• Dom. Mar 3rd, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Il Festival del Cinema Ibero-Latino Americano di Trieste a Ventana Sur

DiRedazione

Nov 27, 2023


Il Festival del Cinema Ibero-Latino Americano di Trieste a Ventana Sur,
con APCLAI assegna tre premi per la sottotitolazione dei film scelti

Dal 27 novembre al 2 dicembre 2023, il più importante mercato dell’audiovisivo in America Latina

Organizzano INCAA e Marché du Film – Festival de Cannes 

Anche quest’anno, per la terza volta consecutiva, APCLAI (Associazione per la Promozione della Cultura Latino Americana in Italia), che organizza il Festival del Cinema Ibero-Latino Americano di Trieste, sarà a Ventana Sur, dal 27 novembre al 2 dicembre 2023, con i Premi APCLAI – L’Italia a Ventana Sur. 

Realizzati con la collaborazione di Ventana Sur, Marché du Film – Festival de Cannes e Festival del Cinema Ibero-Latino Americano di Trieste e con il contributo della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura, i tre premi consistono in un servizio di sottotitolazione nella lingua europea indicata dai vincitori. 

I premiati sono scelti tra le opere in gara in tre sezioni di Ventana Sur; Primer Corte, in cui gareggiano lungometraggi di finzione nella loro fase di post-produzione; Copia Final, una selezione di sei lungometraggi di finzione appena terminati e completamente inediti, in cerca di distributori internazionali; Doc/Sur, una vetrina per la presentazione di film e progetti di documentari latinoamericani, in modo che possano raggiungere buyer e distributori internazionali, produttori, fondi di aiuto. 

La Giuria di APCLAI che assegnerà i Premi è composta da Rodrigo Diaz (direttore artistico del Festival del Cinema Ibero-Latino Americano di Trieste), Francesca Mometti (coordinatrice generale del Festival del Cinema Ibero-Latino Americano di Trieste), Luigi Cuciniello (critico cinematografico), Fernando Brenner (critico cinematografico argentino).

Cos’è Ventana Sur

Ventana Sur è il più importante mercato dell’audiovisivo dell’America Latina, organizzato dall’argentino INCAA (Istituto Nazionale del Cinema e Arti Audiovisive) e dal Marché du Film – Festival di Cannes, per promuovere il finanziamento e l’acquisto dei prodotti latinoamericani. Ogni anno sono presenti oltre 3000 accreditati, tra cui più di 250 buyer provenienti da tutto il mondo: non solo i distributori internazionali per il grande schermo, ma anche le piattaforme digitali, sempre più potenti e influenti nello sviluppo dell’industria audiovisiva.

L’edizione 2023 conta su 39 Paesi rappresentati, tra cui l’Italia, e oltre 300 proiezioni; il programma prevede tavole rotonde, workshop, conferenze, pitching session e tutto quanto possa essere utile all’incontro tra i diversi operatori del settore. La star di quest’anno è il direttore del Festival di Cannes Thierry Fremaux; in genere padrone di casa di diversi eventi di Ventana Sur, in cui dialoga con registi e produttori invitati, quest’anno terrà una masterclass sul tema Cinema (di) Domani. “Dopo la pandemia si diceva che il cinema era morto. Da allora, abbiamo dimostrato non solo che il cinema non è morto, ma che ci sono motivi sufficienti per mantenere la speranza” spiegano da INCAA per illustrare la masterclass. 

Le sezioni di Ventana Sur

Ventana Sur si articola in diverse sezioni, Primer Corte, Copia Final, Blood Window, Animation!, Proyecta, Punto Género, SoloSeries, El Principio del Film, Maquinitas e Doc/Sur attraverso le quali promuove contenuti latinoamericani di tutti i formati e generi (narrativa, documentari, animazione, fantasy, queer). I film partecipanti quest’anno, soprattutto nelle sezioni Primer Corte e Copia Final, non si occupano tanto della storia ufficiale o delle ferite ancora aperte lasciate dalle dittature militari, temi che appassionano sempre il pubblico straniero, ma preferiscono concentrarsi su storie più intime, legate alle inquietudini e alle ambizioni personali, ai temi familiari, agli scambi inter-generazionali. “Una tendenza che abbiamo notato anche al Festival del Cinema Ibero-Latino Americano di Trieste di quest’anno, dove in gara ci sono stati film legati più alle esperienze e alle istanze individuali o familiari che ai grandi eventi storici, di cui ancora oggi il subcontinente paga il prezzo” ha commentato Rodrigo Diaz. 

Le coproduzioni e l’Italia a Ventana Sur

Oltre a essere il più grande mercato dell’audiovisivo latinoamericano, Ventana Sur è uno dei principali punti di riferimento per le coproduzioni con i Paesi latinoamericani, “non solo con i Paesi europei, ma anche tra gli stessi Paesi del continente” spiega ai media locali María Núñez, curatrice argentina di Primer Corte e Copia Final. 

“L’Italia ha un ruolo da protagonista nelle co-produzioni con il cinema latinoamericano ed è uno dei Paesi europei che vi investono maggiormente, grazie al programma Ibermedia. In questo modo mantiene saldi i legami con un’area che deve moltissimo, in termini culturali, economici e sociali, al contributo degli emigrati italiani, senza i quali la storia dell’America Latina sarebbe decisamente diversa” sottolinea Rodrigo Diaz.

Il nostro Paese presenta al mercato di Ventana Sur anche venti film per la distribuzione internazionale; tra loro, Comandante di Edoardo De Angelis, che ha aperto l’80a Mostra di Venezia, La bella estate di Laura Lucchetti, ispirato all’omonima raccolta di Cesare Pavese, il documentario Profondo Argento di Giancarlo Rolandi, dedicato a vita e opere di Dario Argento.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE