• Dom. Mar 3rd, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

‘VajontS23’ l’azione corale di teatro civile sarà raccontato attraverso ‘La Dosolina’ il 9 ottobre, la proiezione del film e poi i ragazzi del laboratorio ArtistiAssociati/ ARTEFICI.ResidenzeCreativeFVG

DiRedazione

Ott 5, 2023

NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO

‘VajontS23’ l’azione corale di teatro civile sarà raccontato attraverso ‘La Dosolina’

Lunedì 9, dalle 20, la proiezione del film e poi i ragazzi del laboratorio ArtistiAssociati/ ARTEFICI.ResidenzeCreativeFVG

Trent’anni fa ‘Il racconto del Vajont’ era la voce e il corpo di Marco Paolini. La sera di lunedì 9 ottobre 2023, nel 60esimo anniversario della tragedia del Vajont che costò la vita a 2000 persone, diventerà VajontS23, azione corale di teatro civile messa in scena in contemporanea in 130 teatri dall’Alto Adige alla Sicilia e anche all’estero.

VAJONTS 23, un’azione corale di teatro civile, un racconto, cento racconti di acqua e di futuro (un progetto di Marco Paolini per la Fabbrica del Mondo realizzato da Jolefilm in collaborazione con Fondazione Vajont) farà tappa anche al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo, a partire dalle 20, con la proiezione del film ‘Vajont’ per la regia di Renzo Martinelli, vincitore di un premio ai Nastri d’Argento, e due candidature a David di Donatello.

Seguirà, alle 22, ‘La Dosolina’ un progetto a cura di ArtistiAssociati – Centro di Produzione Teatrale / ARTEFICI.ResidenzeCreativeFVG, con la drammaturgia originale di Chiara Cardinali e Gioia Battista liberamente tratta dal Racconto del Vajont di Marco Paolini e Gabriele Vacis. La voce narrante sarà quella di Nicola Ciaffoni accompagnato dal flauto di Matteo Ruhr. Sul palcoscenico anche i partecipanti del laboratorio VajontS23 tenuto da Nicola Ciaffoni: Endrit Avdijaj, Lorena Bassi, Francesca Cavallero, Fulvia Cristin, Matteo Della Schiava, Fulvia Dreossi, Silvia Portelli, Filippo Tamaro. ‘La Dosolina’ è la memoria che vuole essere raccontata. Sono le voci del Vajont che a distanza di 60 anni tornano a parlarci della storia della montagna. Dell’acqua che travolge tutto e del fango che ricopre ogni cosa. È un coro, sono persone che portano dentro la loro Dosolina, come sasso, un sasso che cambia tutto. Sono le persone i nostri Vajonts, testimoni e memoria per il futuro.

Il ricordo di un momento tragico della storia collettiva del paese è lo spunto per una riflessione collettiva trasversale a tante realtà, dal teatro al mondo accademico, dalla scuola alle istituzioni, intorno al tema dell’emergenza idrica e del futuro delle nuove generazioni ai tempi della crisi climatica.

In copertina : Vajont 3 – photo Gianluca Moretto

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE