• Gio. Mag 30th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

MUSIKE’ – Cinzia Spanò al Teatro Balzan di Badia Polesine (RO) veste i panni di Palma Bucarelli

DiRedazione

Mag 16, 2024

La resistenza dell’Arte a Musikè.
Cinzia Spanò al Teatro Balzan di Badia Polesine (RO) veste i panni di Palma Bucarelli

“Viva l’Italia Antifascista”. Una scritta bianca su sfondo nero ha accompagnato gli applausi scroscianti del pubblico a conclusione dello spettacolo Palma Bucarelli e l’altra Resistenza portato in scena dall’attrice, autrice e attivista Cinzia Spanò.

Lo spettacolo è stato portato in prima regionale, al Teatro Balzan di Badia Polesine (RO), da Musikè la rassegna di musica, teatro, danza promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Cinzia Spanò ha portato sul palco la testimonianza di una Resistenza altra, diversa e complementare rispetto a quella combattuta con le armi. Quella di Palma Bucarelli, storica direttrice della Galleria d’Arte Moderna di Roma, che nascose le opere d’arte nei sotterranei di Palazzo Farnese a Caprarola, in provincia di Viterbo.

Se l’Italia e il mondo intero possono ancora godere dei capolavori d’arte, lo si deve al coraggio della Bucarelli e di altri sopraintendenti e direttori di musei e gallerie: Pasquale Rotondi, Emilio Lavagnino, Fernanda Wittgens, evocati in scena dall’attrice, in un racconto corale di uomini e donne che rischiando in prima persona, in nome dell’Arte, si opposero alla violenza distruttiva dei bombardamenti, agli ordini del regime fascista e alle razzie dei nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale.

«Mi piaceva l’idea di recuperare e narrare figure spesso trascurate, perché vedo in esse non solo racconti con un valore universale, ma anche un’opportunità per sostenere il mio impegno personale e politico nel valorizzare le donne del passato – ha dichiarato l’attrice in una recente intervista a Laregione, quotidiano della Svizzera Italiana. – Trovo che attraverso queste storie possiamo trovare strumenti e spunti per contrastare stereotipi e disuguaglianze, unendo così passato e presente in un dialogo significativo».

Cinzia Spanò ricostruisce questa impresa attraverso il racconto della vita privata, ma al contempo pubblica e politica, di Palma Bucarelli, portandola sul palco con pochi oggetti di scena e attraverso l’uso di video proiezioni. Una drammaturgia ricca di testimonianze dell’epoca, in cui centrali risultano i diari e la corrispondenza di Palma con Paolo Monelli, giornalista del Corriere della Sera.

Ne emerge la biografia di una donna, colta, elegante e con un grande intuito per l’arte, che apre uno scorcio anche sull’occupazione di Roma, sulla persecuzione degli ebrei e sull’eccidio delle Fosse Ardeatine.

Una figura storica, ma contemporaneamente simbolica, che ha conquistato il folto pubblico presente in teatro a Badia.

Musikè è una rassegna promossa e organizzata dalla
Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo

Programmazione artistica e coordinamento
Alessandro Zattarin

Supporto organizzativo esterno
Claudio Ronda

Per informazioni
info@rassegnamusike.it
www.rassegnamusike.it

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE