• Gio. Mag 26th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Chiusaforte (UD) : MUSEO DELLA GUERRA FREDDA, un opportunità per conoscere e far ricordare il nostro recente passato

DiStera

Giu 1, 2019

Il MUSEO DELLA GUERRA FREDDA nasce dalla passione per la Storia di alcuni giovani, riuniti nell’Associazione Friuli Storia e Territorio (FST).

“L’idea è stata quella di creare uno spazio dedicato alle vicissitudini che coinvolsero anche il Friuli Venezia Giulia nel periodo post bellico, cioè dal 1945 al 1991, prestando particolare attenzione alla capillare presenza militare, alle fortificazioni realizzate per la difesa del confine nord-orientale e alla contrapposizione fra il blocco occidentale e quello orientale.”

“L’intento del museo, il primo nel suo genere in Italia, è quello di preservare la memoria storica di un periodo caratterizzato dalla incombente minaccia della guerra atomica, ma anche dal benessere economico che la massiccia presenza di militari ha comportato, attraverso la conservazione e valorizzazione dei cimeli esposti, nonchè della struttura stessa.”

La Caserma ZUCCHI

Il museo di trova a CHIUSAFORTE, in provincia di UDINE, presso la Caserma ZUCCHI, ex sede del 15° Reggimento Alpini fino al 1995, e storica sede del Battaglione Alpini “CIVIDALE”.

Oltre alla mostra statica, l’Associazione promuove e organizza attività esterne tipo rievocazioni storiche e aperture di ex presidi militari (bunker, caserme, fortificazioni etc.).

La prossima in ordine di tempo è in programma il 14 luglio: un evento al Passo Monte Croce Carnico, assieme all’Associazione per lo Studio e la Salvaguardia delle Fortificazioni a Nord-Est (ASSFN-E), con la quale collaborano facendo rete, evento questo che è giunto al suo terzo anno. L’evento consiste nell’apertura al pubblico e visite guidate ad un bunker del Vallo Alpino, riutilizzato durante la Guerra Fredda, e nell’allestimento di un campo storico all’esterno, con rievocatori in uniforme dell’epoca della Guerra Fredda.

Per avere un idea dell evento, la Televisione Austriaca ha fatto un bel servizio dell’evento dello scorso anno:   

Nel Gennaio 2020, l’Associazione sarà presente, come ogni anno, al raduno degli Alpini del Battaglione Cividale, che si svolge nella ex Caserma Zucchi: l’associazione per l’occasione fornisce un plotoncino storico in uniforme d’epoca e, nella palazzina, vengono offerti un rinfresco e vin brulè.

Sfilata a PONTEBBA

Il plotone storico ha partecipato in passato al raduno degli Alpini a Pontebba nel 2016

L’associazione Friuli Storia e Territorio, cui il Museo fa capo, ha una vocazione per la divulgazione storica: domenica 26 maggio nell’ambito della manifestazione “èStoria Gorizia, ha partecipato tenendo una conferenza sulle fortificazioni della guerra fredda.

L’Associazione ha organizzato in passato diverse conferenze, sia sul tema della Guerra Fredda sia su altre tematiche storiche, anche presso l’altra struttura che gestisce, situata nel comune di Villa Santina: si tratta di un’Opera del Vallo Alpino del Littorio, presso la quale vengono organizzate visite guidate, ma anche eventi quali degustazioni e presentazioni librarie.

Per finire, l’Associazione collabora con la Consulta per la Friulanità del Comune di San Michele al Tagliamento per l’allestimento museale di un bunker della Guerra Fredda, aperto al pubblico per visite guidate.

Gli orari di apertura del museo sono : le domeniche, dalle 14.00 alle 16.00.

Contatti: http://www.facebook.com/museoguerrafredda Email : museoguerrafredda@gmail.com

Mostra permanente Battaglione Alpini CIVIDALE

All’interno della Caserma trova spazio anche una mostra permanente dedicata al Battaglione Alpini CIVIDALE, che nella Caserma ZUCCHI ebbe sede dal 1963 al 1995, mostra patrocinata dall’Associazione “Fuarce Cividat“.

Stera

Stefano SERAFINI, alias STERA, direttore di VOCEDELNORDEST.IT email : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi