2017).

Ha curato nel 2017, per conto de I solisti Veneti di Claudio Scimone, l’edizione moderna del mottetto “Tuba, tympana cantate” di F. Bertoni eseguito nell’ambito del Veneto Festival 2017. Nel 2018 ha realizzato la trascrizione moderna della “Missa Commemorationis” (1729) per Soli, Coro e orchestra di Antonio Caldara, che ha poi diretto nella Cattedrale di Cremona con l’ensemble “Il Continuo” e nel 2020 dell’opera L’Olimpiade di Antonio Vivaldi per il Festival Vicenza in Lirica (trasmessa su Rai 5).

Ha registrato in varie occasioni concertistiche per Radio Rai 3, Rai 5, la Radio Nazionale Polacca e per le etichette discografiche CPO e Dynamic. Per l’etichetta Deutsche Harmonia Mundi-SONY ha registrato con l’ensemble La Stagione Armonica diretta da Sergio Balestracci – in veste di continuista e di solista all’organo – 2 CD con i Responsori per la Settimana Santa di Alessandro Scarlatti alternati a brani solistici all’organo composti dello stesso autore.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi