• Dom. Mar 3rd, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

UDINESE vs GENOA : 2-2 – Le pagelle di STERA

DiStera

Ott 1, 2023

LE PAGELLE DI STERA

UDINESE vs GENOA : 2 – 2

01/10/2023

SILVESTRI: 4,5

Indeciso, impreciso, approssimativo! Solo una parata su Messias lo scagiona da una prestazione da dimenticare! Troppo poco!

O R R O R I F I C O

PEREZ: 6

Regge meglio dei suoi compagni di difesa l’urto avversario, non mancando di proporsi in avanti.

A T T E N D I B I L E

BIJOL: 4,5

Seconda prestazione sotto tono per lo sloveno. Preoccupante la sua involuzione, incide sul rendimento globale della squadra.

F A R R A G I N O S O

KRISTENSEN: 5,5

A tratti indeciso e impreciso, si concede alcune sbavature in marcature, su la deviazione sul raddoppio genoano. Tatticamente è invece affidabile. Esce per Ferreira.

L I C E N Z I O S O

EBOSELE: 6

Quando punta l’avversario crea spesso superiorità numerica, manca però di concretezza palla al piede. La sua rapidità però è molto funzionale.

F E R O C E

PEREYRA: 4,5

In tanti speravano in suo ritorno. Ad oggi, la sua presenza non ha cambiato le sorti della squadra. Esce per Samardzic, unica cosa buona della sua partita.

I N F E L I C E

WALACE: 4,5

Come e quanto sbaglia lui in Serie A, nessuno! Il suo impiego, dopo i disastri nei precedenti incontri, suona come il consiglio di una purga agli stitici! Esce, pure contrariato, per Payero.

D E L E T E R I O

LOVRIC: 5

Primo tempo da assente ingiustificato. Nella ripresa si intravede il giocatore ammirato nel finale della scorsa stagione, il che fa ben sperare.

F I A P P O 

KAMARA: 5

Suo il cross per il pareggio di Luca, ma poco, pochissimo altro! Esce per Zemura.

E S I G U O

SUCCESS: 5

Ritrova la maglia da titolare dopo i minuti giocati a Napoli. La sua presenza in campo serve davvero a poco, comunque, esce per Thauvin.

S E C O N D A R I O

LUCCA: 6

Finalmente è arrivata la prima rete in Serie A. Ma per il resto della partita, la sua è una costante lotta alla ricerca di spazi utili che non si trovano.

R E M U N E R A TO

———–

ZEMURA : 6

Rileva Kamara, si dimostra subito più intraprendente del titolare..

THAUVIN : 6

Entra al posto di Success caricato a molla.

SAMARDZIC : 6

Subentra a Pereyra mettendo subito in apprensione gli avversari.

PAYERO : 5,5

Da il cambio a Walace, servono più minuti per farlo esprimere.

FERREIRA : s.v.

Quinto cambio per Kristensen.

IL MISTER: 4

Andrea da Venaria Reale sceglie di inserire Pereyra dal primo minuto, ma toglie il top player Samardzic. Dopo un primo tempo disastroso decide di inserire Zemura per Kamara. La scelta si commenta da sola. Salva il risultato con i cambi. Non puoi lasciare Thauvin, Samardzic e Payero in panchina e far giocare Walace! Dai….!!!!    

I N S O S T E N I B I L E

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

Scelte tecniche : 4

Squadra con due facce e due misure, le scelte del primo tempo vengono riparate dai titolari nella ripresa!

______________

LA PARTITA:

Si respira aria di stravolgimenti in terra friulana, con Sottil sulla graticola e con la Società al bivio, per scelte rivelatosi poco fortunate in queste prima 5 giornate. Fuori Samardzic, Thauvin e Payero (!!!!!!), titolari Pereyra e Success. Genoa con assenze importanti, ma gasatissima dallo strepitoso successo contro la Roma. Arbitra Mariani, coadiuvato da Colarossi e Vigile, quarto uomo Ferrieri Caputi, al VAR Valeri e Paganesi.

STATISTICHE:

Le ultime 5 sfide vedono 1V friulana e 4 pareggi. Ma la cosa più rilevante è che si incontrano le due squadre più antiche del calcio italiano, i precedenti dicono 24V Bianconere,  23V genoane e 21P, nonostante i grifoni siano pluriscudettati!!! Classiche che vedono i grifoni con 7 punti e friulani con 3, ciò nonostante i genoani sono la squadra con meno tiri in porta in Serie A (40) contro gli 88m ma sterili, friulani. Quanto a parate, sostanziale parità (12 a 11 per i friulani), con i bianconeri che si confermano ultimi per km percorsi.

SINTESI: Bianconeri squadra troppo ingenoa!

1910 persone commemorate dallo Stadio FRIULI (voi chiamatelo come volete!!), per il disastro del Vajont, che per i friulani ha un significato importantissimo, un minuto di raccoglimento che non è mai abbastanza! Divise ufficiali e condizioni atmosferiche ottimali per i 22 in campo. Dopo una serie infinita di errori bianconeri (Walace e Silvestri) ne approfitta Gudmunnsson per scaricare un destro velenoso che si insacca in porta al 14^. Buio pesto in casa friulana!!!! Si riversano in avanti i friulani, più con rabbia che con convinzione, Pereyra viene murato in area dall’attenta difesa rossoblù. Ingabbiati da un Genoa attento e ben disposto in campo, i friulani non trovano spiragli. Sterili, macchinosi, senza idee né fantasie!! E con Samardzic, Payero e Thauvin in panchina!!! Bravo Kamara al 23^ ad insistere sulla sinistra e crossare in area, Haps la tocca male mandandola sul piede di Lucca che stoppa e scarica con rabbia e potenza alle spalle di Martinez! Prima rete in serie A per il puntero friulano, dopo accese proteste genoane, con il Var che convalida. Pareggiano i friulani. Ma bastano 4 minuti per i grifoni per riportarsi in vantaggio. Gudmunnsson approfitta di una serie di rimpalli in area e scarica a rete, con Silvestri ancora poco reattivo. Verifica Var per convalidare il vantaggio rossoblù. Niente goal, annullata la rete per fuorigioco di Haps. Giallo per il tucu al 34^, nel tentativo estremo di contenere lo scatenato Gudmunnsson. Malinovskyi al 35^, su punizione, calcia di poco a lato. Malinovskyi per Rategui, scarico a Gudmunnsson che dribbla Kristensen e scarica a rete, con una deviazione del #31 friulano, e palla in rete, Silvestri ininfluente (!!!!), questa volta il goal è valido! Genoa padrone del campo e avanti nel punteggio, meritatamente. Finiscono i primi 45 minuti ( uno solo di recupero) con la preoccupante idea di essere davanti ad una retrocessione sempre più probabile! Scontata, a questo punto, la testa di Sottil, ma anche la società ha le sue colpe, evidenti! Il secondo tempo confermerà o smentirà quanto visto in campo nella prima frazione di gioco? Sottil manda Zemura in campo al posto di Kamara al rientro dagli spogliatoi. Cross di Perez che trova impreparati i difensori del Genoa al 54^, peccato che Zemura sia troppo lento, occasione che sfuma. Cross di Walace al 56^, palla sulla testa di Lucca che manda goffamente a lato. Entrano Thauvin e Samardzic al 57^. Al 62^ dentro Payero per sciaguraWalace! Bel corner di Samardzic al 66^ che trova la testa di Bijol, bravo Martinez a bloccare a terra. Entra Kutlu per Gilardino al 67^. Payero al 69^ protagonista, in negativo, per un tiro/cross che sfuma a lato. Ebosele si guadagna un calcio di punizione al limite dell’area al 72, che dopo un Var check per un possibile calcio di rigore, viene confermato. Samardzic calcia, palla di poco a lato. Dopo 20 minuti di sostanziale sterile predominio friulano, si fa vedere il Genoa al 75^, prima con Haps che impegna Silvestri, poi con De Winter che calcia di poco a lato. Doppio cambio rossoblù al 77^, dentro Messias e Puscas. Lovric in profondità per Lucca che prova la conclusione al volo al 78^, palla fuori. Ultimo cambio al 79^ per Sottil, dentro Ferreira per Kristensen.  Bravo Silvestri su Messias all’83^, gli chiude la via della porta. Bijol bravo a contrastare Puscas lanciato a rete e limitarlo concedendo a Silvestri di uscire e anticipare la punta di Gilardino all’85^. Cambia anche Gilardino, dentro Matturro.  Preme la squadra di Sottil in questi minuti finali, ma trova un Genoa ben organizzato. Cinque i minuti di recupero. Su cross di Samardzic al 91^, spizza Perez e ci mette la testa Matturro per il più clamoroso degli autogoal! Rosso a Lovric al 94^ per fallo su Messias, falciandolo da dietro. Giallo a Frendrup che falcia Lucca, bloccando una pericolosa ripartenza bianconera. Finisce sul 2 a 2, le scelte di Sottil faranno molto discutere.

 ANALISI: Davanti al Genoa facciamo la Samp 2022/23!

Bastano 14^ minuti al Genoa per perforare la difesa friulana! Una serie infinita di errori e imprecisioni e la totale mancanza di idee e geometrie, danno campo libero ad un Genoa compatto e deciso! Un primo tempo che anche in Serie B, con questa squadra, avrebbe difficilmente prodotto risultato! Le colpe sono da dividere tra Staff, allenatore, Società e giocatori ma soprattutto TIFOSI, troppo buoni e sottomessi ad una proprietà che di sportivo non ha più nulla e che ammalia i più innamorati con false promesse, come fa il più furbo degli amanti padroni! Davanti al Genoa, rischiamo di rivelarci la Samp del campionato 2023/2024! Secondo tempo che grazie ai cambi, mette qualità in campo. I friulani si rivelano più decisi, mettendo alle corde il grifone, che solo una volta riesce ad uscire dalla sua metà campo. Posso serenamente dire che con Walace in campo sarebbe stata un agonia continua! Senza i cambi, sarebbe andata sicuramente diversamente!   

GENOA : MARTINEZ 5.5, VASQUEZ 6, BANI 5.5, DRAGUSIN 6, DE WINTER 4.5, HAPS 5 (MESSIAS 6), MALINOVSKYI 6 (KUTLU 5.5), FRENDRUP 6.5, THORSBY 6, GUNDMUNNSSON 7.5 (MATTURRO 4), RATEGUI 6 (PUSCAS 5.5)

Di Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE