• Gio. Dic 1st, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Toccar con mano i Longobardi inaugura a Cividale del Friuli lunedì 8 agosto

DiRedazione

Ago 4, 2022

Una mostra-percorso multisensoriale all’insegna dell’esplorazione tattile delle sette meravigli del sito UNESCO “I LONGOBARDI IN ITALIA. I LUOGHI DEL POTERE (568-774 d.C.)”

Non è solo una mostra, ma un’esperienza multisensoriale: lunedì 8 agosto, alle ore 19.00, presso il Monastero di Santa Maria in Valle di Cividale del Friuli, sarà inaugurata “Toccar con Mano i Longobardi”, parte dell’omonimo progetto per il quale l’Associazione Italia Langobardorum ha ottenuto dal MiBACT il riconoscimento del suo valore e l’ammissione a finanziamento a valere della L. 77/2006 “Misure di tutela e fruizione a favore dei siti UNESCO” italiani.

Realizzata in collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero di Ancona, la mostra mira a offrire al pubblico un’esperienza che consenta al visitatore di esplorare per la prima volta con le mani le eccellenze stilistiche che caratterizzano il sito seriale UNESCO. Sette modellini tridimensionali in scala dei monumenti architettonici longobardi, ciascuno accompagnato da un modellino relativo all’area ad esso circostante, saranno disposti per formare un percorso tattile nell’Italia dei Longobardi attraverso le sue vestigia più rappresentative.

La mostra, il cui accesso è incluso nel biglietto d’ingresso al Monastero di Santa Maria in Valle e al Tempietto Longobardo, “è accompagnata da una serie di pannelli con fotografie di “Luce Longobardadi Pasquale Palmieri che contribuiscono a creare l’atmosfera del viaggio lungo il sito seriale UNESCO – spiega il sindaco Daniela Bernardi che puntualizza come – questa è stata una scelta del Comune di Cividale quale ulteriore arricchimento della mostra che è allestita in una delle aree più affascinanti del Monastero di Santa Maria in Valle, l’ala Amelio Tagliaferri, al primo piano, caratterizzata dalle celle delle suore Orsoline”.

Per garantire la massima accessibilità alla mostra sono state realizzate delle audio descrizioni attivabili tramite NFC e QR code, nonché un catalogo in Braille.

“E’ intenzione dell’Amministrazione organizzare anche delle visite guidate condotte da personale specializzato a favore dei non-vedenti e ipovedenti” prosegue il sindaco.

La mostra permette di conoscere e “toccare” le sette eccellenze architettoniche del sito seriale ‘I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)’, da undici anni riconosciuto dall’UNESCO Patrimonio Mondiale, un itinerario dei luoghi del potere Longobardo che ricomprende: l’area della Gastaldaga e il complesso episcopale a Cividale del Friuli, la Basilica di San Salvatore a Spoleto (PG),  l’area monumentale con il Monastero di San Salvatore – Santa Giulia a Brescia, il Castrum con la Torre di Torba e la Chiesa di Santa Maria foris portas a Torba e a Castelseprio (VA), il Tempietto del Clitunno a Campello sul Clitunno (PG), il Complesso di Santa Sofia a Benevento e il Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo (FG).

L’Associazione Italia Langobardorum costituita nel 2009 dai comuni della Rete è la struttura di gestione del sito, non ha scopo di lucro e si occupa di progettare, coordinare e monitorare le azioni di rete relative alla valorizzazione, promozione e sensibilizzazione del sito UNESCO.

Toccar con mano i Longobardi e Luce longobarda rimarrà aperta fino al 2 ottobre negli stessi orari del Monastero/Tempietto Longobardo (da lunedì a venerdì 10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00

Sabato, domenica e festivi 10.00 – 18.00). Per informazioni: Tel. +39 0432 700867, biglietteria.monastero@cividale.net , www.cividale.net e www.tempiettolongobardo.it

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi