• Sab. Apr 20th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

UDINESE vs LAZIO : 1-2 – Le pagelle di STERA

DiStera

Gen 7, 2024

LE PAGELLE DI STERA

UDINESE vs LAZIO : 1 – 2

07/01/2023

OKOYE: 5,5

Si fa trovare spesso fuori posto, non solo sulla prima rete subita ma anche in altre situazioni in area. Effetto esordio svanito e realtà che ci porta un portiere forse non ancora pronto.

T E N T E N N A N T E

PEREZ: 6,5

Il più sicuro e decisivo dei suoi in difesa, Anche nell’impostazione della manovra si fa valere. Prova anche a spingersi in avanti, ma senza fortuna. Può solo recriminare.

R I S O L U T O

KRISTENSEN: 5,5

Inizia maluccio, causando il fallo del vantaggio laziale. Si riprende partita durante, ma dimostrandosi non sempre lucido. Avere a che fare con attaccanti di qualità gli ha reso la vita complicata. Esce per Thauvin.

A N S I O S O

FERREIRA: 5,5

Ha sofferto la pressione degli avversari, non riuscendo quasi mai a ripartire palla al piede. Avrebbe dovuto provare a sfruttare la velocità di Ebosele nel gestire l’impostazione della manovra dal basso.

C O N D I Z I O N A T O

EBOSELE: 6

Quando accelera palla al piede è incontenibile. Da una sua ripartenza nasce la palla del temporaneo pareggio. Esce per Ehizibue.

I M P E T U O S O

LOVRIC: 6

Prova a creare apprensione alla difesa calciando anche tutte le punizioni. Da una sua conclusione nasce il momentaneo pareggio friulano. Esce per Thauvin.

A S T U T O

WALACE: 6

Il centrocampo oggi era molto affollato, e lui spesso ha perso riferimenti e tempi giusti. La sua rete di astuzia in mischia non è bastata.

L E S T O

PAYERO: 5

Dopo la super prestazione di sette giorni fa, ci si aspettava tutt’altro giocatore. Nella sfida odierna, si è quasi eclissato, comparendo solo saltuariamente e sbagliando spesso i palloni giocati.

S V A N I T O

MASINA: 5

Da un difensore non si può pretendere di fare il quinto di sinistra con efficacia, e i risultati sono evidenti. Nel primo tempo la sua fascia è completamente amorfa in fase di spinta! Non rientra dagli spogliatoi, anche perché ammonito, lasciando il posto a Kamara.

S P A E S A T O

PEREYRA: 6

Sempre l’ultimo ad arrendersi, oggi ha sofferto la mancanza di veri sparring partners con cui costruire gioco.

T R A S C U R A T O

LUCCA: 5

Ben marcato, ha trovato pochi spazi. Solo sui palloni alti ha potuto far valere la sua mole. Esce per Success.

S M U S S A T O

———–

KAMARA: 6

Rileva Masina spostando di fatto il baricentro della manovra verso l’area avversaria.

SUCCESS: 5

Entra al posto di Lucca. Si rende utile come un frigorifero in Alaska.

EHIZIBUE: 5,5

Subentra a Ebosele. Entra lui e segna la Lazio, No comment!

DAVIS: 6

Da il cambio a Lovric mostrandosi motivato e determinato.

THAUVIN: s.v.

Quinto cambio per Kristensen.

IL MISTER: 4

Prova Masina a sinistra, preferendolo a Kamara. Il risultato è una fascia senza mordente. Nel secondo tempo gli preferisce Kamara e la manovra ne risente in positivo. Se togli Lucca per Success ed Ebosele per Ehizibue vuoi solo perderla, allora! E così è stato! Con Davis e Thauvin, comunque in ritardo, prova a raddrizzare una partita nata male. Forse Samardzic avrebbe potuto aiutare una manovra stanca e inconcludente.

I N C O N C E P I B I L E

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

Arbitraggio troppo ricco di gialli : 5

Una serie di cartellini così ricca non si vedeva da anni….

______________

LA PARTITA:

La Lazio punta la Champions in attesa di prepararsi per il derby di Coppa Italia con la Roma del prossimo mercoledì e la Supercoppa del 19 Gennaio contro l’Inter. Bianconeri in cerca di continuità dopo la vittoria contro il Bologna alla disperata ricerca di punti utili per uscire dalle zone calde del campionato. Voci di mercato danno una lunga lista di partenti tra i friulani, con squadre interessate oltre a Samardzic, pure a Masina, Thauvin, Pafundi e Walace! Lazio senza Immobile e Luis Alberto. Arbitra Sacchi, coadiuvato da Massara e Cortese, quarto uomo Monaldi, al VAR Mazzoleni e Meraviglia.

STATISTICHE:

Dieci punti separano i romani dai friulani. Negli ultimi cinque incontri tra le due squadre, la Bologna conta 2V contro 3 pareggi. Gli uomini di Sarri spiccano per passaggi riusciti fino ad oggi, ultima giornata di andata del torneo, con 439 passaggi riusciti contro i 248 dei friulani, ultimi in Serie A. Curioso il fatto che la Lazio sia la squadra che ha fatto più chilometri in campionato (115) e i friulani siano invece ultimi (con 106 km fatti). Per contro, i bianconeri sono primi per dribbling riusciti (171) contro i 133 dei biancazzurri. Stesso numero di rigori a favore, mentre i bianconeri sono una delle tre squadre ad aver subito più rigori contro (6). Alla fine, due tiri in porta per entrambe, ma i tre punti vanno a Roma.

SINTESI: Ennesima sconfitta al Friuli!

Ancora panchina per il “gioiello” Samardzic (il che è tutto dire!!) con Okoye confermato tra i pali. Masina preferito a Kamara. Davis, oggetto misterioso del mercato estivo friulano, fa la sua apparizione in panchina. Buono il clima che oggi ospita le due formazioni al Friuli! Buona la presenza sugli spalti, con quasi mille tifosi venuti dalla capitale. Al 1^ minuto resta a terra Patric dolorante ad una spalla, serve intervento dei sanitari. All’8 chiede il rigore Isaksen per un incrocio in area con Ferreira, il giudice di gara dice no. Ancora Isaksen al 10^ che subisce fallo da Kristensen (ammonito) rimanendo a terra al limite dell’area dolorante. Sulla punizione, Pellegrini chirurgico elude la barriera con una palla rasoterra, Okoye non vede partire il pallone e la palla si insacca al 12^ per il vantaggio degli aquilotti per il suo primo goal in Serie A. Dopo un inizio arrembante ma poco propositivo dei friulani, colpisce la squadra di Sarri anche grazie ad alcune imprecisioni difensive. Biancazzurri compatti e difficili da superare per i bianconeri, che non riescono a trovare spazi utili in attacco. Tanti gli errori dei friulani in fase di impostazione. Emblematico il solito errore in appoggio di Walace al 28^. Ammonito Payero per fallo su Guendouzi al 32^. Terzo giallo per i bianconeri, Masina al 37^ finisce a referto. Nervosismo tra i friulani. Giallo anche per la Lazio, Kamada al 38^ finisce tra i “cattivi”. Ferreira ammonito al 43^ per fallo su Zaccagni, cominciano ad essere troppi i gialli subiti dai bianconeri, situazione potenzialmente pericolosa.  Saranno tre i minuti di recupero. Si chiudono il primi 45^ con la Lazio avanti, più per caso che per altro! Saranno due i cambi per la Lazio, dentro Vecino e Anderson al rientro dagli spogliatoi. Cambia anche Cioffi, fuori Masina dentro Kamara. La velocità di Ebosele costringe Gila a fare fallo al limite dell’area al 46^, prendendosi anche un meritato cartellino giallo. Lovric ci prova calciando la punizione sul primo palo, Provedel con i pugni dice no allo sloveno.  Al 48^ Ferreira per Pereyra che calcia trovando la deviazione in corner di Rovella al 50^. Un cattivo rimbalzo limita la conclusione del tucu sugli sviluppi del corner. Trattenuta su Ebosele lanciato verso la porta non vista da Sacchi al 53^. Payero al 54^ su respinta della difesa biancazzurra prova la conclusione al volo, il risultato andrebbe bene come trasformazione nel football americano!  Giallo a Pellegrini per avere azzoppato la corsa di Ebosele al 57^. Da lato destro dell’area, punizione calciata bassa e tesa da Lovric nella mischia tra una selva di gambe. Palla che trova la deviazione di Walace che inganna Provedel e si insacca al 58^ per il pareggio bianconero. Pronto ad entrare Success. Dentro al 66^ il #7 al posto di Lucca. Risponde Sarri con Pedro e Lazzari. Success prova dalla distanza di destro al 70^, pallone ottimo per il raccattapalle messo vicino alla bandierina del corner! Dentro Ehizibue al 74^. Anderson addomestica per Vecino che si allarga e colpisce di destro mandando la palla in rete al 76^ approfittando di una difesa poco aggressiva.  Anderson si lancia a rete e conclude di poco a lato al 79^. Thauvin e Davis all’82^ entrano in campo.  Davis di sinistro di potenza ci prova all’85^, pallone alto. Dentro Romagnoli per la Lazio. Davis scarica per l’accorrente Payero che calcia bene ma centrale dal limite all’88^. Saranno cinque i minuti di recupero. Ammonito anche Perez per fallo su Castellanos.  Finisce con l’ennesima sconfitta al Friuli e contro i biancoazzurri.

ANALISI: Payero assente, attacco inesistente, manovra inconcludente

Primo tempo poco spettacolare, con squadre molto compatte e chiuse. Ciò nonostante, i friulani sono sotto di un goal, subito su calcio di punizione nei primi minuti del match. Non è l’Udinese vista contro il Bologna, nonostante la Lazio sia priva dei suoi uomini migliori. Che sia il mercato a tagliare le gambe agli uomini di Cioffi, distratti oltremodo dai rumours?  Secondo tempo che nasce con i migliori auspici, con il pareggio di Walace. Ma i minuti passano con l’impressione che la Lazio avesse sempre possibilità di colpire e fare la differenza. I cambi portano i 3 punti a Sarri, con la ingiustificabile assenza dell’unico uomo che potrebbe creare geometrie in campo per i friulani.

LAZIO : PROVEDEL 6, GILA 6 (ROMAGNOLI s.v.), MARUSIC 6, PATRIC 6, PELLEGRINI 6.5 (LAZZARI 6), GUENDOUZI 5.5,  KAMADA  5 (VECINO 6.5), ROVELLA 6.5, CASTELLANOS 5.5, ISAKSEN  5.5 (ANDERSON 6.5), ZACCAGNI 5.5 (PEDRO 6)

Di Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE