• Mer. Apr 17th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

CENTRO ORGANISTICO PADOVANO – Buxtehude, Weckmann, Mozart e Bach per la rassegna Opificium musicaecon l’organista Emmanuel Arakélian – il 3 marzo chiesa di S. Antonio Abate

DiRedazione

Feb 29, 2024

Buxtehude, Weckmann, Mozart e Bach per la rassegna Opificium musicae

Solista l’organista Emmanuel Arakélian

Nella chiesa di S. Antonio Abate in via Savonarola, 176 a Padova,  domenica 3 marzo con inizio alle ore 17.30. primo appuntamento con i concerti della rassegna “Opificium musicae” organizzati dal Centro Organistico Padovano nel periodo quaresimale  Ingresso libero e gratuito.

Protagonista Emmanuel Arakélian, un giovane talentuoso organista francese, titolare del grande organo “J.E. Isnard” di Saint-Maximin-la-Saint-Baume ed insegnante presso il Conservatorio di Marseille, concertista internazionale di chiara fama. Il concerto sarà in collaborazione con l’Associazione ITALIARMENIA per l’amicizia italo-armena. Un importante momento di musica, preceduto da un interessante saluto del dott. Vartan Giacomelli, dell’Associazione ITALIARMENIA. La collaborazione tra il Centro Organistico Padovano e questa importante associazione culturale getta le basi per future sinergie che vogliono fare della nostra città un polo culturale libero, aperto e vivo, ricco di nuovi spunti e idee per una fruizione della cultura sempre più inclusiva e vicina alla cittadinanza.

Il programma si aprirà con due brani di D. Buxtehude (1637-1707), autore della Germania del nord, che tanto influenzò il giovane J.S. Bach, il quale addirittura compì un lungo viaggio pur di ascoltarne le composizioni. I due brani che Arakélian ci proporrà saranno la Toccata in fa maggiore, un brano dal duplice volto: quello improvvisativo, toccatistico e quello contrappuntistico, fatto di ricchi intrecci delle parti e stretti dialoghi, e la Passacaglia in re minore, brano dal carattere misterioso, ricco di intricati significati numerologici.

Del compositore tedesco del XVII secolo Matthias Weckmann, ascolteremo quattro versetti “Gelobet seist du, Jesu Christ”, per arrivare all’Adagio e Rondo in do minore KV 617, delicata e graziosa composizione scritta originariamente per glassarmonica, presentata in una trascrizione per organo. Infine, il concerto si chiuderà con il sommo J.S. Bach, prima con il corale dalla cantata BWV 22 “Jesus nahm zu sich die Zwölfe (Gesù portò con sé i dodici), il momento in cui gli apostoli prendono coscienza di ciò che sarebbe accaduto al loro Maestro nella Passione, poi con le splendide architetture del Preludio e fuga in mi minore BWV 548.

La rassegna è organizzata dal Centro Organistico Padovano con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Gode del patrocinio del  MIC – Ministero della Cultura, della Regione Veneto e del Comune di Padova.

Il Centro Organistico Padovano si avvale della collaborazione di Asolo Musica nell’ambito del progetto Cantantibus Organis, Circuito Organistico Regionale.

Si ringrazia il Collegio “Don N. Mazza” per la collaborazione ed il patrocinio.

Con la collaborazione del Liceo musicale “C. Marchesi” ed il Conservatorio “C. Pollini” di Padova.

La rassegna si svolgerà come di consueto di domenica con inizio alle ore 17.30 ad ingresso libero e gratuito.

Profilo

Originario di Avignone, Emmanuel Arakélian si appassiona fin da giovane alle tastiere antiche e moderne, formandosi prima al Conservatoire National de Région de Toulon poi al Conservatoire National Supérieur de Musique de Paris, dove studia anche organo, clavicembalo, basso continuo e musica da camera con personalità di rilievo come Pascal Marsault, Olivier Latry, Michel Bouvard, Olivier Baumont e Blandine Rannou.

Vincitore di numerosi premi internazionali e ospite regolare di rinomati festivals, Emmanuel Arakélian si è gradualmente affermato come uno dei musicisti di maggior spicco della sua generazione, attraverso il suo eclettismo e la sua conoscenza del repertorio, sia all’organo che al clavicembalo. La sua attività si svolge non solamente come solista, ma anche con l’orchestra della Grande-Ecurie diretta da Alexis Kossenko, con il coro della Maîtrise des Bouches du Rhône e in formazioni da camera.

Conduce un’intensa attività concertistica in Francia, in tutta Europa, così come negli Stati Uniti e in Canada.

Titolare del leggendario Grand-Orgue Isnard della Basilica di Saint-Maximin, ha creato, in collaborazione con il comune, il festival estivo “Harmonies d’orgue” e la “Renaissance de l’Académie de Saint-Maximin” di cui è direttore artistico.

Nel novembre 2016 diventa il settimo “Young Artist in Residence” presso la Cattedrale di New Orleans (Louisiana), incarico che lo ha portato per quasi sei mesi ad esibirsi regolarmente su alcuni dei maggiori palchi del continente nordamericano.

Emmanuel Arakélian è docente di organo presso il Conservatorio Nazionale Regionale “Pierre Barbizet” di Marsiglia dal 2019.

Informazioni

“Opificium musicae – la fabbrica della musica”
Chiesa di S. Antonio Abate – Via Savonarola, 176 Padova

Domenica 3 marzo 2024, ore 17.30

Emmanuel Arakélian, organo
Musiche di Dietrich BUXTEHUDE , Matthias WECKMANN , Wolfgang Amadeus MOZART , Johann Sebastian BACH

Ingresso libero e gratuito.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE