• Mer. Set 28th, 2022

Voce del NordEst

Il web magazine online 24 ore su 24

Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, “Gocce musicali per la natura”: sabato 18.06 al teatro Comunale di Treviso il secondo concerto, “Acqua”

DiRedazione

Giu 16, 2022

ORCHESTRA REGIONALE FILARMONIA VENETA, “GOCCE MUSICALI PER LA NATURA”:

SABATO 18 GIUGNO IL SECONDO CONCERTO, “ACQUA”, CON LA PARTECIPAZIONE STARORDINARIA DEL TENORE FRANCESCO GROLLO

Torna al Teatro Comunale Mario del Monaco di Treviso il progetto che si propone di toccare i principali temi della transizione ecologica attraverso la musica, con il coinvolgimento di solisti e direttori tra i più acclamati e affermati del mondo concertistico, dimostrando come anche l’arte possa giocare un ruolo importante nel ristabilire il dialogo tra uomo e natura.

Il concerto celebra l’acqua attraverso un viaggio musicale tra i più significativi brani dedicati all’oro blu: l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, diretta dal Maestro Massimo Raccanelli, salirà sul palco assieme al Coro Coenobium diretto dal Maestro Maria Dal Bianco e al celebre tenore trevigiano. Il Gruppo Archi dell’Associazione Francesco Manzato introdurrà la serata con L’Andante Festivo di Jean Sibelius.

Prosegue “Gocce musicali per la natura”, il progetto con cui l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta affronta “in musica” i temi fondamentali della transizione ecologica, nella convinzione che l’arte in tutte le sue forme possa concorrere alla sensibilizzazione sui grandi temi di attualità e contribuire al raggiungimento di traguardi difficili ma necessari, come quello di ristabilire l’equilibrio con la natura. Sabato 18 giugno alle 20.45 al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso si terrà il secondo concerto della rassegna, “Acqua”, che vedrà protagonisti, assieme all’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, diretta dal Maestro Massimo Raccanelli***, il Coro Coenobium* diretto dal Maestro Maria Dal Bianco** e, straordinariamente, il tenore Francesco Grollo. Il Gruppo Archi dell’Associazione Francesco Manzato, inoltre, introdurrà la serata con L’Andante Festivo di Jean Sibelius, Maestro concertatore sarà Debora Giacomelli. Condurrà la serata Anna Orlando.

Gocce Musicali è un progetto che abbiamo accolto con particolare entusiasmo, non solo per la qualità dei concerti ma anche per il messaggio che l’iniziativa vuole trasmettere”, spiega l’assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti. “Treviso è fra le Città più verdi d’Europa e sta mettendo in campo una serie di progetti legati alla sostenibilità. Per questo apprezziamo l’idea di coniugare l’attenzione all’ambiente e alla natura con la forza comunicativa della musica”.

Lo scorrere dell’acqua è ritmo, armonia, impeto e delicatezza proprio come la musica: a questo elemento sono stati dedicati celebri brani e composizioni in ogni tempo. Come la Suite n.2 in re maggiore Musica sull’acqua, una delle più famose composizioni di Georg Friedrich Händel composta per una parata festiva che si svolse sul Tamigi il 17 luglio 1717, che aprirà il concerto, seguita dal Canto degli spiriti sopra le acque di Franz Schubert, brano ispirato all’omonima poesia pan-naturalistica di Goethe, eseguito con organico strumentale originale, inusuale per Schubert, per coro maschile e quintetto d’archi (due viole, due violoncelli e un contrabbasso).

L’acqua, ancora, come la musica, è memoria: lo è quella millenaria dei ghiacciai così come quella che scandisce lo scorrere delle vite nei paesi e nelle città, e lo è quella dei fiumi e dei laghi custodi di storie e leggende. Il Coro interpreterà tre notissimi brani per coro a cappella di Bepi De Marzi, il fondatore dei leggendari Crodaioli: La contrà de l’acqua ciara, un’attuale riflessione sullo spopolamento delle aree montane dove solo l’acqua conserva la memoria, Rindola e Cantare. La prima parte si concluderà con l’esecuzione delle composizioni di Giovanni Sollima, virtuoso del violoncello di fama internazionale, Sono vere oppure un sogno e Auguane e altre streghe, entrambe ispirate alle leggende dei Monti Pallidi, le Dolomiti e inserite nella raccolta Canti rocciosi del 2001.

La seconda parte vedrà la partecipazione straordinaria del tenore trevigiano Francesco Grollo, ambasciatore dell’opera lirica italiana nel mondo.

Concluderanno il concerto una seconda dedica a Goethe, questa volta da parte di un giovanissimo Felix Mendelssohn, Calma di mare e viaggio felice, e Peer Gynt Suite n.1 op.46 di Edvard Grieg.

La rassegna è organizzata grazie al contributo di CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia, Latteria Soligo e Coldiretti Treviso e con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione del Veneto, della Provincia di Treviso, della Città di Treviso.

Biglietti: Biglietteria Teatro Mario Del Monaco, Corso del Popolo 31, Treviso (10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00)

Euro 25,00 platea, euro 20,00/25,00 palchi, euro 8,00/10,00 loggione; ridotti under 18 e allievi Conservatori e Istituti Musicali euro 8,00; over 65, gruppi Corali, Club, Scuole di Musica, Abbonati Teatro Stabile del Veneto euro 15,00.

I prossimi appuntamenti. La rassegna “Gocce musicali per la natura” proseguirà, dopo la pausa estiva, martedì 25 ottobre con il concerto “Terra”.

Info: https://www.filarmoniaveneta.it/

*Coenobium Vocale è un gruppo corale maschile impegnato in attività concertistica in numerose città italiane, oltre che in Francia, Germania, Repubblica Ceca, Slovenia, Spagna e Svizzera. Collabora frequentemente, nell’ambito di stagioni concertistiche, con enti e associazioni culturali. Ha collaborato con importanti nomi della cultura e del teatro italiano come Luciano Bertoli, Sandro Cappelletto, Giulio Cattin, Gianfranco De Bosio, Bepi De Marzi, Arnoldo Foà, Melania Mazzucco, Ermes Ronchi, Pamela Villoresi. Ha realizzato opere monografiche, progetti tematici e opere di autori contemporanei, anche in prima esecuzione assoluta, con Claudio Ambrosini, Giovanni Bonato, Domenico Clapasson, Zsolt Gárdonyi, Manuela Kerer, Paolo Ugoletti, Pierangelo Valtinoni. Una parte significativa dell’attività artistica rappresentata da alcuni lavori discografici, esecuzioni trasmesse su Rai Radio3 e recentemente dalla trasmissione Momus Il Caffè dell’Opera condotta da Sandro Capelletto. Fra gli ultimi progetti realizzati si segnala la partecipazione alla cerimonia di premiazione del Premio letterario “Premio Rigoni Stern”, edizione 2019, a Palazzo Labia, sede RAI di Venezia, con l’esecuzione trasmessa su Rai 3 di alcune parti tratte dell’Opera musicale di Claudio Ambrosini “Segni sulla neve”; quella alla “Scuola Grande di San Rocco” di Venezia con la partecipazione della scrittrice Melania Mazzucco, il concerto nella Sala Capitolare per il V° Centenario della nascita di Jacopo Tintoretto; il concerto per la Fondazione Levi di Venezia, edizione 2018, in occasione del quinto centenario della nascita di Gioseff o Zarlino; per Asiagofestival 2019, il concerto “Maestri della musica corale veneta tra Cinquecento e Seicento” per organico vocale e strumentale; la serata d’inaugurazione del Festival Biblico 2019 di Vicenza. Assieme a “I Piccoli Musici” di Casazza (Bergamo), diretti da Mario Mora, il Coenobium Vocale ha partecipato a più edizioni del Concerto di Natale di Assisi, con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, trasmesso in Eurovisione dalla Basilica Superiore di San Francesco d’Assisi.

** Maria Dal Bianco, Ha studiato con i Maestri Renzo Buja e Antonio Zanon diplomandosi in Composizione, in Organo e composizione

organistica, in Musica corale e direzione di coro, in Prepolifonia nei conservatori di Vicenza, Verona e Venezia. Già docente al Conservatorio di Cagliari, Bari, Torino e Brescia, insegna Pratica organistica, Modalità e canto gregoriano al Conservatorio «Cesare Pollini» di Padova. Dirige, fi n dalla fondazione, il Coenobium Vocale, svolgendo intensa attività concertistica in Italia e in Paesi europei. Elabora e realizza progetti musicali con importanti nomi della cultura e del teatro italiano e ha diretto numerose prime esecuzioni di opere di compositori

contemporanei. Già componente della commissione artistica regionale dell’ASAC e nazionale della Feniarco, collabora come docente con varie associazioni, enti e istituzioni di rilevanza nazionale. È frequentemente invitata a far parte di giurie in concorsi corali e di composizione nazionali ed internazionali.

*** Massimo Racanelli, nato a Treviso, si diploma in violoncello con il massimo dei voti al Conservatorio di Castelfranco Veneto

con il Maestro Walter Vestidello, perfezionandosi successivamente con Mario Brunello, Enrico Bronzi e Antonio Meneses. Si diploma (Laurea Magistrale) nel 2016 all’Hochschule di Monaco di Baviera In Direzione d’Orchestra, nella classe di Bruno Weil. È primo

violoncello della Venice Baroque Orchestra (Andrea Marcon), con cui suona anche in qualità di solista in varie occasioni, come è accaduto alla Carnegie Hall di New York, Berliner Philharmonie, Musikverein di Vienna, Barbican Center, Sala Tchaikovsky di Mosca, Tokyo Opera Hall, Disney Hall di Los Angeles e altre. Ha diretto la Georgische Kammer Orchester (Ingolstadt), l’Orchestra del Jungesmusik Podium Dresden-Wenedig, Accademia d’Archi Arrigoni, Baroquipe, I Solisti di Radio Veneto Uno ed è stato nominato Direttore Ospite Principale della Bad Reichenhaller Philarmonie dal 2013 al 2015. Da ottobre 2012 a febbraio 2014 è stato Direttore Musicale di “StOrch” (Studenten Orchester München). Invitato dall’Orchestra della Città di Granada, ha diretto la V Sinfonia di Tchaikovsky e il Concerto per Violoncello di Elgar con Thomas Demenga solista. Con Oktopus Ensemble ha diretto al Gasteig di München la prima esecuzione di Das Große Lächeln di Wilfried Hiller. In qualità di assistente di Bruno Weil, ha diretto alcune recite di Don Giovanni e Le nozze di Figaro di Mozart al Festival di Jounesse Musicales Deutschland allo Schloß Weikersheim. Ha diretto la Venice Baroque Orchestra, con Xavier de Mestre solista, per il Grafenegg Festival di Vienna e per “Stiftkonzerte” – Sankt Florian di Linz. Nel 2018 è stato invitato alla guida del Junges Musik Podium Dresden – Venedig al Teatro Filarmonico di Verona per un concerto con Mario Brunello solista. È stato nominato assistente musicale del Maestro Thomas Hengelbrock per la produzione di Così Fan Tutte presso il Festival di Aix-en-Provence. In occasione della commemorazione della prima visita di W.A. Mozart a Padova (1721-2021) ha diretto l’Orchestra di Padova e del Veneto.

Foto di copertina : Francesco Grollo- Principe Enzo Grimaldo Gioconda al Teatro Massimo di Palermo

Redazione

Direttore : Stefano SERAFINI Per ogni necessità potete scrivere a : redazione@vocedelnordest.it

Rispondi