• Dom. Ott 2nd, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

CortinAteatro : sabato 17 settembre a Cortina d’Ampezzo va in scena Milk Wood, spettacolo in prima nazionale

DiRedazione

Set 16, 2022

Il reading teatrale e poetico è in programma all’Alexander Girardi Hall alle 19.00, protagonisti saranno i celebri attori di teatro e cinema Sebastiano Somma, Giorgio Marchesi e Jane Alexander. Si tratta del penultimo appuntamento del cartellone estivo di CortinAteatro

Dopo la grande musica, a Cortina d’Ampezzo è tempo del grande teatro: CortinAteatro, la stagione estiva concertistica e teatrale ampezzana promossa e sostenuta dal Comune di Cortina d’Ampezzo e ideata e coordinata dall’associazione Musincantus, lancia un nuovo appuntamento, il debutto nazionale di Milk Wood, reading teatrale e poetico che vede protagonisti Sebastiano Somma, Giorgio Marchesi e Jane Alexander e che andrà in scena all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo sabato 17 settembre alle 19.00. Ingresso libero, prenotazione consigliata su www.eventbrite.it.

Milk Wood è un progetto sostenuto dalla Regione del Veneto e dai Comuni di Cortina d’Ampezzo, Vicenza e Vittorio Veneto, realizzato da Arteven – Circuito Multidisciplinare del Veneto con la collaborazione del 75° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico, della Fondazione Teatro Comunale di Vicenza, di CortinAteatro e dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene Unesco, intende celebrare alcuni luoghi simbolo del nostro territorio, ognuno con la sua natura, con la sua bellezza e le sue peculiarità. Dopo la prima di Cortina, infatti, lo spettacolo andrà in scena il 6 ottobre a Vicenza e il 22 ottobre a Vittorio Veneto, altre due città venete che vantano siti Patrimonio Unesco.

Tratto dal dramma radiofonico di Dylan Thomas, Under Milk Wood, lo spettacolo si presenta come un reading teatrale e poetico concepito per trasformare le città e il paesaggio naturale in un percorso del grande teatro a cielo aperto, un racconto in versi che può essere narrato solo lì e in quel momento. A dare corpo e voce ai personaggi importanti saranno personalità del teatro italiano (Jane Alexander, Giorgio Marchesi, Sebastiano Somma a Cortina d’Ampezzo, ma anche Anna Galiena, Emilio Solfrizzi e Francesca Valtorta nelle altre città) dirette da Giancarlo Marinelli, direttore artistico del Teatro Comunale di Vicenza e del Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico. I luoghi dell’originale narrazione poetica saranno l’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo, dove lo spettacolo sarà inserito nel cartellone di CortinAteatro, Vicenza, con performance in Basilica Palladiana, Palazzo Thiene e nel Giardino del Teatro Olimpico, e Vittorio Veneto, con tappe sul Lungofiume Meschio, il cortile di Palazzo Minucci, l’Oratorio dei Battuti e Palazzo Grani. Le originali multivisioni di Francesco Lopergolo accompagneranno nelle tre città le performance per arricchire i momenti in cui il buio impedirà allo sguardo il panorama, contribuendo alla fascinazione della messa in scena.

La parola chiave del progetto Milk Wood è dunque bellezza: bellezza architettonica e bellezza paesaggistica celebrate attraverso l’arte, per poter ricominciare unendo più eccellenze. Così facendo, il pubblico potrà riappropriarsi dell’elemento che più è venuto a mancare in questi difficili mesi: il contatto con gli altri, con il contesto di vita quotidiana e con la bellezza del Territorio.

Milk Wood risponde a un sogno: fare del Veneto e del suo splendore il primo rave theatre party del e al mondo. – afferma Giancarlo MarinelliPrendere un testo di livello internazionale, farlo vivere attraverso le voci di grandi attori e raccontarlo nell’arco di un’intera giornata. Far risuonare il teatro dentro il teatro naturale. Riportare le parole là dove sono nate. Nei luoghi dell’anima che hanno ispirato i poeti e gli scrittori. Prima del teatro, dentro l’ispirazione. Nel caso: Cortina d’Ampezzo, Vicenza, Vittorio Veneto. Milk Wood è il racconto segreto di un mondo segreto; quello dei sogni degli abitanti di un immaginario villaggio gallese. Quel villaggio assomiglia ai nostri. Quei sogni invece siamo noi”.

Info: cortinateatro.it e canali social, myarteven.it

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi