• Mer. Mag 29th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Lago e torrenti inghiaiati, parte il Laboratorio Cellina

DiRedazione

Gen 31, 2024

RUPULIRE BARCIS E I FIUMI DALLA GHIAIA USANDOLA NEI CANTIERI PUBBLICI

Iniziativa della Lega con il Consigliere Pordenonese Lucia Buna in prima fila

La ghiaia prelevata dal lago di Barcis e dal Cellina venga usata nei cantieri pubblici del Friuli Venezia Giulia, incentivando così la manutenzione dei corsi d’acqua e allo stesso tempo salvaguardando l’ambiente. Il doppio ambizioso obiettivo è stato formalizzato durante una delle ultime sedute di Consiglio regionale, attraverso uno specifico ordine del giorno presentato da Alberto Budai presidente della Quarta commissione. A sostenerlo anche il consigliere della Lega Lucia Buna, il cui argomento è sempre stato molto sentito visto che proprio nel Pordenonese si trovano tre degli impianti più critici: rispettivamente il lago di Barcis e i fiumi Meduna e Tagliamento. “L’iter che in queste settimane sta prendendo piede per la bonifica di milioni di metri cubi di pietrame in eccesso a Barcis e dintorni è iniziato nel corso della passata legislatura e vede come unico vero promotore il gruppo della Lega”, ha detto la Buna. Pochi giorni fa nella sede della Magnifica Comunità montana delle Dolomiti friulane, Cavallo e Cansiglio si è tenuta una delle prime sedute del così detto “Laboratorio Cellina”: si tratta di un tavolo di concertazione a cui partecipano Comuni, Regione, gestori idrici e portatori di interesse. “Nelle ultime ore assistiamo al tentativo di attribuirsi la paternità di questo successo ma a nessuno sfugge che tutto è nato alcuni anni fa dall’iniziativa del Carroccio – commenta l’esponente del centrodestra -. E’ in questo contesto che abbiamo anche insistito per dirottare il materiale su strade, terrapieni, ponti e immobili in fase di realizzazione in Friuli Venezia Giulia. Eviteremo di ricorrere all’assurda importazione di inerti da fuori confine o all’apertura di nuove cave in pianura. In tanti ora vorrebbero assumersi gli onori di un esempio di autentica economia circolare”. A breve il dossier ghiaia finirà all’attenzione della speciale commissione del Consiglio regionale. Nel frattempo il Consorzio di bonifica Cellina Meduna, incaricato di studiare la pratica e di individuare le potenziali soluzioni, ha proposto un primo progetto di pulizia del corso d’acqua e dei suoi affluenti che si immettono nell’invaso valcellinese. “Gli elaborati sono stati posti all’attenzione dell’assessorato all’ambiente e verranno discussi nella commissione IV di prossima programmazione e di cui faccio parte, ha concluso Lucia Buna, eletta consigliere regionale lo scorso aprile.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE