• Dom. Lug 14th, 2024

Voce del NordEst

online 24/7

Girovagarte : Dal 4 luglio prende il via la sesta edizione

DiRedazione

Giu 28, 2024

Prende il via la sesta edizione di GirovagArte

La rassegna itinerante che dal 4 luglio al 3 settembre porterà 40 appuntamenti nei quartieri della città

GirovagArte a sostegno della Fondazione Salus Pueri

Torna l’atteso appuntamento di GirovagArte, il palinsesto culturale dell’estate padovana che arriva nei quartieri a bordo di un truck, con numerosi eventi ospitati anche nei parchi cittadini e nelle biblioteche. A partire da giovedì 4 luglio i rioni diventano il palcoscenico naturale di oltre quaranta appuntamenti tra musica, teatro, cinema, incontri con autori, trekking urbani, presentazione di libri e spettacoli per bambini.

Artisti del calibro di Paolo Rossi, Arianna Porcelli Safonov, Max Paiella, Ascanio Celestini, I Solisti Veneti, Ska-J e molti altri si alterneranno durante tutta l’estate.

Anche quest’anno grande attenzione è data alla solidarietà. Grazie al progetto GirovagArte Solidale, infatti, verranno raccolti fondi a favore della Fondazione Salus Pueri

Per tutte le informazioni info@girovagarte.com o sui canali social.

Promossa dall’Assessorato alla cultura del Comune di Padova assieme alle Consulte di quartiere, con la direzione artistica a cura di Mat-Mare Alto Teatro, Teatro della Gran Guardia e Associazione Play, la rassegna è realizzata grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo Sponsor dell’iniziativa Alì e Bisson Auto. Confermate le media-partner, quali Radio Padova, TVSetteGold e QUADRO advertising, saranno una guida importante in ogni luogo ed essere costantemente aggiornati sul ricco programma di GirovagArte.

«I nostri quartieri sono vivaci centri di creatività e innovazione. GirovagArte è la prova tangibile di questa idea. Grazie a questa rassegna, già ampiamente applaudita nelle edizioni precedenti, trasformiamo i nostri quartieri in un palcoscenico unico, dove si esibiscono le eccellenze culturali del nostro territorio,” ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Andrea Colasio «Desidero esprimere il mio ringraziamento a tutte le associazioni padovane coinvolte, che hanno saputo creare una proficua sinergia tra artisti locali e nazionali di alto profilo»

«Siamo entusiasti di rilanciare questo progetto, il cui obiettivo è promuovere la cultura attraverso un festival diffuso nei quartieri della città. Ogni anno abbiamo lavorato per arricchire l’offerta culturale della rassegna, creando un format innovativo che potesse coinvolgere un pubblico sempre più vasto,” commentano gli organizzatori “Anche quest’anno presentiamo cinque diversi format: Girovagarte Truck (15 spettacoli), GirovagArte Off (11 appuntamenti), GirovagArte Junior ( 5 incontri), GirovagArte Trekking ( 5 escursioni) –  Girovagarte Books ( 4 presentazioni). Il programma è stato concepito non solo per offrire momenti di spettacolo, ma anche per permettere alle persone di scoprire angoli nascosti della città attraverso l’esplorazione del territorio. Anche quest’anno la rassegna abbraccia la solidarietà, in particolare a sostegno della Fondazione Salus Pueri per la Pediatria di Padova. Riteniamo che eventi culturali come GirovagArte possano svolgere un ruolo fondamentale nel promuovere la salute dei bambini»

«Unire il valore artistico, culturale ed emozionale alla solidarietà è un messaggio magnifico – commenta la professoressa Liviana Da Dalt.  – Come Fondazione Salus Pueri, abbiamo diversi obiettivi. Attualmente, siamo impegnati nella costruzione della nuova Pediatria di Padova, dove stiamo lavorando per realizzare interventi di umanizzazione che mettano in primo piano i bisogni dei bambini in modo completo. In particolare, questi interventi si concentreranno sulla bellezza degli spazi interni per stimolare la curiosità e aiutare i piccoli pazienti a dimenticare il momento del ricovero».

Si parte dall’Arcella (Parcheggio scambiatore Capolinea Nord) giovedì 4 luglio alle 21:15 con la proiezione del film Palazzina Laf di Michele Riondino. Un film necessario, coraggioso e a tratti grottesco, premiato con tre David di Donatello. A Taranto nel 1997, Caterino lavora all’Ilva come operaio siderurgico. Un giorno Basile, un asservito dirigente aziendale decide di fare di lui una spia per individuare gli operai di cui sarebbe bene liberarsi. E per far questo Caterino viene inviato alla Palazzina Laf, dove comincia a osservare e pedinare i colleghi allo scopo di denunciarli. Ingresso 3euro

Gli Ska-J celebrano 20 anni di attività con un concerto venerdì 5 luglio (ore 21:15).In occasione della ristampa di Venice Goes Ska, torneranno a calcare le scene molti dei compagni di viaggio della band durante i 20 anni di attività. Presenti, insieme alla formazione originale che registrò l’album, anche Federico Nalesso al trombone e Luca Toso al sax. Il gruppo veneto è l’unica band ancora attiva che propone un mix di jazz e pop con ritmiche afrojamaicane (ska-jazz o jazz-jamaica). La formazione si adatta, grazie al suo vasto repertorio maturato in venti anni di attività, a tutte le occasioni, dalle feste di piazza ai festival jazz e ai ritrovi tipicamente reggae. 98% Jazz, 2% Ska. Così si presentano gli Ska-J, quando l’inconfondibile sagoma di Furio appare con il suo sax sul palco e il concerto ha inizio. Gli Ska-J cantano in italiano, in veneziano, in spagnolo e in inglese, e la tonalità cambia con la lingua. Così il jazz si trasforma in blues, e poi si scuote per diventare ska: nella stessa canzone il ritmo può cambiare tre, quattro volte, si muove con i musicisti sul palco e con il pubblico fuori dal palco. Ingresso gratuito

Un lavoro di prorompente attualità scritto e interpretato da Ascanio Celestini, accompagnato dalla fisarmonica di Gianluca Casadei va in scena sabato 6 luglio (ore 21:15).Lo spettacolo, tratto da tre racconti scritti da Celestini durante la pandemia e pubblicati da Einaudi è il racconto di chi è stato preso di sorpresa dalla pandemia, ma l’ha interpretata. Abbandonare le proprie abitudini – quando la realtà cambia così rapidamente e in modo tanto incomprensibile – è forse lo sforzo più complesso che l’emergenza sanitaria ci ha richiesto. Uno sforzo ancora maggiore se, come accade ai protagonisti di questi tre racconti di Ascanio Celestini, hai riposto gran parte dei tuoi desideri nella quotidianità. Ciascuno di loro a suo modo è incapace di scendere a patti con l’inevitabile, con la rinuncia, con la perdita; convinto che basti negare il dolore per farlo sparire. Sono personaggi a cui è impossibile non volere bene, ostinatamente e umanamente aggrappati a una passeggiata, a un mazzo di fiori, a un abbraccio, a un ricordo. Personaggi che, come è accaduto a tutti noi, scopriranno quanto smettere di farsi domande non valga mai la pena – anche quando non si hanno risposte. Ingresso gratuito

Torna da domenica 7 luglio il format Girovagarte Off, appuntamenti con il teatro e la musica all’interno del parco urbano Campo dei Girasoli nella zona del Basso Isonzo. Dopo sette anni di repliche dedicate ai ragazzi e molte riflessioni ispirate dagli incontri con genitori e insegnanti, Gaetano Tramontana rinnova lo spettacolo “La vera Storia” ( ore 21:15) basato sulla fiaba dei fratelli Grimm e le sue versioni più antiche, rendendolo adatto a spettatori di tutte le età. La nuova versione, una produzione Spazio Teatro, mette in luce l’amarezza derivante dal passare del tempo e dall’immutabilità dei tempi. Ingresso gratuito

Da giovedì 11 luglio la rassegna fa tappa alla Guizza (Piazzale Cuoco)con la proiezione del film Felicità di Micaela Ramazzotti (ore 21:15). La pellicola racconta la storia di una famiglia storta, composta da genitori egoisti e manipolatori, che formano una sorta di mostro a due teste, che priva i propri figli di ogni possibile speranza di libertà futura. Un film profondamente sentito e intimo tanto nelle interpretazioni quanto nell’umanità della storia. Ingresso 3euro

GirovagArte porterà sul palcoscenico, venerdì 12 luglio (ore 21:15), il Coro di Clarinetti del Conservatorio Pollini di Pasova, una formazione composta da vari tagli di strumento appartenenti alla famiglia del clarinetto, dai più acuti ai più gravi, di cui fanno parte sia gli studenti dei corsi accademici e preaccademici delle classi di clarinetto del Conservatorio sia ex studenti provenienti da varie regioni d’Italia.Il programma abbraccia uno spazio temporale esteso: dall’epoca classica di Mozart in poi tra musica “classica” e “leggera” presentando un ampio spettro di possibilità espressive e stilistiche. Lo scopo è di far conoscere un repertorio di ampia fruizione che in passato ha avuto molta fortuna, caratterizzandosi proprio per l’immediatezza delle melodie nel raggiungere un vasto pubblico e per essere destinato proprio per il “passatempo” musicale all’aperto.  Un repertorio destinato ad un pubblico ampio: dai più giovani ai più anziani, sia si tratti di esperti e appassionati, sia di ascoltatori occasionali. Ingresso gratuito

C’era una volta il Varietà. Sì, quello legato agli albori dei programmi televisivi su cui intere generazioni di italiani si sono intrattenute seguendo i propri beniamini: cantanti, attori, comici, presentatori. Dal 1954, anno delle prime trasmissioni video in Italia, gli apparecchi televisivi cominciarono a diffondersi ma erano ancora pochi coloro che potevano permettersi di acquistarne uno. E così gli Italiani, con la loro sedia, si ritrovavano al bar del paese per poter assistere, in una vera e propria visione collettiva, a quella meravigliosa invenzione tecnologica. Proprio di questo parla Carosello, lo spettacolo che Barabao Teatro metterà in scena sabato 13 luglio alle 21:15. Ingresso gratuito.

Un uomo si ritrova nel reparto di un ospedale: deve recuperare la salma del figlio, morto suicida. È Il vespro della beata vergine, il monologo di Scenari Visibili che andrà in scena, il 14 luglio, al Campo dei Girasoli Girovagarte Off. Il vespro diretto da Mauro Lamanna è firmato da Antonio Tarantino, drammaturgo contemporaneo molto amato da registi. Ingresso gratuito

Il programma prosegue in Piazza del volontariato al Parco Iris e in Piazza Barbato.  Ad arricchire la rassegna ci saranno dieci appuntamenti di Teatro Off tra il Campo dei Girasoli e Palazzo Zuckermann, cinque girovagarte Junior in diversi luoghi (Giardini Santa Rita, Giardino Cavalleggeri, Parco Morandi, Giardino Ulivi di Gerusalemme Parco degli Alpini), cinque trekking urbani, passeggiate culturali alla scoperta dei quartieri. Infine, quattro incontri con l’autore presso le biblioteche di quartiere per GirovagArte books. Per gli spettacoli gratuiti è necessaria lacon prenotazione su eventbrite.com.  Per tutte le informazioni info@girovagarte.com o tramite e canali social.

Di Redazione

Direttore : SERAFINI Stefano Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE