• Mer. Feb 8th, 2023

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

FVG UISP “SportPerTutti” – partiti i Living Lab “Per contrastare la deprivazione sportiva”

DiRedazione

Ott 19, 2022

Uisp FVG: partiti i Living Lab del progetto “SportPerTutti”

Per migliorare l’accesso allo sport, creare opportunità di lavoro e creare strategie sostenibili di tutela ambientale

Sara Vito: “Coinvolgiamo istituzioni e associazioni per contrastare la deprivazione sportiva” 

Il progetto “SportPerTutti” è partito. Il primo Living Lab, realizzato in forma telematica, ha visto coinvolte istituzioni territoriali e sanitarie, Comuni e Enti di ricerca e di formazione, società sportive e associazioni. Un tavolo di lavoro che si pone l’obiettivo di sviluppare una rete di collaborazioni e di iniziative per migliorare l’accesso delle persone alle opportunità offerte dall’attività fisica e dallo sport per il benessere fisico e psichico, con particolare attenzione alle categorie più svantaggiate, aumentare il livello di consapevolezza delle persone sulle problematiche e sulle strategie finalizzate ad assistere la sostenibilità e la tutela ambientale e, infine, creare opportunità per le imprese, per l’auto-imprenditorialità e per l’auto-impiego attraverso lo sport.

Sara Vito, Presidente di UISP Friuli Venezia Giulia: “Assieme ai tanti partner coinvolti siamo già attivamente all’opera. Sono già emerse criticità e opportunità su cui stiamo lavorando. Dobbiamo riuscire a contrastare la deprivazione sportiva, fenomeno sempre più presente tra le persone di fasce di età diverse a causa delle difficoltà economiche, di contesto sociale e perfino ambientale in cui vivono”.

Il Living Lab è un luogo d’innovazione aperta in cui diverse competenze e conoscenze collaborano tra di loro per valorizzare lo sport quale strumento per il soddisfacimento di bisogni e per il miglioramento dei livelli di benessere sociale delle persone, trasformando i problemi, prima in idee e poi in soluzioni. Un’occasione per confrontarsi tra referenti istituzionali, partner e stakeholders su tematiche e criticità sociali, ambientali ed economiche cercando di trasformare i problemi in opportunità.

E aggiunge la Presidente Sara Vito: “Vogliamo rendere la pratica sportiva e motoria accessibile a tutti, anche in presenza di limitazioni economiche, sociali e ambientali. Con questi laboratori trasformiamo idee e sperimentazioni innovative in soluzioni concrete, affinché diventino strumenti a sostegno del benessere delle persone. Lavoreremo su tre filoni: sociale, ambiente ed economica, puntando non solo sullo sport e il movimento ma anche sulla socializzazione”.

Nel primo incontro tra i partner sono state prima fornite le informazioni introduttive e poi presentato il progetto “SportPerTutti”, nonché le azioni in cui esso si articola: la creazione della figura dell’animatore sportivo-territoriale, l’attivazione di voucher con un contributo individuale di 100 euro per facilitare l’accesso alla pratica sportiva, lo sviluppo della mobilità semplice per aumentare l’impatto dello sport e dell’attività fisica sui processi di sviluppo e rigenerazione urbana sostenibile, la sperimentazione di una piattaforma che contabilizzi i km percorsi per raggiungere gli impianti sportivi attraverso modalità «sostenibili e dolci», riconoscendo incentivi.

Grazie ad un documento di analisi delle specializzazioni sportive sarà possibile delineare un quadro aggiornato della situazione presente sul territorio, un modo per condividere gli obiettivi anche nell’ottica di una futura coprogettazione.

Il progetto nazionale “SportPerTutti (finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali) verrà realizzato in 15 Regioni italiane tra cui il Friuli Venezia Giulia, con il coinvolgimento di 26 Comitati territoriali Uisp (nella nostra Regione il Comitato Regionale UISP FVG e il Comitato Territoriale UISP Gorizia), insieme ad altri soggetti di cittadinanza attiva e rappresentanze sociali, Enti Pubblici e Privati. Prevede la creazione di una piattaforma di collaborazione e co-sviluppo finalizzata ad affrontare i problemi che per la loro complessità non possono essere affrontati e risolti da singoli con strumenti ordinari.

Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi