• Dom. Mar 3rd, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

DOMENICA 26 NOVEMBRE IL MAESTRO ANTONIO PAPPANO DIRIGE IN ESCLUSIVA LA CHAMBER ORCHESTRA OF EUROPE

DiRedazione

Nov 25, 2023

Teatro Verdi di Pordenone 

IL MAESTRO ANTONIO PAPPANO E LA PIANISTA BEATRICE RANA IN ESCLUSIVA AL TEATRO VERDI DI PORDENONE: DOMENICA 26 NOVEMBRE ORE 20.30

UN NUOVO APPUNTAMENTO PER LA STAGIONE 2023-2024 DEL TEATRO VERDI DI PORDENONE NEL SEGNO DELLA GRANDE MUSICA: DOMENICA 26 NOVEMBRE, ALLE 20.30, ATTESA IN ESCLUSIVA L’ESIBIZIONE DELLA CHAMBER ORCHESTRA OF EUROPE, UNA DELLE ORCHESTRE PIÙ BLASONATE DEL PANORAMA MONDIALE, CHE APPRODA PER LA PRIMA VOLTA AL TEATRO PORDENONESE. LA DIREZIONE È AFFIDATA A UN IMMENSO PROTAGONISTA DELLA MUSICA INTERNAZIONALE, IL M° ANTONIO PAPPANO. SUL PALCO ANCHE LA PIÙ RICHIESTA SOLISTA ITALIANA, LA PIANISTA BEATRICE RANA, CHE SI ESIBIRÀ NEL CONCERTO DI SCHUMANN

PORDENONE- Ancora un appuntamento con la grande musica mondiale al Teatro Verdi di Pordenone nell’ambito del cartellone firmato dal nuovo consulente musicale Roberto Prosseda, Domenica 26 novembre, approda per la prima volta sul paco del Teatro pordenonese (ore 20.30) un immenso protagonista della musica internazionale: Sir Antonio Pappano, tra i più richiesti Direttori d’orchestra al mondo, che ha da poco concluso la sua esperienza con l’Accademia Santa Cecilia di Roma ed è stato di recente nominato alla guida della London Symphony Orchestra. In esclusiva regionale, il M° Pappano dirigerà la Chamber Orchestra of Europe, tra le compagini più blasonate al mondo, nata nel 1981 sotto gli auspici e l’egida di Claudio Abbado, che diresse il concerto inaugurale nel maggio del 1981 e che con questa orchestra ha realizzato numerosi tour e varie registrazioni per Deutsche Grammophon. Sul palco anche la più grande e richiesta solista italiana: Beatrice Rana. Pianista dal talento luminoso, si esibirà nel celebre Concerto op. 54 per pianoforte e orchestra di Schumann che ha inciso nel suo recente CD pubblicato nel 2022, dandone un’interpretazione toccante ed originale: l’esecuzione dal vivo metterà in luce l’aspetto più lirico e struggente della poetica schumanniana. A seguire, Pappano dirigerà la Sesta Sinfonia di Dvořák e l’Introduzione e Allegro dell’originalissimo compositore inglese Edward Elgar: brani che danno risalto alle eccelse qualità dell’Orchestra guidata dal violìno di Lorenza Borrani. Questi due brani sinfonici presentano due diversi tipi di tardo Romanticismo: quello di ascendenza slava della Sesta Sinfonia di Antonín Dvořák, in cui il compositore boemo rilegge il sinfonismo tedesco integrando elementi della tradizione musicale ceca, e quello di Elgar che nel 1905 compose l’Introduzione e Allegro, in cui la grammatica tardo romantica incontra una scrittura di estremo virtuosismo.

Antonio Pappano è uno dei direttori d’opera maggiormente richiesti a livello internazionale e ha collaborato con la Metropolitan Opera New York, l’Opera di Stato di Vienna e Berlino, i Festival di Bayreuth e Salisburgo, la San Francisco Opera, l’Opera Lirica di Chicago, il Théâtre du Châtelet e il Teatro alla Scala. Direttore Musicale dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dal 2006 al 2023, dall’autunno 2023 il maestro anglo-italiano rientra a Londra in qualità di Chief Conductor della London Symphony Orchestra. È stato direttore ospite di molte delle orchestre più prestigiose del mondo, comprese le Orchestre Filarmoniche di Berlino, Vienna, New York e Monaco, la Royal Concertgebouw Orchestra e la Chamber Orchestra of Europe, le Orchestre Sinfoniche di Londra, Chicago e Boston, le Orchestre di Philadelphia e Cleveland, l’Opera di Vienna, il MET di New York e il Teatro alla Scala di Milano, i Festival di Salisburgo e Verbier e i BBC Proms. In carriera Pappano ha accompagnato alcuni dei più celebri cantanti, tra cui Joyce DiDonato, Diana Damrau, Gerald Finley e Ian Bostridge. Ha inoltre collaborato con solisti per l’incisione di dischi, ma anche in recital operistici, ad esempio con Nina Stemme, Placido Domingo, Anna Netrebko e Jonas Kaufmann. Antonio Pappano è nato a Londra da genitori italiani e si è trasferito con la famiglia negli Stati Uniti all’età di 13 anni. Nel 2012 è stato nominato Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana e Cavaliere dell’Impero Britannico per i suoi servizi alla musica; nel 2015 è stato il centesimo destinatario della Medaglia d’oro della Royal Philharmonic Society, la più alta onorificenza per una persona. Nel 2023 è nominato “Direttore dell’anno” dall’International Opera Award. 

Beatrice Rana ha scosso l’intero panorama della musica classica internazionale, suscitando ammirazione e interesse da parte sale concertistiche, direttori, critici e pubblico di tutto il mondo. Si esibisce nelle sale da concerto e nei festival più rinomati al mondo, tra cui la Berlin Philharmonie, il Concertgebouw di Amsterdam, la Carnegie Hall e il Lincoln Center di New York, il Barbican Centre, la Wigmore Hall, la Royal Albert Hall e la Royal Festival Hall di Londra, la Philharmonie de Paris e il Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, la Konzerthaus e il Musikverein di Vienna, la Società dei Concerti di Milano, il Kennedy Center di Washington DC. Collabora abitualmente con direttori del calibro di Yannick Nézet-Séguin, Antonio Pappano, Manfred Honeck, Klaus Mäkelä, Gianandrea Noseda, Jaap van Zweden, Lahav Shani, Jakub Hrusa, Gustavo Gimeno, Fabio Luisi, Riccardo Chailly, Paavo Järvi, Valery Gergiev, Yuri Temirkanov, Vladimir Jurowski, Dima Slobodeniouk, Karina Canellakis, James Gaffigan, Mirga Gražinytė-Tyla, Ryan Bancroft, Susanna Mälkki e Zubin Mehta. Le sue collaborazioni orchestrali includono apparizioni con la Royal Concertgebouw Orchestra, la London Symphony Orchestra, la Filarmonica di Berlino, la Filarmonica di Monaco, la London Philharmonic Orchestra, la New York Philharmonic, la Philadelphia Orchestra, i Wiener Symphoniker, la Chamber Orchestra of Europe, la BBC Symphony Orchestra, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica della RAI, la Filarmonica della Scala, la Filarmonica di San Pietroburgo e molte altre.

Info e biglietti in biglietteria (Tel 0434 247624) e su www.teatroverdipordenone.it 

Dalle 19.00 è aperto il Caffè Licinio per un aperitivo o per un buffet pre-spettacolo: prenotazioni in biglietteria.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE