• Mer. Nov 29th, 2023

Voce del NordEst

Il web magazine online 24/7

TEATRO VERDI PORDENONE: R_EVOLUTION GREEN, DAL 25 OTTOBRE 5 INCONTRI SCIENTIFICO-DIVULGATIVI SULLA MONTAGNA

DiRedazione

Ott 23, 2023

IL TEATRO VERDI DI PORDENONE PRESENTA IL PROGETTO “R-EVOLUTION GREEN” 5 INCONTRI SCIENTIFICO-DIVULGATIVI SULLA MONTAGNA IN PROGRAMMA DAL 25 OTTOBRE 2023 AL 4 APRILE 2024 PER PERLUSTRARE TEMI LEGATI ALLO SVILUPPO SOSTENIBILE E PERCORSI DI RIGENERAZIONE, TRA STORIE DI DONNE CHE VIVONO IN MONTAGNA E IL LAVORO ARTIGIANALE E INDUSTRIALE NELLE TERRE ALTE, CON LA PRESENZA DI ESPERTI E IL COORDINAMENTO DI LUCA CALZOLARI

PORDENONE- Tutta nel segno dell’impegno per la salvaguardia e la valorizzazionedelle Terre Alte e delle persone che le abitano, il “Progetto Montagna” è stato ideato dal Teatro Verdi di Pordenone che ha condiviso questi intenti con il Club Alpino Italiano. Negli anni il progetto si è sostanziato di importanti eventi estivi – con spettacoli e concerti in quota – di appuntamenti invernali al Verdi e di un contest di drammaturgia sulla Montagna. Nasce, adesso, il nuovo percorso “R-Evolution Green”, un inedito ciclo di incontri pubblici di approfondimento scientifico- divulgativo sui temi legati alle Terre Alte in programma al Verdi dal 25 ottobre al 4 aprile 2024 (Sala Palcoscenico, ingresso da via Roma, sempre con inizio alle 18.30) per perlustrare tematiche connesse allo sviluppo sostenibile e a percorsi di rigenerazione, con la presenza di una serie di esperti sotto il coordinamento del giornalista Luca Calzolari. Un progetto del teatro pordenonese che si avvale, oltre che della collaborazione del CAI, di UNCEM e Fondazione Dolomiti UNESCO, con il sostegno di Fondazione Friuli e Camera di Commercio Pordenone-Udine e il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti FVG.

Annibale Salsa – Immagine tratta da “Meridiani Montagne“

Primo appuntamento mercoledì 25 ottobre sul tema “L’ambivalenza della Montagna” per indagare come la montagna sia un luogo ambivalente, che genera attrazione e repulsione, che rimanda all’orrido e al sublime. Così come i paesaggi montani, che provocano un fascino estetico e una fascinazione perturbante. É in questa alternanza di sentimenti che la montagna diventa metafora della vita. Di tutto questo parlerà Annibale Salsa, famoso antropologo e saggista, già presidente del Club alpino italiano, tra i maggiori conoscitori della realtà alpina. Il 6 dicembre sarà la volta dell’incontro Dall’Appennino alle Alpi. Rigenerare la montagna, rigenerare il Paese. La montagna è un laboratorio straordinario per costruire percorsi del vivere e del co-abitare economico, come ci spiegheranno Silvio Barbero – vice presidente all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, già vicepresidente nazionale Slow Food Italia – e Giovanni Teneggi, di Confcooperative. Il 19 febbraio Elisa Palazzi e Sara Segantin – rispettivamente docente di fisica del clima all’Università di Torino e inviata di Geo-Rai3, esperta di giustizia climatica – ci spiegheranno come la montagna sia la cartina tornasole di un cambiamento del clima che potrebbe essere irreversibile. Il 22 marzo spazio al tema L’industria della montagna con dove scopriremo come le Terre Alte siano anche luoghi di insediamento di rilevanti attività industriali. A parlarne Lorenzo Delladio (amministratore delegato de La Sportiva), Giorgio Daidola (docente all’Università di Trento) e, in video-intervista Roberto Chemello, già amministratore delegato di Luxottica. Gran finale il 4 aprile con due donne che hanno scelto di vivere e lavorare in montagna nonostante lo spopolamento e le difficoltà della vita in quota: Marzia Verona e Manuela Cozzi. Tutti gli incontri avranno un’introduzione musicale di Nicola Milan alla fisarmonica – Orchestra da Camera di Pordenone con letture di Antonio Pauletta. Ingresso gratuito con prenotazione in biglietteria o online.

In copertina : Teatro Verdi Pordenone foto Cesare Genuzio

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE