• Mar. Nov 28th, 2023

Voce del NordEst

Il web magazine online 24/7

NAPOLI vs UDINESE : 4-1 – Le pagelle di STERA

DiStera

Set 27, 2023

LE PAGELLE DI STERA

NAPOLI vs UDINESE : 4 – 1

27/09/2023

SILVESTRI: 6

Sul rigore non intuisce, ma dice di no a  Kvaratskhelia da campione. Nonostante le quattro reti raccolte dalla rete, limita i danni senza colpe soggettive.

G U A R D I N G O

PEREZ: 5,5

Ingaggia una lotta sulla fascia di appartenenza con interpreti che si dimostrano, inizialmente, a lui superiori. Finisce con il soffrire ma non affondare, restando lucido senza grossi demeriti.

A B N E G A T O

BIJOL: 4,5

La pressione costante di Kvara e Osimhen lo mette in forte difficoltà. Commette errori non da lui, e si lascia superare facilmente.

C A L A M I T O S O

KRISTENSEN: 6

Indubbiamente il migliore dei tre di difesa, si conferma affidabile, puntuale e attento.

A P P R O V A T O 

EBOSELE: 5

Non è il Festy visto contro la Fiorentina, quello che sicuramente lo ridimensiona è il livello degli avversari, semplicemente! Esce per Ferreira.

A N N I E N T A T O

PAYERO: 5

Buone iniziative dai suoi piedi, e tanti tentativi per diventare quello che la mette dentro nei primi 45^ minuti, calando però vistosamente nella ripresa.

B A R C A M E N A N T E

WALACE: 4,5

A scuola calcio farei guardare come fa le marcature il brasiliano, ottimo esempio di errori tecnici! Tatticamente poi risulta inefficace. Esce per Samardzic.  

E F F I M E R O

LOVRIC: 5,5

Lotta per i suoi in un centrocampo che risulta sterile ed inefficace. Manca però in lucidità. Esce per Pereyra.

I N N O C U O 

KAMARA: 5,5

Anche se malissimo non fa, si può dire quel che si vuole, ma 19 milioni per un giocatore così sono davvero una fregatura! Esce per Zemura.

I N F A U S T O

THAUVIN: 5

Non trova spazi, ma si danna l’anima cercando un pertugio nell’attenta retroguardia avversaria. Viene però limitato facilmente, esce per Success.

S T E R I L E

LUCCA: 5,5

Paragonarlo a Beto è da ignoranti! Non hanno nulla in comune, anzi no, qualcosa ce l’hanno i realtà, sono poco incisivi! Palloni però oggi ne arrivano pochi e non buoni.

O R F A N O

———–

FERREIRA : 5,5

Rileva Ebosele senza sbavature e poco altro.

SUCCESS : 5,5

Entra al posto di Thauvin mettendosi subito al lavoro con la sua fisicità prorompente.

SAMARDZIC : 6,5

Subentra a Walace. I pochi minuti messo in campo rende le scelte di Sottil ingiustificabili. Il goal è una goduria!

PEREYRA : s.v.

Da il cambio a Lovric.

ZEMURA : s.v.

Quinto cambio per Kamara.

IL MISTER: 4,5

In difesa da fiducia a Kristensen, a centrocampo Lovric prende il posto di Samardzic, lasciato in panchina. Il campo dice che senza un regista e senza un attaccante di peso, subisci e basta! Evidente Watson! A questo punto, perso per perso, io darei ragione alla Società e metterei in campo i “fenomeni” che ti hanno comprato, tipo Pafundi, Zarraga, Zemura, Ake e Tikvic. Quello che balza agli occhi più evidente è la mancanza di un identità di squadra, giocatori che paiono dei Pirandello, in campo alla costante ricerca di un filo conduttore!  

I N S U L S O

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

Idee e qualità di gioco : 0

Se valutiamo le ultime venti partite in Serie A, credo sia la peggiore Udinese della storia, a memoria e senza voler scomodare le statistiche ufficiali!

______________

LA PARTITA:

Garcia ha già molta tifoseria contro in quel di Napoli tricolore. Con 2 punti nelle ultime 3 partite il rimpianto per Spalletti viene naturale. Ma chi sta peggio è Sottil, che con un solo goal in 5 partite, considerati i risultati del pomeriggio, affronta questa partita da ultimo in classifica. Arbitra Manganiello, coadiuvato da Mastrodonato e Yoshikava, quarto uomo Marinelli, al VAR Marini e Di Martino.

STATISTICHE:

Le ultime 5 sfide vedono 4V dei partenopei e un pareggio. I numeri dicono comunque che la squadra bianconera è tra le quattro migliori in Serie per tiri in porta (75), con i campani avanti con 90, 7 i meno della capolista Inter. Curioso il fatto che siano le due squadre con meno parate alla quinta giornata, Udinese 6, Napoli 4. Tre rigori a favore per i partenopei, ancora a zero (ma ci siamo abituati) i friulani. Saranno quindici le partite dei campani senza sconfitta contro i friulani dopo la partita di oggi!

SINTESI: Manca un pò di tutto tra le fila bianconere…

Al Maradona, vari malumori accompagnano in campo le due squadre, entrambe con le maglie ufficiali. Dopo un possesso palla sornione di entrambe le squadre, Payero arriva alla conclusione dalla distanza al 4^ con il pallone che finisce alto sulla traversa. Squadre che si affrontano a viso aperto, con le trame dei partenopei molto più precise di quelle friulane. Zielinksi si libera in area con una finta e scarica un destro potente ma impreciso all’11, palla alta sulla traversa. Kvaratskhelia dall’angolo di destra dell’area di rigore prova un destro a giro che finisce a lato. Fallo di Ebosele su Kvaratskhelia al check del Var, dopo che il giocatore di Garcia resta a lungo a terra al 14^. Rigore per il Napoli decretato al 17^ dopo aver visionato le immagini al Var. Posso sinceramente affermare che a parti invertite avrebbero ammonito i bianconeri per simulazione, e che mi smentisce non conosce la storia! Zielinski contro Silvestri, che spiazza mettendo la palla a fil di palo. Lucca appoggia per Payero che di destro, dal limite dell’area, calcia bene ma a lato al 21^. Kvara, Politano e Osimhen fanno impazzire la difesa friulana, sfuma sul fondo il cross del #21, solo sfiorato dal #9.  Kvaratskhelia al 23^ di destro chiama Silvestri ad un intervento decisivo e stilisticamente perfetto, respinge a pugni chiusi il #1 friulano. Attento Silvestri a chiudere lo specchio a Mario Rui in uscita al 28^. Lovric si invola sulla mediana per scaricare un buon sinistro che trova però la schiena dei difensori partenopei a respingere al 30^. Lucca perde palla al 32^, nei contrasti pare non aver bene metabolizzato i difensori di Serie A. Osimhen su cross di Politano, al 36^ manda a lato di testa. Osimhen al 38^ raddoppia, difesa colabrodo che si dimentica di marcarlo (Bijol) e con destro chirurgico manda la palla alle spalle di Silvestri. Thauvin da fuori area accompagna il pallone sulle mani di Meret, che finalmente tocca palla al 40^!  Cross di Ebosele, testa di Thauvin che manda abbondantemente a lato al 43^. Schema su punizione per i bianconeri. Pallone che arriva al limite dell’area a Lovric che di destro manda di poco alto al 47^. Finisce sul due a zero , dopo tre minuti di recupero, il primo tempo di una partita a senso unico. Nessun cambio al rientro dagli spogliatoi. Brutta testata tra Bijol e Osimhen al 47^ sugli sviluppi di un corner a favore dei bianconeri. I due restano a terra, serve l’intervento di entrambi i sanitari in campo. Lovric ci prova di destro dalla distanza, Natan devia in corner al 51^. Osimhen ruba il tempo a Bijol (in seria difficoltà) e di destro manda di poco a lato sul palo opposto al 53^. Politano per Kvara che al volo manda la palla sbattere sul palo al 56^. Al 57^ entrano Ferreira, Succes e Samardzic per Sottil. Al 62^ dentro Simeone e Lindstrom per i partenopei. Kamara manda di poco a lato dal limite al 66^. Lindstrom lancia Simeone che punta Silvestri al 66^, bravo Silvestri a chiudere in corner. Kvara si libera al tiro e calcia sicuro dopo aver saltato come birilli due difensori bianconeri al 67^, il palo dice di no al georgiano! Entrano al 70^ Cajuste per Garcia, Pereyra e Zemura per i friulani. Torna a segnare anche Kvara, goal che mancava da un enorme quantità di minuti, chiaro che contro questi bianconeri era scontato ci riuscisse. Esce male palla al piede Bijol che perde il controllo della palla, il georgiano come un rapace salta prima il #29 e poi con uno scavetto salta anche Silvestri, e ritrovandosi solo davanti alla porta accompagna in rete il tre a zero!  Strepitoso Samardzic all’80^. Parte palla al piede dalla trequarti e si invola in dribbling con la sponda di Success, e saltando via via 5 avversari arriva al tiro superando Meret per il tre a uno. Non passa nemmeno un giro di orologio e Kvara serve Simeone in area che di testa ristabilisce le tre reti di distanza per il 4 a 1! Bianconeri imbarazzanti. All’82^ dentro Raspadori ed Elmas. All’88^ Simeone dal limite impegna Silvestri che salva in corner. Tre di recupero.  

ANALISI: Serviva l’aiuto degli arbitri?

Un rigore che a parti invertite non avrebbero mai dato e un secondo goal in quasi fuorigioco. Non servivano contro questa Udinese, ma sono indicativi dell’aria che tira in casa friulana. Si direbbe accanimento terapeutico, in campo medico! La squadra affonda sotto i colpi di un Napoli sempre con il pallino del gioco in mano, senza idee, senza una mentalità di squadra. Sottomessi, impersonali, imprecisi, prevedibili e lenti! La guida tecnica oramai non ha più il controllo, serve una scossa, ma il rischio maggiore, conoscendo la Società e i Pozzo, è quello di ritrovarsi al posto di Sottil un mister da rilanciare, scelto in base al più basso ingaggio possibile e alla sudditanza societaria! Nuvole scure aleggiano già sul nuovo BLUENERGY STADIUM!  

NAPOLI : MERET 6, DI LORENZO 6, MARIO RUI 6, NATAN 6.5, OSTIGARD 6, ANGUISSA 6 (RASPADORI s.v.), LOBOTKA 6.5, ZIELINSKI 7 (CAJUSTE 6),  KVARATSKHELIA 8  (ELMAS s.v.), OSIMHEN 6,5  (SIMEONE 6.5), POLITANO 7 (LINDSTROM 6)

Di Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE