• Mar. Lug 5th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Palmanova, Rievocazione: 1000 persone alla battaglia. Raddoppiate le visite guidate: sabato posti esauriti

DiRedazione

Set 4, 2021

1000 persone alla grande battaglia

Raddoppiate le visite guidate: sabato posti esauriti

PALMA ALLE ARMI 1809 L’ASSEDIO

Domani alle 15 la seconda battaglia in campo aperto

Alle 10 e alle 18 visite guidate

Dalle 10 apre l’accampamento

Scarica il video con le immagini dell’edizione 2021 della Rievocazione https://we.tl/t-lfOzSedm0F

Si conclude il primo dei due giorni della Rievocazione Storica napoleonica di Palmanova “Palma alle Armi 1809 L’Assedio” con un tutto esaurito. Il tetto massimo previsto dalle regole anticontagio è stato raggiunto, così 1000 persone hanno potuto assistere alla grande battaglia in campo aperto fuori Porta Cividale. Le visite guidate previste alle lunette napoleoniche e la caccia la tesoro alla gallerie del rivellino hanno costretto gli organizzatori a raddoppiare i turni di visita per le tante richieste, registrando posti esauriti.

Oltre 1.500 biglietti sono stati staccati per accedere a battaglia e accampamento, oltre alle tante persone che hanno deciso di vivere la rievocazione tra Piazza e Borghi.

Per due giorni infatti in città si rivive la Palmanova di duecento anni fa grazie a quasi 500 rievocatori del periodo napoleonico, provenienti da tutta Europa. Battaglie, parate e osterie, per il più grande evento rievocativo napoleonico organizzato in Italia, uno dei più rappresentativi di tutto il vecchio continente.

Il programma completo della manifestazione è consultabile e scaricabile sul sito www.comune.palmanova.ud.it o sulla pagina Facebook del Comune di Palmanova.

Doman, domenica 5 settembre, alle 15 la seconda parte della grande battaglia in campo aperto: il grande attacco degli assediati franco-italiani per sfondare l’assedio austriaco alla Fortezza di PalmaNova. Scontro in campo aperto tra fanti, a colpi di cannone e moschetti tra rivellino veneziano e lunetta napoleonica sulla spianata fuori Porta Cividale.

L’area del Bastione Garzoni nei pressi di Porta Cividale ospiterà ancora un giorno quasi 500 rievocatori con più di 200 tende, i bivacchi delle truppe, le artiglierie e la locanda storica. Per la rievocazione storica napoleonica di Palmanova, sono arrivati gruppi da Italia, Austria, Germania, Francia, Repubblica Ceca, Ungheria, Malta, Polonia.

Domani matina si ripetono i due turni del “Percorso napoleonico e macchine da fortezza” con visita alla Lunetta e galleria napoleonica e alle 18 “Visita a fortificazioni, macchine da fortezza e gallerie venete”.

La sera musica e danze con la Festa in Piazza Grande. Tricorni e merletti, Palma 1809 racconto spassoso tra canti e balli (da un fatto storico realmente accaduto). Il duello d’onore tra gentiluomini. Musica e destrezza. Tamburi e bandiere in festa.

Per accedere all’area della battaglia e dell’accampamento è necessario l’acquisto un biglietto: ingresso accampamento e battaglia a 5 euro (valido 1 giorno) e ingresso accampamento a 3 euro (valido 1 giorno), ingresso gratuito sotto i 14 anni. I biglietti possono essere acquistati in via Vallaresso (dalle 9.30 alle 16 di domenica) e in via Risorgimento (quest’ultima attiva poco prima della battaglia). È attiva da quest’anno anche la prevendita online dei biglietti, attraverso l’indirizzo online.euroticket.it/palm-2021

Ai sensi del D.L. 105 del 23 luglio 2021, l’accesso all’area dell’accampamento, delle battaglie, degli spettacoli e delle gallerie è consentito solo ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19.

Nel 1809 per la prima volta Palma è cinta d’assedio. “Palma alle Armi 1809 L’Assedio” rievoca questo episodio, quando la fortezza fu bloccata dalle truppe austriache a seguito della ritirata dell’armata franco-italiana verso il Tagliamento e l’Adige. Per un mese, nella primavera di quell’anno, Palma fu bloccata e bombardata fino alla sua liberazione: la fine delle ostilità fu firmata nell’ottobre del 1809. Palmanova entra nella storia e lo spettatore può rivivere la vita della guarnigione e delle truppe assedianti in quei giorni febbrili: fanti, artiglieri e civili. La vita di inizio ‘800 è tornata ad animare le vie di Palmanova, tra manovre militari e ronde cittadine.

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi