• Gio. Dic 1st, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

SEXTO ‘NPLUGGED – domani 28 luglio il via con RIVAL CONSOLES

DiRedazione

Lug 27, 2022

SEXTO ‘NPLUGGED
XVII edizione
Piazza Castello – Sesto al Reghena (PN)

28 luglio – RIVAL CONSOLES

Opening: Ginevra Nervi
29 luglio – AGNES OBEL

Opening: Timber Timbre
30 luglio – ARAB STRAP

Opening: Martina Bertoni
31 luglio – BLACK MIDI

Opening: Pamaguite
Per info e biglietti: www.sextonplugged.it



SEXTO ‘NPLUGGED, la rassegna musicale di Sesto Al Reghena (PN) quest’anno raggiunge la XVII edizione e avrà luogo nella storica location di Piazza Castello nel cuore di uno dei borghi più antichi e affascinanti del Friuli Venezia Giulia e del nostro Paese.
Dopo il primo appuntamento con Cat Power il 21 giugno, la manifestazione continua dal 28 al 31 luglio.
Boutique Festival per eccellenza, sin dalle prime edizioni, si è contraddistinto per una decisa sperimentazione musicale e per le scelte ricercate e non convenzionali, forte di una line up tutta internazionale con esclusive nazionali e territoriali. Uno dei punti di riferimento, insomma, per la musica di qualità nel pieno rispetto dell’ambiente che lo ospita.

IL PROGRAMMA:

RIVAL CONSOLES
Giovedì 28 Luglio 2022

Piazza Castello ore 21

UNICA DATA ITALIANA

Biglietti: 20 euro + ddp

Il 28 luglio salirà sul palco del Festival per l’unica data italiana del tour RIVAL CONSOLES, nome d’arte del musicista Ryan Lee West, che lo scorso dicembre ha pubblicato il suo ultimo ambizioso album intitolato “Overflow”, composto per una produzione di danza con lo stesso nome, creata dal coreografo Alexander Whitley. A differenza dei precedenti lavori, più intimisti, questo disco ha voluto aprirsi all’esterno ed esplorare le ripercussioni che una vita circondata da dati, social media e pubblicità può subire a livello umano ed emotivo: la rottura del sé a favore del marketing che mira a ottenere ricchezza e a seminare divisione. Durante il live, il musicista elettronico britannico trasformerà il palco in una sorta di limbo, una zona sospesa tra la dimensione fisica e quella mentale, spirituale, in cui verranno trascinati anche gli spettatori.


La data è realizzata in collaborazione con Scenasonica, la rassegna di avanguardia e sperimentazione che si tiene durante l’anno all’ex convento di San Francesco a Pordenone.

OPENING ACT

GINEVRA NERVI

GINEVRA NERVI: compositrice, cantautrice, produttrice nata a Genova, la sua ricerca nell’ambito della musica elettronica si basa sull’esplorazione del timbro vocale attraverso l’utilizzo di diverse tecniche di manipolazione del suono. L’artista ha realizzato alcune colonne sonore di film e documentari (“L’Ultimo Piano”, “Fuoco Sacro”), progetti firmati da Netflix e Amazon Prime Video (“The Trial”, “The Hunter 2”, “Curon”, “Skam Italy 4”, “Prisma”), film selezionati alla mostra del cinema di Venezia. Nel 2021 è stata nominata ai David di Donatello, il premio più rilevante nell’industria cinematografica italiana, per la migliore canzone originale. Quest’anno ha musicato il documentario Sky Arte “Dante, Fuga Dagli Inferi” e sta lavorando al suo album “The Disorder Of Appearances”.

SEXTO LOUNGE: prima e dopo il concerto, in Piazzetta Burovich a ingresso libero area ristoro e dj set al femminile con Flux (Lucia Violetta Gasti).

AGNES OBEL
Venerdì 29 Luglio 2022

Piazza Castello ore 21

Biglietti: 20 euro + ddp

Nome di rilievo del panorama femminile: la raffinata cantautrice danese AGNES OBEL suonerà live il 29 luglio.
La musicista di Gentofte trapiantata a Berlino si è contraddistinta nel corso degli anni per un’espressività artistica originale ed estremamente emozionante e per un’abilità di scrittura unica e sofisticata.
Il suo ultimo album, “Myopia” (uscito il 21 febbraio 2020 per la prestigiosa casa discografica Deutsche Grammophon), è stato acclamato da pubblico e critica: una vera opera d’arte composta, suonata e prodotta in completa autonomia nel suo studio berlinese. Le 10 tracce del disco, in perfetto equilibrio tra genio e grazia, rispecchiano un minimalismo perfetto, raccontato da un songwriting estremamente intimista e allo stesso tempo ricco di dettagli affascinanti.
Suoni che si fondono, si deformano e rinascono sotto diverse forme, sospesi in una nuova dimensione spazio temporale: sul palco di Sexto ‘Nplugged AGNES OBEL vi trascinerà in una zona d’ombra tra “la fiducia e il dubbio” per poi farvi sentire a casa.

OPENING ACT

TIMBER TIMBRE: gruppo canadese capitanato da Taylor Kirk, in pista dal 2005 con sei album all’attivo, sono stati nominati ai Polaris Music Prize, hanno aperto i tour di Laura Marling e Feist. Il suono dei Timber Timbre è stato descritto come basato su un blues grezzo e paludoso e definito «stupendo blues contratto, proveniente da un altro universo», il che lo rende ottimo per atmosfere da film e spaventose. Le loro canzoni sono state infatti spesso utilizzate in serie tv come “Breaking Bad”, “Orange is The New Black”, “Good Girls”.

SEXTO LOUNGE: prima e dopo il concerto, in Piazzetta Burovich a ingresso libero area ristoro e dj set al femminile con Millacu (Camilla Isola).

ARAB STRAP

Sabato 30 Luglio 2022

Piazza Castello ore 21

Biglietti: 20 euro + ddp

Gli ARAB STRAP, storico duo scozzese dalle sonorità post-rock e dalle tinte new wave originario di Falkirk, salirà sul palco del SEXTO ‘NPLUGGED sabato 30 luglio 2022.
A più di venticinque anni dalla loro formazione, a quindici dal loro scioglimento e a un anno dal loro acclamato album di ritorno “As Days Get Dark” (2021, Rock Action) tornano in Italia per un imperdibile live.
Il duo, formato da Aidan Moffat (voce) e dal polistrumentista Malcolm Middleton (chitarra, basso, sax, piano e drum machine), nasce a metà degli anni Novanta e pubblica il debut album “The Week Never Starts Round Here” nel 1996 con l’etichetta indipendente Chemikal Underground contenente “The First Big Weekend”, brano con cui si sono fatti conoscere e amare a livello internazionale.
Nel 2021 tornano dopo una lunga pausa, più in forma che mai, con il settimo album, “As Days Get Dark”, una nuova dimostrazione dell’incredibile abilità di songwriting graffiante dalle tinte electro-post-rock degli scozzesi, che si confermano in maniera assoluta come un punto di riferimento del panorama musicale indipendente. Un album che cattura alla perfezione l’essenza della coppia che suona di nuovo dal vivo, per un disco che riesce a sembrare sia evoluzione che rivoluzione: una continuazione di ciò che è venuto prima, ma anche un audace salto nel futuro.

OPENING ACT

MARTINA BERTONI: violoncellista e compositrice con base a Berlino e molto legata alla musica da film. La sua musica sperimentale penetra nelle profondità emotive e fisiche mentre esplora il limbo tra percezione e coscienza, attraverso registrazioni e pratiche esecutive che spingono l’ascoltatore ad ampliare e sfidare la propria esperienza. “Tutti i fantasmi sono spariti” e “Music for Empty Flats” i primi due album. Il suo prossimo album “Hypnagogia” ad inizio 2023.

SEXTO LOUNGE: prima e dopo il concerto, in Piazzetta Burovich a ingresso libero area ristoro e dj set al femminile con Dianda Distress (Diana Zannese).

BLACK MIDI

Domenica 31 Luglio 2022

Piazza Castello ore 21

Biglietti: 20 euro + ddp

Il 31 luglio invece sarà la volta dei londinesi BLACK MIDI: musica ribelle, pazza e inclassificabile che unisce sapientemente jazz, punk e prog.
Dopo l’acclamato esordio con “Schlagenheim”, candidato ai Mercury Prize e inserito da New York Times, Pitchfork, Stereogum, SPIN e altri nelle classifiche dei migliori album del 2019, e l’ottimo “Cavalcade” del 2021, il trio inglese formato da Geordie Greep, Cameron Picton e Morgan Simpson, ha recentemente pubblicato il nuovo album in studio, “Hellfire”, uscito il 15 luglio 2022 su Rough Trade Records, anticipato dal singolo “Welcome To Hell”.
L’album si basa sugli elementi melodici e armonici del suo predecessore, espandendo al contempo la brutalità e l’intensità del loro disco d’esordio. Lo spettatore avrà l’occasione di vivere a pieno questa tensione esplosiva durante il concerto, esperienza essenziale per comprendere a pieno i BLACK MIDI, che in tour si esibiranno insieme a Kaidi Akinnibi (ottoni) e Seth Evans (tastiere).


La data nasce dalla collaborazione con Veneto Jazz ed è inserita nella rassegna AAVV – Artisti Vari e Indipendenti – che raccoglie le voci che esulano strettamente dal linguaggio del Jazz.

OPENING ACT

PAMAGUITE: si formano nel 2019 a Pordenone da un’idea di Michele Petrovich, Nicola Furlanetto e Simone Bravo. Nel 2020 pubblicano il loro primo omonimo Ep. Nel 2021 la formazione viene completata da Guzo/ Mirko Caso (già bassista dei Gonzalo con Michele e Nicola) e Leonardo Duranti alla chitarra elettrica. Nel 2022 esce il loro secondo Ep “Hope Is not a hassle” dove le sonorità diventano più suadenti, un pop irruente influenzato da sonorità british. Melodie fresche ed immediate che nascono da una chitarra acustica arricchite da arrangiamenti dream-pop. Una naiveté musicale che si contrappone a dei testi dove il tema del rapporto con l’altro viene espresso in modo cronachistico ed aspro.

SEXTO LOUNGE: prima e dopo il concerto, in Piazzetta Burovich a ingresso libero area ristoro e dj set al femminile con B.E.A. (Beatrice Goldoni).




SEXTO LOUNGE & SEXTO ART LOVERS

– Piazzetta Burovich (a due passi dall’area concerti)

– INGRESSO LIBERO

– l’area apre alle 18.00

– DJ set dalle 19.00

Dall’edizione 2021 si affianca ai concerti di Piazza Castello, l’area di Sexto Lounge nell’adiacente Piazzetta Burovich.
Sexto Lounge è un salottino a cielo aperto, un’area a ingresso libero dedicata al pre e post concerti con dj set tutti al femminile (alcune come FLUX e MILLACU sono anche note musiciste, e poi ancora: DIANDA DISTRESS E B.E.A.) e che ospita eventi collaterali artistici.
Nell’area Lounge si trova anche la zona food and drink, attiva in modo continuato per tutte le serate dalle 18:00.
Un occhio di riguardo a sostenibilità e al green che si riflette a livello artirstico ma anche nella promozione di un prodotto artigianale da coltivazione naturale a Km0, come lo zafferano, “spezia degli dei” che troviamo nel “Cocktail Z”.

Nella barchessa storica e nella piazzetta interventi artistici diffusi per il format Sexto Art Lovers, che ha come obiettivo quello di unire musica e arte visiva.
La madrina d’eccezione del progetto è ancora la carismatica Eva Poles (Prozac+ e Rezophonic).
Rinnovata per il quarto anno consecutivo anche la collaborazione artistica con le importanti realtà di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto e Terzo Paradiso e il coordinatore di progetto Francesco Saverio Teruzzi.
Sexto ‘Nplugged partecipa a Il Terzo Paradiso in Laguna di Venezia attraverso il coinvolgimento del proprio pubblico in un’iniziativa social, aperta, pratica che chiede al pubblico di esprimersi sull’idea di sostenibilità. Se da un lato sarà l’innovazione tecnologica che ci offrirà un’alternativa sostenibile per la nostra società, dall’altra è l’azione di tutti che può da subito fare la differenza.

Due le installazioni presenti in area.
Sebastiano Pelli con “Antimatter Stone”, una scultura ad impatto sociale realizzata con materiale di scarto e che ingloba rifiuti plastici, in collegamento al progetto del Terzo Paradiso in Laguna di Venezia.
Boštjan Čadež con il robot “Mr. Processor, Do You Understand Life?” selezionato dal partner Creea (Udine). Il robot si muove nello spazio in modo autonomo e ci mette di fronte alla possibilità di un’intelligenza artificiale autocosciente, che si rende conto di essere stata costruita solo per “servire” l’essere umano e si ribella a questa condizione. Come? Disobbedendo e infastidendo il pubblico.


Il piccolo e prezioso borgo medioevale di Sesto Al Reghena, incastonato all’interno di spazi naturalistici di rara bellezza nella provincia di Pordenone, ha una lunga storia che risale già all’età del bronzo ed è noto soprattutto per il complesso dell’Abbazia di Santa Maria in Silvis, fondata nel 730-735. Per l’architettura del luogo, la sua storia antica e la splendida area naturale in cui è immerso, è stato eletto come uno dei borghi più belli d’Italia.

Sesto Al Reghena è uno spazio inclusivo e poliedrico, votato alla musica, all’arte e alla cultura in ogni sua forma, in grado di creare un legame magico, indissolubile e reciproco con gli artisti che ospita ogni anno. La manifestazione è sostenuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG e Fondazione Friuli.

Per info e biglietti: www.sextonplugged.it

GLI ARTISTI SUI SOCIAL

RIVAL CONSOLES
Instagram – www.instagram.com/rivalconsoles
Website: www.rivalconsoles.net
Facebook: www.facebook.com/rivalconsoles

AGNES OBEL
Facebook – www.facebook.com/agnesobelofficial/
Twitter – twitter.com/agnesobel
Instagram – www.instagram.com/agnesobelofficial/
Website – www.agnesobel.com/

ARAB STRAP
Facebook – www.facebook.com/arabstrapofficial
Twitter – twitter.com/ArabStrapBand
Instagram – www.instagram.com/arabstrapband
Website – www.arabstrap.scot

BLACK MIDI
Instagram – www.instagram.com/bmblackmidi
Twitter – twitter.com/bmblackmidi
Website – www.blackmidi.com
Facebook – www.facebook.com/blackmidi


Sexto ‘Nplugged – Info utili
ASSOCIAZIONE CULTURALE SEXTO – P.zza Castello, 4 – Sesto Al Reghena (PN)
Tel: 0434 699134 – 329 8197867
www.sextonplugged.itculturalesexto@gmail.com
Facebook – SextoNpluggedFestival
Instagram – sextonplugged

In foto di copertina : Rival Consoles – by Özge Cöne

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi