• Mar. Lug 5th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Dante torna a scuola per illustrare fisica e matematica. “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte” tra i banchi in FVG

DiRedazione

Ott 27, 2021

Dante torna a scuola per illustrare fisica e matematica

Fino a fine anno gli exhibit interattivi del progetto “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte” tra i banchi degli Istituti Secondari Superiori del Friuli Venezia Giulia

Fino al prossimo 13 dicembre Dante entra negli spazi degli Istituti Superiori del Friuli Venezia Giulia per parlare direttamente agli studenti attraverso un mostra con alcune installazioni ed exhibit interattivi parte del progetto itinerante di divulgazione scientifica “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte”, promosso dall’Università degli Studi di Trieste e cofinanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, che ha già toccato con successo in diverse città in occasione di festival ed eventi culturali.

La mostra – Obiettivo dell’esposizione è avvicinare i ragazzi alla fisica e alla matematica con un atteggiamento attento e curioso che è sì proprio della scienza moderna ma che già caratterizzava l’approccio di Dante nel descrivere la sua realtà.
Un percorso composto da dieci supporti trifacciali su cui sono riportate alcune terzine dantesche – tradotte anche in friulano (dalla versione di Aurelio Venuti, La Divine Comedie, Udine, Kappa Vu, 2016) e in sloveno (dalla versione di Andrej Capuder, Božanska komedija, Trieste, Založništvo tržaškega tiska, 1991) – cui sono abbinate spiegazioni scientifiche alla luce delle conoscenze attuali.
Gli exhibit, che prevedono la partecipazione interattiva del pubblico durante le visite guidate condotte da studenti e docenti stessi, consentono di approfondire la riflessione della luce, la rifrazione della luce e l’arcobaleno, l’origine delle macchie lunari con l’esperimento dei tre specchi per quanto riguarda la fisica e le progressioni geometriche, la quadratura del cerchio e gli altri due problemi classici della geometria greca, il gioco della zara e il calcolo delle probabilità per quanto attiene alla matematica.

Approfondimenti – I temi trattati – o una loro selezione – si prestano a essere spunto per un lavoro interdisciplinare e laboratoriale in cui docenti e studenti sono coinvolti per una loro rielaborazione. Gruppi di studenti hanno già iniziato un percorso di formazione e approfondimento e saranno a loro volta guide della mostra e degli exhibit per altri studenti o, dove la situazione lo consente, anche per un pubblico esterno. In preparazione all’esposizione i diversi poli scolastici hanno anche organizzato incontri specifici con docenti e ricercatori dell’Ateneo.

Il tour – Dopo una prima tappa al Liceo Le Filandiere a San Vito al Tagliamento (PN), conclusasi sabato 23 ottobre, la mostra itinerante si è spostata all’ISIS Fermo Solari di Tolmezzo (UD) dove si fermerà fino al 29 ottobre per poi passare all’IIS Leopardi-Majorana di Pordenone dal 2 al 13 novembre, all’ISIS Malignani di Udine dal 13 al 27 novembre, ISIS della Bassa Friulana di Cervignano del Friuli (UD) dal 27 novembre al 13 dicembre. Tutte le tappe qui: https://dantescienzeunits.it/nelle-scuole-della-regione-tour-2021/.

Le collaborazioni – Questo tour è frutto delle importanti collaborazioni attivate e sviluppate negli anni che si sono rivelate motori di queste iniziative con grande valenza didattica. In particolare segnaliamo i partenariati con la Sezione di Udine di Mathesis e con l’IIS Leopardi-Majorana di Pordenone, nonché i rapporti di collaborazione tra vari Istituti Scolastici e l’Università degli Studi di Trieste che si sono rafforzati negli anni scorsi grazie al Progetto Lauree Scientifiche per le aree di studio di Fisica e di Matematica.

Ulteriori sviluppi – Il viaggio della mostra e degli exhibit non si fermerà neppure nel periodo natalizio: dal 13 al 20 dicembre appuntamento a Mariano del Friuli (UD) con l’associazione culturale senza scopo di lucro “Scienza Under 18 Isontina” e dal 19 dicembre per un mese presso la sede dell’Immaginario Scientifico a Torre di Pordenone.

Il calendario 2022 è in fase di elaborazione, da gennaio si riparte con gli istituti scolastici con anche un’esposizione coordinata su diversi poli con valorizzazione della lingua slovena.

Il progetto – “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte” è un progetto interdisciplinare di divulgazione scientifica ideato dall’Università degli Studi di Trieste e in particolare dai Dipartimenti di Fisica, Matematica e Geoscienze, Studi Umanistici e Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica, cofinanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e coadiuvato da una vasta rete di partner. Il progetto ha l’obiettivo di far superare una certa divisione, non sempre esplicitata, tra i vari saperi (umanistico, scientifico, artistico) prendendo spunto da Dante e, in particolare, dalla Divina Commedia e dal suo saper mostrare un approccio inclusivo in cui concetti fisici e matematici sono descritti con precisione scientifica e al contempo alte vette artistiche – “e uscimmo a riveder le stelle” – che hanno profondamente segnato l’immaginario collettivo. La Divina Commedia infatti non è solo una meravigliosa opera artistica ma contiene numerosi spunti scientifici stimolanti anche nel contesto contemporaneo, esemplificativi di uno sguardo attento sulla realtà che è proprio della scienza moderna.

Ringraziamenti – L’iniziativa è possibile grazie al finanziamento della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Piano Nazionale Lauree Scientifiche – Fisica e Matematica; al partenariato di: Elettra Sincrotrone Trieste, CNR-IOM Istituto Officina Materiali del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Immaginario Scientifico, UNG-FN Univerza v Novi Gorici – Fakulteta za naravoslovje, Fondazione Polse di Cougnes (Zuglio), Sezione di Udine della Società Italiana di Scienze Matematiche e Fisiche MATHESIS, IIS “Giacomo Leopardi – Ettore Majorana” di Pordenone, ANISN Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali; alla collaborazione con FAI Delegazione di Gorizia, Univerza v Ljubljani – Fakulteta za matematiko in fiziko; al patrocinio dell’AdI – Associazione degli Italianisti.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi