• Lun. Giu 17th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

“LEGNO VIVO”- SACILE : gran finale il 6 maggio per il progetto sul legno applicato alla musica

DiRedazione

Mag 4, 2023

GRAN FINALE PER IL PROGETTO SUL LEGNO APPLICATO ALLA MUSICALEGNO VIVO”, IN CORSO A SACILE: SABATO 6 MAGGIO IN PROGRAMMA UNA SERIE DI CONCERTI CHE SI ALTERNERANNO SOTTO L’ANTICA LOGGIA DEL MUNICIPIO E COPRIRANNO L’ARCO DELL’INTERA GIORNATA, DALLE 10.00 DEL MATTINO ALLE 18.00

PROSEGUE, INOLTRE, FINO A SABATO A PALAZZO RAGAZZONI L’ESPOSIZIONE AD INGRESSO LIBERO “LIUTERIA IN MOSTRA – ORIGINE ED EVOLUZIONE DEL VIOLINO” CONGLI STRUMENTI DELLA SCUOLA INTERNAZIONALE DI LIUTERIA DI CREMONA, CHE PERCORRONO LE TAPPE DELL’EVOLUZIONE DEL VIOLINO

SACILE- Tra eventi, laboratori, mostre, lezioni-concerto ed esibizioni è in svolgimento a Sacile la kermesse sul tema del legno applicato alla musica Legno Vivo, un’iniziativa di Piano FVG, realizzata con il Distretto Culturale del pianoforte, l’apporto del Comune di Sacile e il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia. Gran finale nella giornata di sabato 6 maggio quando la manifestazione sarà suggellata da una serie di concerti che per tutta la giornata (tra le 10.00 e le 18.00) si avvicenderanno nel centro storico di Sacile, sotto l’Antica Loggia del Municipio. Avvio alle 10 con l’Orchestra Brugnacca e SacileChitarreInsieme. Alle 12 atteso, invece, l’appuntamento musicale a cura dell’Accademia d’Archi Arrigoni e del Concorso Piccolo Violino Magico di S. Vito al Tagliamento: ad esibirsi al violino il M° Domenico Mason e Christian Sabastianutto. Dalle 15 alle 18 in programma una serie di esibizioni dal titolo “Il Maestro e l’Allievo”, un’occasione di dialogo musicale tra docenti ed allievi, nel segno del passaggio generazionale. Si apre con il M° Luca Trabucco, docente del Conservatorio “G. Tartini” di Trieste, protagonista con i suoi allievi Lorenzo Ritacco, Matteo Di Bella e Lucia Zavagna: assieme eseguiranno una trascrizione a 8 mani della Sinfonia n. 6 “Pastorale” di Beethoven. A seguire il pianistaM° Ferdinando Mussutto ed il suo ex allievo Matteo Bevilacqua, ormai divenuto egli stesso docente, proporranno un concerto-dialogo, durante il quale alterneranno l’esecuzione di alcune Danze Slave di A. Dvorak e del Bolero di M. Ravel a brevi conversazioni dedicate all’importanza dell’approccio didattico durante i primi anni di studio di un giovane talento.

Nel contempo prosegue a Palazzo Ragazzoni l’esposizione “Liuteria in mostra – Origine ed evoluzione del violino”, un percorso che consente di ammirare gli strumenti della collezione del museo della Scuola internazionale di liuteria di Cremona – prestigioso partner della kermesse sacilese – che percorrono le tappe dell’evoluzione storica del violino. Si parte dalle origini con gli strumenti più antichi – la ribeca, la lira da braccio e la violetta – fino alla nascita del violino barocco, il “periodo d’oro” della scuola cremonese con le trasformazioni messe in atto nel Settecento, fino all’evoluzione nel violino moderno: tappe di una trasformazione che seguono l’evoluzione della composizione ed esecuzione musicale.

Da segnalare che in contemporanea a Sacile è in corso anche il Concorso pianistico internazionale PianoFVG, uno degli appuntamenti musicali più importanti a livello internazionale per i nuovi talenti della tastiera, provenienti da tutto il mondo. Conclusione del concorso sempre sabato 6 maggio quando un concerto d’eccezione riunirà sul palco del Teatro Zancanaro (ore 19.00) le esibizioni dei migliori 6 concorrenti, vincitori dei Premi Speciali. Questi sei concorrenti accederanno, poi, alla fase finale in programma nella primavera del 2024, per la proclamazione del vincitore assoluto.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE