• Ven. Set 30th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

TORNA A CASA, JIMI! Uscirà giovedì 18 aprile, in 24 sale, la divertente commedia di frontiera distribuita dalla Tucker Film

DiRedazione

Apr 17, 2019

TORNA A CASA, JIMI!

Arriva da Cipro, e uscirà nei cinema italiani il 18 aprile, la commedia più
rock dell’anno: stiamo parlando dell’irresistibile Torna a casa, Jimi!, opera
prima di Marios Piperides, già premiata con entusiasmo dalla giuria del
Tribeca e dal pubblico del Carbonia Film Festival. Un nuovo e prezioso titolo nel catalogo della Tucker Film, dunque, e un sottotitolo che è già diventato un tormentone: 10 cose da non fare quando perdi il tuo cane a Cipro.

Nicosia. L’ultima capitale spaccata in due del pianeta. Secondo la legge, nessun animale, pianta o prodotto può essere trasferito dal settore greco di Cipro a quello turco. E viceversa. Così, quando il cane Jimi Hendrix attraversa accidentalmente la zona cuscinetto dell’ONU, il suo padrone rocchettaro Yiannis (Adam Bousdoukos, già protagonista del cult Soul Kitchen) deve fare di tutto per riportarlo indietro. E “fare di tutto” significa una cosa sola, violare la legge, perché il povero Jimi è diventato automaticamente merce di contrabbando! La spericolata alleanza tra il greco Yiannis e il turco Hasan deciderà le sorti della partita…

Ci sono molti modi per parlare di confini e di libertà, per affrontare un tema sempre attuale e sempre doloroso come quello delle divisioni, delle identità spezzate, delle riunificazioni impossibili, e il regista cipriota Marios Piperides ha scelto di percorrere senza indugi la via della commedia. Una commedia rock, una commedia di frontiera (in tutti i sensi), dove la cronaca diventa allegro paradosso e dove il detonatore narrativo… assume le sembianze di un piccolo quadrupede.

Mentre finge di raccontarci la storia (vera) del musicista fallito Yiannis, che
spera di riscattarsi abbandonando Cipro, e del suo cane Jimi, che oltrepassa il check-point di Nicosia innescando un surreale meccanismo diplomatico-
burocratico, Marios Piperides ci racconta la vita quotidiana di un’isola mezza greca e mezza turca, puntando i riflettori sulle deformità della politica e sull’urgenza di conquistare un orizzonte pacifico.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi