• Dom. Mar 3rd, 2024

Voce del NordEst

Il web magazine online 24/7

JUVENTUS vs UDINESE : 0-1 – Le pagelle di STERA

DiStera

Feb 12, 2024

LE PAGELLE DI STERA

JUVENTUS vs UDINESE : 0 – 1

12/02/2024

OKOYE: 7

Primo tempo sugli scudi, almeno tre interventi hanno salvato il risultato. Si ripete nella difesa, trasmettendo sicurezza a tutta la squadra.

I N S U PE R A B I L E

PEREZ: 7

Non regala spazi utili agli avversari. Esperienza, fisico e qualità motivati forse dalla voglia di far ricredere chi non ha creduto in lui.

S U P E R L A T I V O

KRISTENSEN: 6,5

Implacabile sulle palle alte! Granitico nei contrasti e preciso palla al piede. Un costante crescita per il danese!

I M P L A C A B I L E

GIANNETTI: 7

Diventa titolare inamovibile e si regala anche la gioia del goal vittoria! Una serata fantastica per l’argentino, già una sicurezza.

C O N V I N C E N T E

EHIZIBUE: 6

Primo tempo di personalità, con una buona gamba. Assicura spinta sulla fascia e attenzione in fase di copertura, come un quinto dovrebbe saper fare. Esce per Ebosele.

S T I M O L A T O

LOVRIC: 6

Potrebbe risultare poco incisivo, ma nella manovra sa sempre rendersi utile, sia in copertura che in impostazione. Peccato sia troppo frettoloso quando si tratta di mirare la porta avversaria.

P R E C I P I T O S O

WALACE: 6,5

Legnoso a dovere, si fa rispettare contro centrocampisti tra i più qualitativi del campionato. Ordinato e sempre lucido, si regala una prestazione da applausi.

F U N Z I O N A L E  

SAMARDZIC: 6

Brillare non ha brillato, ma ha saputo gestire bene i palloni giocati. Peccato non gli abbiano fatto calciare le punizioni, contrariandosi non poco!

C O E R E N T E 

ZEMURA: 6

Comandato ad agire basso per contenere al meglio gli avversari, riesce a limitare la manovra juventina. Poco propenso alla spinta, ha saputo gestire molto bene i palloni che ha ricevuto. Esce per Ferreira.

S A C R I F I C A T O

LUCCA: 5,5

Seppur bravo a farsi valere nel gestire i palloni, non riesce a rendersi pericoloso. Pochi i palloni giocabili, ma da far suo mancano dinamismo e mobilità, penalizzando la manovra. Esce per Brenner.

S P U N T A T O

THAUVIN: 6,5

Sempre nel vivo della manovra avanzata dei bianconeri, sa come tenere alta la squadra quando la palla è tra i suoi piedi. Gli mancano occasioni per arrivare al tiro, ma nello svolgimento del gioco è un sicuro punto di riferimento. Esce per Success.

S T I M O L A N T E

———–

EBOSELE: 6

Rileva Ehizibue garantendo la solita spinta, adeguatamente attento.

FERREIRA: 6,5

Entra al posto di Zemura dando subito la giusta lettura al momento della partita. Abile a contenere gli arrembanti avversari in cerca della rete.

SUCCESS: 5,5

Subentra a Thauvin, mettendoci come sempre il fisico, ma perde troppi palloni.  

BRENNER: s.v.

Da il cambio a Lucca, si è visto davvero poco.

IL MISTER: 7

Giannetti diventa un titolare. Dopo Okoye, scelte che ribaltano gerarchie che sembravano intoccabili. Con Pereyra out, la scelta cade su Samardzic invece di Payero. Che dire, le azzecca tutte! Unico appunto forse per i cambi un po’ tardivi con Lucca e Thauvin già sulle gambe.

I S P I R A T O

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

Gerarchie : 8

Sembra che Cioffi sia riuscito a farsi valere in uno spogliatoio che forse era diventato poco gestibile.

______________

LA PARTITA:

Friulani senza capitan Pereyra per squalifica, torinesi con tre squalificati, Danilo, Pogba e Fagioli (vi ricordate forse per cosa…). Nelle ultime giornate di campionato, le due squadre hanno fatto entrambe un solo punto. Torna titolare Ehizibue. La Juve però vuole continuare a tallonare la capoclassifica Inter, Udinese che invece vuole provare a lasciare il fondo della classifica. In campo quindi, due squadre con obiettivi, ambizioni e qualità diametralmente opposti. Arbitra Abisso, coadiuvato da Vecchi e Mastrodonato, quarto uomo Guia, al VAR Marini e Aureliano.

STATISTICHE:

Friulani e piemontesi oggi fanno 100! Cento incontri in serie A. Impietoso il confronto storico tra le due compagini bianconere, ci limitiamo ad analizzare gli ultimi cinque incontri nella massima serie, con 4V juventine e un pareggio.

SINTESI: tre punto che valgono oro.

Squadre bianconere in campo con gli ospiti che vestono, giustamente, la seconda maglia. All’andata, con Sottil in panchina fu un netto 3 a 0 per gli uomini di Allegri allo Stadio Friuli. Okoye esce bene anticipando Cambiaso al 6^ minuto. Chiesa dal limite impegna ancora l’estremo difensore friulano un minuto dopo. Giallo per Ehizibue al 9^ per fallo su Chiesa. Resta a terra Perez, gioco interrotto fino all’11^.  Partita che nei primi 20 minuti è abbastanza equilibrata, nonostante sia la Juve a dettare i tempi di gioco. Okoye bravo a chiudere su Milik uscendo bene di pugno sul colpo di testa del polacco al 23^. Al 24^ minuto, il Lautaro (Giannetti) dei friulani sfrutta un rimpallo a suo favore in area e insacca su cross di Samardzic. Friulani in vantaggio a Torino! Gatti ci prova dal limite, gran botta di destro al 27^ che Okoye blocca a terra. Cambiaso per Milik al 29^, palla troppo potente, conclusione che finisce a lato. Resta a terra Ehizibue dopo un contrasto a centrocampo, intanto siamo arrivati al 31^. Rabiot prova dalla distanza, Okoye bravo a respingere mentre i friulani erano in dieci con il #19 out per farsi curare. Samardzic si invola in contropiede al 37^, solo l’ostruzione di Bremer impedisce al #24 friulano di involarsi in area. Giallo per il brasiliano. Dopo aver discusso con Samardzic, Thauvin calcia di poco alto sulla traversa. Mischia in area, il pallone arriva a Cambiaso che dal limite fa partire un missile terra-aria che finisce alto sulla traversa al 41^. Frustata di Milik di testa al 42^, Okoye sulla traiettoria manda in corner. Saranno due i minuti di recupero in questo primo tempo. Lovric disturbato da Zemura al 46^ calcia di poco alto sulla traversa. Finisce la prima parte del match con i friulani in vantaggio. Al rientro dagli spogliatoi si ritrovano in campo gli stessi ventidue della prima frazione. Al 46^ espulso un collaboratore della panchina juventina. Cambiato il modulo di gioco da Allegri, un 4-3-3 che punta a mettere alle corde i friulani. Difende stretta la squadra di Cioffi, atteggiamento che fino ad ora si è reso efficace. Chiede il rigore la Juve, Abisso non ravvede gli estremi per il fallo. Giusta decisione al 55^. Milik svetta in area e mette la palla in rete al 58^, ma la rete viene giustamente annullata, il corner battuto era uscito dal campo nella sua traiettoria verso il centro. Yildiz in campo per Weah al 60^. Risponde Cioffi al 64^, dentro Festy e Ferreira al 64^. Fase di gioco in costante controllo della Vecchia Signora che prova a trovare varchi nella difesa friulana, sempre però pronta a sfruttare le ripartenze. Giallo per Gatti che ferma Lucca al limite dell’area al 73^. Destro altissimo di Lucca sulla punizione, sempre con Samardzic a chiedere inutilmente di batterla. Success e Brenner per i friulani, Nicolussi Caviglia e Iling-Junior per i torinesi. Cambiaso per Yildiz che per pochi centimetri non riesce a colpire a rete all’82^.  Dentro Cerri all’83^. Bravo Okoye in uscita alta all’84^, subisce fallo dopo aver anticipato gli avversari. Giallo per Success per fallo su Nicolussi Caviglia all’88^. Quattro i minuti di recupero comandati dal direttore di gara. Giallo a Nicolussi Caviglia che ferma con un fallo a centrocampo Ebosele votato al contropiede, siamo al 92^. Lovric prova da lontanissimo al 93^, palla abbondantemente a lato.    

ANALISI: Giusto così

Nonostante il predominio territoriale, la Juve nel primo tempo non riesce a mettere alle corde i friulani. Bravo Okoye a rispondere ai tentativi degli uomini di Allegri, bravissimo Giannetti a sfruttare la ghiotta occasione per portare in vantaggio i primi bianconeri d’Italia. Seppur soffrendo a tratti, la difesa friulana ha retto gli assalti juventini. Secondo tempo con i piemontesi votati in avanti alla ricerca del pareggio, come si poteva facilmente prevedere. Schema aggressivo e forze fresche non riescono a scalfire una difesa attenta e concentrata come quella che oggi ha messo in campo la formazione friulana. Si muove la classifica, speriamo sappiano sfruttare le prossime due partite per allontanarsi dalla coda della classifica.

JUVENTUS :  SZCZESNY 6,  ALEX SANDRO 5.5, BREMER 6, CAMBIASO 6 (CERRI  s.v.), GATTI 5, LOCATELLI 5.5 (NICOLUSSI CAVIGLIA 6), MCKENNIE 6, RABIOT 6.5, WEAH 5.5 (YILDIZ 6), CHIESA 6.5 (ILING-JUNIOR 5.5), MILIK 5.5

Di Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

1 commento su “JUVENTUS vs UDINESE : 0-1 – Le pagelle di STERA”
  1. sono un Friulano ormai anziano: da giovane giocavo anche con i ragazzi dell’Udinese ai tempi di Virgili, senza brillare!!!
    Premetto che tifo sempre Udine, ma non mi riconosco su quanto scritto sulla maglia “io sono Friuli Venezia Giulia”
    e spiego: in primis perché nella squadra non c’è un Friulano e nemmeno un Italiano, poi non vengono i risultati (a parte la splendida vittoria con la Juventus, finalmente) e ciò è abbastanza intuitivo: perché un giocatore straniero deve dannarsi l’anima per far vincere una squadra della quale non condivide gli interessi, se non il suo guadagno e la ricerca di passare ad un’altra squadra con il conseguente maggior guadagno? Una volta le squadre Italiane facevano risultati anche in campo internazionale: ora che prospettive abbiamo? scarsissime, non avendo nostri giocatori di rango!!!
    Gloria sportiva a Pozzo ed ai nostri giocatori Italiani, per tutti i risultati ottenuti e che, purtroppo, sarà pressoché impossibile ripetere, grazie anche alla FIGC (Federazione Internazionale -non più Italiana- Gioco Calcio)!!!!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE