• Mer. Ott 27th, 2021

VNE

online 24 ore su 24

Il quarto chakra nel drink ANAHATA di Giuseppe Marzovilla

DiCarlo Dutto

Ott 11, 2021

DRINK: ANAHATA
BARTENDER: Giuseppe Marzovilla, proprietario e bartender del ParlaPiano Bistrot – Miscelazione in cucina di Mola di Bari (BA)

INGREDIENTI:

2 cl Laphroaig Select
3 cl Chartreuse Verte
1 cl orzata di mandorle
1 cl falso lime mix homemade
2 cl clorofilla di cetriolo e sedano homemade

Bicchiere:
 tumbler basso
Garnish: slice arrotolata di cetriolo

Giuseppe Marzovilla proprietario e bartender del ParlaPiano Buvette di Mola di Bari photo by Berenice Verga

PREPARAZIONE:
Per il falso lime mix homemade: sciogliere 4 gr di acido citrico e 2 di acido malico in 100 ml di acqua. Per la clorofilla di sedano e cetriolo homemade: realizzare un balancing di bucce di 4 cetrioli e le foglie di un gambo di sedano. Frullare il tutto, compresa la polpa del cetriolo, con 400 ml di acqua a 4°C di temperatura, filtrare il tutto e imbottigliare.
Per preparare il drink versare il Laphroaig Select e tutti gli altri ingredienti in uno shaker con ghiaccio e shakerare con cura. Versare il cocktail in un bicchiere tumbler basso colmo di ghiaccio e guarnire con una slice arrotolata di cetriolo.


IL DRINK:

Un drink ispirato all’Anahata il quarto chakra, il centro energetico del cuore. Di colore verde, è il chakra del sentimento e rappresenta la capacità di amare che parte direttamente dal cuore e non dalla testa, centro dell’amore incondizionato che assolve le funzioni di amore, compassione, pazienza e umiltà. Il drink ideato da Giuseppe Marzovilla – proprietario e bartender del ParlaPiano Bistrot di Mola di Bari – si ispira proprio al concetto del chakra, nell’uso del Laphroaig Select, massima espressione di scotch whisky, che, data la sua torba decisa e il suo particolare sentore salmastro, ‘o lo ami o lo odi’, protagonista della recente campagna ‘Your first Laphroaig‘ dedicata alle sensazioni provate al primo assaggio del whisky di Islay. Il drink si può gustare in abbinamento, con il roast beef a menù nel ParlaPiano bistrot, realizzato con maio al dragoncello, mele, cetrioli in salamoia e rucola. Una drink list firmata da Marzovilla – sette drink per sette chakra – che, dopo le due ispirate ai farmaci, non si allontana dal concetto del benessere dell’uomo: “Abbiamo ancora bisogno e io per primo – sottolinea il bartender – di cercare di star bene per dimenticare ciò che ci logora da un anno e mezzo a questa parte”. E, continua Marzovilla: “Comprendere la natura dei chakra è fondamentale per trarre il meglio dall’energia che scorre in noi, equilibrando alla perfezione corpo, mente e spirito“.

Photo credits : Berenice Verga

Carlo Dutto

carlodutto@hotmail.it

Rispondi