• Gio. Mag 30th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Palmanova Tartini Piano Master – 14 e 15 ottobre 2023 : 6 talentuosi pianisti e 6 concerti

DiRedazione

Ott 11, 2023

Sabato 14 e domenica 15 ottobre,

al Teatro Gustavo Modena di Palmanova

PALMANOVA TARTINI PIANO MASTER

Sei talentuosi pianisti e 6 concerti, tre al giorno, proposti al pubblico con ingresso libero. Con la partecipazione dei concertisti Matteo Bevilacqua, Luca Chiandotto, Alessandra Fornasa, Mattia Groppello., Andrej Shaklev, Kostandin Tashko, tutti impegnati nel Piano Master di Secondo Livello avviato dal Conservatorio Tartini. Accesso gratuito per il pubblico.

Un cartellone interamente dedicato al pianoforte: sei talentuosi pianisti e tre concerti al giorno in un fine settimana tutto da ascoltare e da gustare, viaggiando nel repertorio dei grandi Maestri della musica, sabato 14 e domenica 15 ottobre al Teatro Gustavo Modena: Palmanova Tartini Piano Master è il titolo della maratona pianistica promossa dal Conservatorio Tartini di Trieste e dal Comune di Palmanova – Assessorato alla Cultura, una due giorni che accoglierà artisti giovani con una carriera in grande ascesa, tutti pluripremiati e tutti attualmente impegnati al Master di Secondo livello in pianoforte avviato dal Conservatorio Tartini. Si avvicenderanno, nel corso di questo “festival” del pianoforte, Matteo Bevilacqua, Luca Chiandotto, Alessandra Fornasa, Mattia Groppello, Andrej Shaklev e Kostandin Tashko.

Le loro esecuzioni saranno dedicate ad alcune delle pagine più note e amate della scrittura pianistica. Il festival si inserisce nel percorso formativo dell’unica realtà regionale (e tra le pochissime in Italia) dedicata al terzo livello di istruzione, in corso al Tartini, un’iniziativa progettata dal Direttore del Conservatorio Sandro Torlontano con i docenti Irene Russo, Teresa Trevisan e Luca Trabucco. Palmanova diventerà così, per due giorni, “città del pianoforte”, con il suo palcoscenico dedicato in esclusiva agli studenti del Master: a sottolineare la missione, non solo formativa ma squisitamente performativa, destinata al più elevato livello di studi previsto dall’ordinamento nazionale.

L’ingresso è liberamente aperto al pubblico, info e dettagli su www.comune.palmanova.ud.it –  conts.it.

Si parte sabato 14 ottobre, al Teatro Gustavo Modena alle 16.30, con il concertista Luca Chiandotto, vincitore del Premio Brunelli 2018, del Coimbra World Piano Competition 2023, finalista all’Isidor Bajic Piano Memorial Competition 2018 di Novi Sad. Si è esibito in molte sale da concerto in Italia e all’estero, come la Sala del Ridotto del Teatro Verdi di Trieste, le Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia, la Sala dei Giganti di Padova, la Showroom Fazioli di Milano, il Teatro Titano di San Marino. Al Teatro Gustavo Modena proporràpagine di Ravel, Le tombeau de Couperi, e di Albéniz, dalla Suite Iberia

Si prosegue alle 17.45 con Kostandin Tashko, impegnatonella celebre Sonata Op. 57 “Appassionata” di Ludwig van Beethoven. Cui seguiranno pagine di Chopin (Mazurka Op. 56 No. 3) e Liszt (Funerailles S.173, Sonetto 104 del Petrarca).Kostandin Tashko, classe 1997 nato a Tirana, è uno dei laureati del prestigioso Ljubljana Festival International Piano Competition 2023 e finalista del 64th International Busoni Piano Competition 2023. Fra i suoi riconoscimenti internazionali anche il 2° premio alla XXXVII edizione del Premio Venezia 2021, si è esibito nelle grandi sale da concerto europee, dal Teatro La Fenice di Venezia al  Musikverein di Vienna, dal Teatro Verdi di Trieste alla Fazioli Concert Hall, alle Settimane Musicali del Teatro Olimpico e Piano City Milano.

In chiusura del programma di sabato, alle 19.00 riflettori sulla pianista Alessandra Fornasa, con un recital dedicato alla Fantasia Op. 49 di Chopin, al Mephisto Waltz di Liszt e alla Sonata n.7 op.83 di Prokofiev. Finalista al Premio Abbado, Fornasa è attiva in varie formazioni cameristiche e fra i suoi riconoscimenti spicca il terzo premio all’ Uljus Ínternational Piano Competition in Serbia nella categoria Grand Prix.

Domenica 15 ottobre si ripartirà alle 16.30 con Mattia Groppello, impegnato su pagine di Ludwig van Beethoven Sonata Op. 111, nella celebre “Ciaccona” di Bach con rilettura di Busoni, e nella Rapsodia Op. 79 di Brahms. Mattia Groppello ha partecipato con successo a concorsi nazionali e internazionali: 1° Premio al Tiziano Rossetti International piano Competition Lugano e 2° Premio al Città di Riccione”, 2° Premio al Concorso pianistico internazionale “Andrea Baldi” di Bologna (2°premio). Alle 17.45 il testimone passerà ad Andrej Shaklev, su repertorio firmato da Johannes Brahms, con la Rapsodia Op. 79, da Beethoven con la Sonata Op. 22, quindi Liszt e lo Studio d’esecuzione trascendentale No. 12, per chiudere con la Ballata No. 4 Op. 52 di Chopin.Nativo di Shtip in Macedonia, Andrej Shaklev si è formato anche con Boris Petrushansky all’Accademia Internazionale Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola. Ha partecipato con lusinghieri riconoscimenti a concorsi internazionali come Ohrid Perle in Macedonia, Città di Alessandria, Concorso di Cervignano, Spoleto, Piove di Sacco, 88 Keys in Spagna.

Alle 19, gran finale con Matteo Bevilacqua, che proporrà la Sonata K. 457 di Mozart, seguita da pagine di Luciano Berio (Wasserklavier) e dalla Sonata Op. 31 di Beethoven. Selezionato come artista in residenza presso la Queen Elisabeth Music Chapel in Belgio, Matteo Bevilacquaha al suo attivo oltre 100 concerti solistici, ed è ospite di festival e stagioni. Vincitore del “Premio Concerti a Teatro” della Fondazione Carispezia e del Concorso Internazionale “Palma d’oro” di Finale Ligure, ha ottenuto premi in oltre 30 concorsi internazionali.

I PROTAGONISTI

MATTEO BEVILACQUA

Matteo Bevilacqua è un pianista concertista italiano, recentemente selezionato come artista in residenza presso la Queen Elisabeth Music Chapel in Belgio, nella classe di Frank Braley e Avo Kouyoumdjian. Incide per la Naxos Records e Grand Piano e sue registrazioni hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti (Gramophone 2022) e sono stati trasmessi da Rai Radio 3. Vincitore del “Premio Concerti a Teatro” della Fondazione Carispezia, e del Concorso Internazionale “Palma d’oro” di Finale Ligure, ha ottenuto premi in oltre 30 concorsi internazionali, si è esibito al Millennium Amphitheater di Dubai, allo Schlosstheater del Palazzo Schönbrunn a Vienna, al Teatro Civico di La Spezia, al Teatro Palladium a Roma, al Teatro Dei Marsi, al Teatro Massimo di Pescara, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, al Teatro Savoia di Campobasso. Ha al suo attivo oltre 100 concerti solistici, ed è ospite di numerosi festival e stagioni quali il Mittelfest Festival, il Perosi Festival, Piano FVG, il Legno Vivo Festival, il Distretto Culturale del Pianoforte “Musicae”, ERT, la Società del Teatro e della Musica di Pescara, gli amici della musica di Campobasso e di Udine, l’Accademia Ricci, la Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Roma 3 Orchestra, l’EEAS (European External Action Service). Ha collaborato con Bruno Canino, Frank Braley, Luca Trabucco, Ferdinando Mussutto, il grafico Paolo Tassinari, il paleoantropologo Claudio Tuniz, il Cosmologo e divulgatore Lorenzo Pizzuti, il programmatore informatico Alessandro Passoni, i registi Gigi Dall’Aglio e Virginio Liberti, la ballerina Martina Tavano, la flautista e cantante Tinkara Kovac, la mezzosoprano Valentina Volpe Andreazza, la giornalista Cristina Bonadei. Molto attivo nella riscoperta della musica del ‘900 italiano, ha in uscita l’integrale delle opere pianistiche di Luciano Berio. Nel 2021 ha preso parte al tour nazionale con il Roma 3 Orchestra ensemble (tra Lazio, Abruzzo, Molise e Lombardia) con musiche di Perosi, Wolf Ferrari e Wagner. Artista poliedrico ha all’attivo progetti multidisciplinari tra cui la performance interattiva tra musica, arti visive e neuroscienze “Mezzocielo”, che nel 2023 debutterà ad Andria al Festival “Castel dei Mondi”. È Direttore Artistico dell’Associazione RiMe MuTe (ricerca, media, musica, tecnologie), debutta per la prima volta sul palcoscenico all’età di 11 anni come attore, scelto in diverse produzioni professionali del CSS – Teatro stabile d’innovazione.

LUCA CHIANDOTTO

Luca Chiandotto è vincitore del Premio L. Brunelli 2018, riservato ai migliori diplomati italiani dell’anno precedente, vincitore del Coimbra World Piano Competition 2023, e finalista all’Isidor Bajic Piano Memorial Competition 2018 di Novi Sad. Si è diplomato nel 2019 con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore al Biennio di Pianoforte ad Indirizzo Interpretativo, con un’esecuzione dell’Offerta Musicale di J. S. Bach. Ha frequentato il Conservatorio G. Tartini di Trieste nella classe del prof. Flavio Zaccaria. Si è perfezionato con docenti di chiara fama, quali Marian Mika, Benedetto Lupo, Irene Veneziano, Francesco Libetta, Ayami Ikeba, Daniel Rivera. Studente Erasmus nell’Anno Accademico 2015/2016, è stato allievo del prof. Klaus Kaufmann all’Università Mozarteum di Salisburgo. Si è esibito in numerose sale da concerto in Italia e all’estero, tra cui la Sala del Ridotto del Teatro Verdi di Trieste, le Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia, il Palazzo Leoni Montanari di Vicenza, il Museo di S. Caterina di Treviso, la Sala dei Giganti di Padova, la Showroom Fazioli di Milano, il Teatro Titano di San Marino. Ha maturato interesse ed esperienza anche nelle avanguardie del Novecento: degne di nota sono le esecuzioni, insieme a Maria Iaiza e Giorgio Klauer, del monumentale Mantra di Stockhausen per Trieste Prima e Piano City Pordenone nel 2021. Nell’ambito della musica contemporanea, ad oggi, Chiandotto ha eseguito sette prime assolute. Come solista con l’orchestra, debutta nel 2016 con l’Orchestra del Conservatorio di Trieste, diretta dal M° Romolo Gessi, suonando in cinque date il concerto KV 414 di W. A. Mozart, in Sala Tripcovich, in Chiesa di S. Antonio Nuovo e al Teatro Comunale di Monfalcone. Nel 2018 suona il Concerto n. 2 di Chopin con la Belgrade Symphony, diretta dal M° Radan Jovanović, nella Sinagoga di Novi Sad. A dicembre 2021 è stato pubblicato il suo CD di debutto, “Miroirs de la musique” prodotto dalla casa discografica Velut Luna, con musiche del primo Novecento di Skrjabin, Ravel e Barber. Nel corrente anno accademico è professore di Lettura della partitura presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto, incarico che ha ricoperto nel 2022 presso l’istituzione di pari grado a Reggio Calabria.

ALESSANDRA FORNASA

Alessandra Fornasa si è diplomata con lode al Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza. Ha curato il proprio repertorio cameristico con i Maestri Felice Cusano, Bruno Canino, Cristiano Rossi ed il repertorio per il duo violino e pianoforte con il M° Dejan Bogdanovic di cui è accompagnatrice durante i suoi corsi di alto perfezionamento a Chioggia. Ha curato il repertorio solistico perfezionandosi con i Maestri Gianpaolo Nuti, Benedetto Lupo, Aldo Ciccolini, Riccardo Zadra e Massimiliano Ferrati, sotto la cui guida ha frequentato il biennio di pianoforte ad indirizzo solistico presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto, ottenendo la laurea col massimo dei voti e la lode. Finalista al Premio Abbado, ha ottenuto premi e riconoscimenti presso numerosi concorsi sia solistici che cameristici. Come solista e in formazioni cameristiche si è esibita in molte città italiane e per alcune delle più importanti stagioni e rassegne. Il suo ultimo lavoro discografico è dedicato a due importanti compositori del Romanticismo russo: Mussorgsky e Rachmaninov. Nel 2020 vince il terzo premio all’ Uljus Ínternational Piano Competition in Serbia nella categoria Grand Prix. Attualmente, oltre ad esibirsi da solista sia in recital che con l’orchestra, collabora con diversi musicisti in differenti formazioni cameristiche che spaziano dal duo al quintetto e frequenta il Master di Secondo Livello presso il Conservatorio “Tartini” di Trieste con Teresa Trevisan, Luca Trabucco e Irene Russo.

MATTIA GROPPELLO

Mattia Groppello si è laureato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio A.Steffani di Castelfranco Veneto con Irene Russo. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento tenuti da pianisti quali: Jesus Maria Gomez Rodriguez, Brenno Ambrosini, Riccardo Risaliti, Filippo Gamba,  Enrico Pace e Franco Scala presso l’Accademia pianistica internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, Michael Lifits, Davide Cabassi, Andrea Lucchesini, Maurizio Baglini ,Francesco Libetta, Oleg Vainshtein a San Pietroburgo. Ha partecipato con successo a numerosi concorsi nazionali ed internazionali tra cui: Città di Riccione”(2° premio), “VIII Concorso pianistico internazionale Andrea Baldi” di Bologna (2°premio), Crescendo international music competition”(3°premio), “Maria Labia international Piano Competition”(2°premio)”International Paderewsky in memoriam piano competition”(3°premio) ,”Nouvelles étoiles international piano competition France”(3° premio) “12° concorso internazionale Città degli Imperiali”(1° Premio assoluto), “Tiziano Rossetti” International piano Competition Lugano (1°Premio). Si è esibito in numerosi concerti suonando in Villa Ca ‘Marcello a Piombino Dese, Teatro Accademico di Castelfranco Veneto, Auditorium Stefanini a Treviso per la presentazione del libro “Una scuola tutta Italiana” scritto da Paola Gallo e Michele dalla Ventura, incidendo brani di Scarlatti e Clementi e nuovamente nel 2019 tenendo un recital pianistico come solista, Villa Beretta a Pavia di Udine e Tenuta Lis Neris a San Lorenzo Isontino, vincendo due borse distudio e l’audizione indetta dall’associazione Progetto Musica e dal suo direttore artistico M.Enrico Bronzi all’interno del Festival internazionale “Nei suoni dei luoghi”, Piano City Milano 2017, Teatro La Sena di Feltre, dove ha eseguito la Via Crucis di Franz Liszt con il coro “Steffani” diretto da Marco Berrini, Auditorium Pollini di Padova, Sala Mariele a Palazzo Monsignani di Imola, Città di Cortina dove ha suonato per l’esposizione del pianoforte ZB200 creato dall’azienda ZantaS.R.L, Auditorium di Francavilla Fontana (BR), Auditorium San Filippo Neri in Torino, Sala Tartini del Conservatorio di Trieste,Sala Filarmonica di San Pietroburgo.

ANDREJ SHAKLEV

Andrej Shaklev è nato a Shtip (Macedonia) l’8 agosto 1997 e ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di 7 anni. Ha iniziato dapprima lo studio del pianoforte con la madre e all’età di 8 anni è stato ammesso alla scuola di musica di Sergey Mikhaylov nella classe di Maria Maksimova. All’età di 18 anni, Andrej Shaklev ha incominciato il suo percorso al Conservatorio “Tartini” di Trieste nella classe di Teresa Trevisan. Ha studiato anche a Vienna e a Salisburgo con Klaus Kufmann e Jan Jiracek von Arnim. Dal 2019 al 2023 ha studiato anche presso l’Accademia Internazionale Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola con Boris Petrushansky. Attualmente sta frequentando il Master di Secondo Livello presso il Conservatorio di Trieste sotto la guida di Teresa Trevisan, Irene Russo e Luca Trabucco, partecipando a diverse Masterclass tra cui: Andrea Lucchesini, Davide Cabassi, Maurizio Baglini, Francesco Libetta e Emanuele Arciuli. Ha partecipato a numerosi concorsi pianistici internazionali tra cui: Ohrid Perle in Macedonia, Città di Alessandria, Concorso di Cervignano, Spoleto, Piove di Sacco, 88 Keys in Spagna e tanti altri, ottenendo lusinghieri riconoscimenti e premi. Ha tenuto recital solistici in Macedonia, Serbia, Italia, Austria, Croazia e Slovenia.

KOSTANDIN TASHKO

Kostandin Tashko è nato a Tirana nel 1997. Attualmente frequenta il Master di Pianoforte di Secondo Livello presso il Conservatorio “Tartini” di Trieste ed è titolare di una borsa di studio “Linda Beeley Scholar supported by the David Young Piano Prize” per l’Artist Diploma presso il Royal College of Music di Londra, in qualità di studente nella classe del prof. Dorian Leljak. Kostandin è uno dei laureati del prestigioso Ljubljana Festival International Piano Competition 2023 ed è attualmente uno dei finalisti del 64th International Busoni Piano Competition 2023. Tra i molti premi internazionali ottenuti il pianista albanese ha vinto anche il 2 premio alla XXXVII edizione del Premio Venezia 2021 (Premio Alfredo Casella). Kostandin è stato invitato in qualità di solista e anche con orchestra nelle sale da concerto più importanti d’Europa tra cui  Gran Teatro La Fenice di Venezia, Albanian Opera House, Musikverein Vienna, Teatro Verdi di Trieste,Teatro Filarmonico di Verona, Fazioli Concert Hall, Slovene Philarmonic Hall, Gallus Hall Ljubljana, Casa de Musica Porto, Grande Auditorio Coimbra, GAM – Palazzo Reale Milano, Sala dei Giganti Padova e tanti altri. Ha inoltre partecipato ad importanti festivals internazionali come: Festival Ljubljana, Mittelfest, Heidelberg PianoFestival, Amici Della Musica di Padova, Settimane Musicali al Teatro Olimpico, Piano City Milano e ha collaborato con orchestre quali : I Virtuosi Italiani, Portugese Philarmonic Orchestra, RTV Slovenian Symphony Orchestra, Orchestra Sinfonica del Teatro Verdi Trieste, Albanian National Radio-Television Orchestra, FVG Symphony Orchestra, Filarmonica “Mihail Jora” Bacãu etc. La sua discografia comprende recenti pubblicazioni con KNS Clssical e Velut Luna, quest’ultima trasmessa da Rai Radio 3.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE