• Ven. Apr 19th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

TEATRO VERDI, R-EVOLUTION GREEN: IL 4 APRILE L’INCONTRO “SCELGO LA MONTAGNA. STORIE DI DONNE CHE MUOVONO LA MONTAGNA”

DiRedazione

Apr 2, 2024

ULTIMO APPUNTAMENTO AL TEATRO VERDI DI PORDENONE CON IL PROGETTO “R-EVOLUTION GREEN”, INCONTRI

SCIENTIFICO-DIVULGATIVI SULLA MONTAGNA INTORNO AI TEMI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE IN MONTAGNA

GIOVEDÌ 4 APRILE MARZO, ALLE 18.30 NELLA SALA PALCOSCENICO L’INCONTRO DAL TITOLO: “SCELGO LA MONTAGNA.

STORIE DI DONNE CHE MUOVONO LA MONTAGNA

CON DUE DONNE CHE HANNO SCELTO DI VIVERE E LAVORARE IN MONTAGNA NONOSTANTE LO SPOPOLAMENTO E LE DIFFICOLTÀ DELLA VITA IN QUOTA: LA SCRITTRICE E ALLEVATRICE RESIDENTE IN VAL D’AOSTA MARZIA VERONA E L’AGRONOMA ABRUZZESE, TOSCANA DI NASCITA, MANUELA COZZI

CONDUCE IL GIORNALISTA LUCA CALZOLARI, COORDINATORE DEL PROGETTO, CON LA GIORNALISTA PAOLA DALLE MOLLE

INTRODUZIONE MUSICALE DI NICOLA MILAN ALLA FISARMONICA

Ingresso libero con prenotazione in biglietteria

PORDENONE- Giunge al suo appuntamento conclusivo il primo ciclo di incontri pubblici di approfondimento scientifico- divulgativo sui temi legatialla montagna, la sostenibilità ambientale, lo spopolamento delle aree montane e la vita in quota “R-Evolution Green” che il Teatro Verdi di Pordenone ha ideato in condivisione con CAI-sezione di Pordenone e con Club Alpino Italiano  nazionale nell’ambito del Progetto Montagna, portato avanti in questi anni dal Verdi nel segno dell’impegno per la salvaguardia e la valorizzazionedelle Terre Alte e delle persone che le abitano.

In programma per il gran finale di questo percorso giovedì 4 aprile alle 18.30 in Sala Palcoscenico del Teatro (ingresso da via Roma), l’incontro dal titolo “Scelgo la montagna. storie di donne che muovono la montagna”, protagoniste la scrittrice e allevatrice di origini piemontesi Marzia Verona, che si è trasferita in Val d’Aosta per portare avanti il progetto di una piccola azienda zootecnica a 1000 metri di quota, e l’agronoma di origini toscane Manuela Cozzi che dagli anni Settanta si è trasferita ad Anversa degli Abruzzi – località medievale considerato tra i Borghi più belli d’Italia, vittima di un progressivo processo di spopolamento anche se ancora dotata di un ricco tessuto sociale – per un progetto di studio sulla straordinaria biodiversità dei suoi pascoli, dove ha fondato un allevamento di pecore, per creare posti di lavoro in una montagna che rischiava di essere completamente spopolata.

Entrambe hanno scelto di vivere e lavorare in montagna. Le accomuna un forte impegno culturale e sociale per le terre alte e per le comunità locali. Cozzi e Verona attraverso il racconto in prima persona ci guideranno alla scoperta di una quotidianità che fa i conti con il contrasto allo spopolamento, con le difficoltà del vivere in quota e del lavoro di allevatrici. E anche come la crisi climatica, tra siccità ed eventi estremi, è oggi un fattore che impatta sulla vita in montagna e costringe a individuare e porre in essere strategia di adattamento.

«Con giovedì 4 aprile termina il primo ciclo di incontri scientifico divulgativi sulla montagna trattandone uno di primaria importanza: il ruolo delle donne nella società e nel lavoro nelle Terre Alte», spiega il Presidente del Verdi Giovanni Lessio, particolarmente impegnato nell’ideazione e costruzione del progetto che celebra la Montagna. «La passione e l’impegno culturale e sociale delle donne sono infatti alla base della resilienza in montagna, ne frenano lo spopolamento e ridanno fiducia per il futuro. Questo ciclo d’incontri, curato da Luca Calzolari, ha contribuito a rafforzare il rapporto con il CAI Nazionale, una collaborazione progettuale che mira alla realizzazione a breve del primo festival di teatro di montagna in Italia», conclude Lessio.

A moderare l’incontro il giornalista Luca Calzolari con la giornalista pordenonese Paola Dalle Molle. L’appuntamento – che rientra nel progetto del Verdi con la collaborazione del CAI, di UNCEM e Fondazione Dolomiti UNESCO, con il sostegno di Fondazione Friuli e Camera di Commercio Pordenone-Udine e il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti FVG – avrà una introduzione musicale a cura del fisarmonicista Nicola Milan, dell’Orchestra da Camera di Pordenone.

L’ingresso all’incontro è gratuito con prenotazione presso la biglietteria del Verdi e online sul sito www.teatroverdipordenone.it

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE