• Gio. Giu 1st, 2023

Voce del NordEst

Il web magazine online 24/7

MASSIMILIANO FERRATI (vincitore del premio RUBINSTEIN) in concerto al Miela mercoledì 8 giugno

DiRedazione

Giu 7, 2022

PREMIO ARTHUR RUBINSTEIN TEL AVIV E PREMIO BUSONI COMPETITION A BOLZANO, MASSIMILIANO FERRATI A TRIESTE SI ESIBIRA‘ SU PAGINE DI MOZART (SONATA IN DO MAGGIORE K330 E SONATA IN LA MINORE K310) E DI LUDWIG VAN BEETHOVEN (SONATA IN DO MAGGIORE OP.53 – WALDSTEIN E LA SONATA IN MI BEMOLLE MAGGIORE OP.81A – LES ADIEUX).

TRIESTE – Con la performance di Massimiliano Ferrati, uno dei pianisti più amati sulla scena musicale contemporanea, apprezzato per la forza tecnica, la musicalità e il carisma delle sue interpretazioni. giunge a conclusione mercoledì 8 giugno, alle 20.30 al Teatro Miela, il cartellone cameristico “Cromatismi” per la tranche gennaio – maggio (e poi riprenderà a settembre), cartellone promosso da Chamber Music Trieste per la direzione artistica della musicologa Fedra Florit.

Premio Speciale al Concorso “Arthur Rubinstein Piano Master Competition” di Tel Aviv e Premio Busoni Competition a Bolzano, Massimiliano Ferrati si presenterà al pubblico di Trieste in un piano recital capace di valorizzare la sua straordinaria profondità di suono. In programma pagine di Wolfgang Amadeus Mozart con laSonata in do maggiore K330, ariosa e brillante, nota per la sua ‘leggerezza’, e, quasi all’opposto, la Sonata in la minore K310 detta anche “la Parigina”, una delle due uniche Sonate per pianoforte scritte da Mozart in una tonalità minore: scelta che si riflette in un contenuto musicale di pathos espressivo e drammatico, quasi una declinazione dello Sturm und Drang, che aveva conquistato i salotti parigini. In programma anche due Sonate notissime di Ludwig van Beethoven: la Sonata in do maggiore op.53 – Waldstein, punto culminante della «seconda maniera» beethoveniana in cui profondità dell’ispirazione e virtuosismo strumentale si fondono in un possente blocco di stupefacente modernità. E la Sonata in mi bemolle maggiore op.81a – Les Adieux, concepita in un contesto storico e personale delicato, per l’allontanamento dell’Arciduca Rodolfo d’Austria in conseguenza della guerra austro-francese, nel 1809.

L’ingresso è aperto sulla base delle norme sanitarie vigenti, biglietti presso TicketPoint Trieste, info www.acmtrioditrieste.it. Cromatismi è il cartellone numero 27 allestito da Chamber Music, con il sostegno del MIC – Ministero della Cultura, della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e di Banca Mediolanum, Itas Assicurazioni, Suono Vivo – Padova, Fondazione Casali, Civibank e Zoogami.

Massimiliano Ferrati, pianista versatile e dal vasto repertorio, si è diplomato con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale di merito al Conservatorio di Adria, si è perfezionato con Konstantin Bogino e Paul Badura-Skoda, concludendo poi i suoi studi con Sergio Perticaroli presso l’Accademia Nazionale “S. Cecilia” di Roma. È stato premiato in numerosi concorsi pianistici internazionali (“Arthur Rubinstein” Tel Aviv, Dublin Competition, “Esther Honens”, Busoni Competition Bolzano, “A. Casagrande” di Terni, “Rina Sala Gallo” di Monza, dove ha ottenuto il Grand Prix all’unanimità e il Premio Speciale in repertorio russo, “UNISA” Competition Pretoria). Suona nelle più prestigiose sedi di concerto, come l’Accademia S. Cecilia di Roma, Amici della Musica di Mestre, Novara, Padova, Pistoia, Foggia, Campobasso, Verona, Vicenza, Stagione Musicale Varese, Associazione “A. Mariani” Ravenna, Asolo Musica, l’Associazione Scarlatti e Teatro San Carlo Napoli, Teatro La Fenice, Festival delle Nazioni, Teatro dell’Opera di Roma, alle Serate Musicali e Società dei Concerti a Milano, Teatri di Treviso, Unione Musicale Torino, Musica Insieme Bologna, Associazione Chamber Music Trieste e in teatri e sale da concerto in Europa, USA, Sud Africa, Israele, UK e Cina, con la Calgary Philharmonic Orchestra, l’Ensemble Gli Archi della Scala, la Israel Philharmonic Orchestra, la Moscow Symphony Orchestra e la National Symphony Orchestra of Ireland. Dal 2013 incide per l’etichetta olandese Brilliant Classics. Attualmente è docente di Pianoforte al Conservatorio di Castelfranco Veneto.

Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.